Juventus, Pjaca si testa con la Primavera

Il croato si avvicina al rientro in prima squadra, ma prima di esser convocabile da Allegri deve superare i test con la Primavera.

Juventus, Pjaca si testa con la Primavera
Juventus, Pjaca si testa con la Primavera | Twitter Marko Pjaca

Si avvicina sempre di più il rientro a pieno ritmo di Marko Pjaca. La stellina croata è pronta a tornare in campo, ma prima di farlo con la prima squadra agli ordini di Massimiliano Allegri, dovrà compiere il passo con i ragazzi della Primavera. 

L'ex giocatore della Dinamo Zagabria non gioca un minuto dallo scorso Marzo, quando durante una partita valevole per le qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018 con la Croazia si procurò la frattura del legamento crociato. Già a Ottobre, Pjaca, era tornato ad allenarsi sui campi di Vinovo e da qualche settimana è ufficialmente a disposizione di Allegri, allenandosi con l'intera rosa bianconera. Il suo ritorno in una partita, però, non è ancora avvenuto, né con la prima squadra, né con la Primavera. Se per la Serie A o la Champions League, Pjaca, non è ancora pronto, lo è per giocare con la squadra allenata da Alessandro Dal Canto. Il suo debutto in Primavera arriverà quindi sabato, quando la Juventus sfiderà il Milan al Chinetti di Solbiate. 

L'esordio doveva avvenire nel match casalingo contro la Lazio, ma il terreno sintetico di Vinovo non è il migliore per testare il ginocchio dopo una rottura dei legamenti. A Solbiate, invece, ci sarà dell'erba naturale, terreno ideale per capire quanto manca al rientro in prima squadra. Se il test contro i rossoneri dovesse andare bene, per Pjaca si profila un'altra presenza con la Primavera e successivamente la tanto agognata convocazione con la prima squadra. Guardando il calendario la prima data disponibile potrebbe essere il big match tra Napoli e Juventus. La speranza dei tifosi bianconeri e della società è che il classe '95 possa riprendere da dove aveva lasciato, ovvero dal gol contro il Porto in Champions League e dalle buon prestazioni offerte in campionato, anche se ritagliarsi spazio in una rosa affollata potrebbe non essere così semplice.