Live Hellas Verona - Lazio, risultato partita Serie A 2015/2016 (1-2)

Live Hellas Verona - Lazio, risultato partita Serie A 2015/2016  (1-2)
Hellas Verona
1 2
Lazio
Hellas Verona: (4-3-3): Rafael; Pisano, Helander, Moras, Souprayen; Greco (Bianchetti 60'), Viviani, Hallfredsson (Matuzalem 77'); Sala, Juanito Gomez (Wszolek 55'), Jankovic.
Lazio : (4-2-3-1): Marchetti; Basta, Mauricio, Gentiletti, Lulic; Biglia, Parolo; Anderson (Hoedt 82'), Milinkovic-Savic, Kishna (Mauri 60'); Djordjevic (Keita 60').
SCORE: 1-2 Helander 33', Biglia 63', Parolo 87'.
ARBITRO: Giacomelli di Trieste. Ammonisce: Hallfredsson (H), Lulic (L), Sala (H), Parolo (L). Espelle: Mauricio (L).
NOTE: Partita valida per la 6^ giornata del campionato 2015/2016 di Serie A Tim. In campo Hellas Verona e Lazio. Si gioca allo Stadio Bentegodi, il calcio d'inizio è previsto per le 15.00

Da Alessandro Cicchitti è tutto per questo pomeriggio di Serie A. A risentirci con il meglio del nostro campionato e del grande calcio europeo, live, qui su Vavel Italia

17.10 - Questa invece è il gol vittoria, la punizione bellissima calciata da Marco Parolo. Un gol fondamentale che da il primo successo esterno alla Lazio in questo campionato e 3 punti fondamentali. Ora, i biancocelesti sono in terza posizione a quota 12. 

17.05 - Ecco il fallo da rigore con seguente gol di Biglia che ha rimesso in piedi la Lazio nella ripresa. 

17.00 - Il Verona resta fermo a 3 punti, ancora senza vittorie in campionato. Per Mandorlini è una sconfitta che brucia, ancor di più se si pensa che fino al 60' l'Hellas era avanti nel punteggio. I calci da fermo hanno punito i veneti che però non hanno meritato come la Lazio. 

16.55 - Grande vittoria, la prima lontano dall'Olimpico per la Lazio hce ha dominato il primo tempo concluso paradossalmente in svantaggio. Poi nella ripresa l'entrata di Keita ha cambiato la partita; il classe 95' si è procurato il penalty del pareggio di Biglia, e nonostante il rosso a Mauricio, negli ultimi minuti è arrivata la stoccata di Parolo direttamente su calcio di punizione per il 2-1 finale. 

95' - E' FINITA! FINISCE QUI, 2-1 PER LA LAZIO CHE IN RIMONTA BATTE L'HELLAS VERONA GRAZIE A BIGLIA E PAROLO. 

93' - Nulla di fatto in casa Hellas. Mancano 2 minuti alla fine, la Lazio vede il traguardo dei tre punti. 

91' - Ammonito Parolo per uno sgambeto a Sala che guadagna un calcio di punizione interessante. 

90' - Ci saranno 5 minuti di recupero. 5 minuti di speranza per l'Hellas Verona. 

Biglia finta il tiro, fa saltare la barriera toccando la palla per Parolo che lascia partire un gran tiro che finisce all'angolino. Rafael non può farci nulla. 2-1 Lazio.

87' - GGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLL PAROLO! LAZIO IN VANTAGGIO! SORPASSO BIANCOCELESTE DIRETTAMENTE SU CALCIO DI PUNIZIONE! 

86' - Punizione pericolosissima per la Lazio. Biglia fissa la sfera, andrà lui al tiro!

82' - Pioli corre subito ai ripari inserendo Hoedt al posto di Felipe Anderson. Cambio necessario per ristabilire equilibrio in difesa. 

82' - SVOLTA NEL MATCH! ESPULSO MAURICIO NELLA LAZIO! DOPPIO GIALLO PER IL BRASILIANO CHE HA FERMATO IN MODO SCORRETTO IL VELOCISSIMO WSZOLEK. 

79' - Moras ancora provvidenziale spazzando la sfera in angolo. 

78' - Ammonito Sala che regala punizione alla Lazio. Salgono tutti i idifensori laziali, tutti dentro l'area giallo blu. 

77' - Ultimo cambio nel Verona: dentro Matuzalem; fuori lo stremato Hallfredsson

71' - Mauri prova il tiro ma il pallone finisce altissimo oltre la porta di Rafael. 

69' - Attacca la Lazio, ma lo fa in modo troppo frettoloso. Felipe Anderson spostato a destra ha appena sbagliato un cross facile facile.

67' - Ammonito Lulic per simulazione. 

63' - BIGLIA!!!!!!!!!!!!!!!! PAREGGIO LAZIO! HA PAREGGIATO LA LAZIO CON IL RIGORE DEL CAPITANO, LUCAS BIGLIA. ESECUZIONE PERFETTA DAGLI UNDICI METRI, MATCH IN PARITA'. 1.1

62' - Rigore per la Lazio! Fallo di Sala sul neo entrato Keita subito decisivo. 

60' - Doppio cambio anche nella Lazio con Pioli che ha deciso di osare: dentro Keita e Mauri; fuori Kishna e Djorjevic

60' - Ancora cambio conservativo nel Verona: fuori Greco; dentro Bianchetti

59' - INCREDIBILE! AZIONE PAZZESCA DI LULIC CHE ARRIVA SUL FONDO, POI SCARICA PER L'INDISTURBATO DJORJEVIC CHE DA 2 METRI A BOTTA SICURA SI FA MURARE DA MORAS! TIENE L'1-0

58' - Felipe Anderson ha spazio, entra in area ma poi si ferma e si accascia a terra. Smorfia di dolore per Felipe che però resiste e resta in campo. 

55' - Primo cambio nel Verona: Mandorlini richiama in panchina l'acciaccato Juanito Gomez; al suo posto entra Wszolek.

54' - Ancora Felipe Anderson pericolosissimo; cross dal fondo spazzato via da Helander

53' - Lazio che ora preme forte: Hallfredsson salva tutto anticipando Milinkovic sotto porta. Assedio dei biancocelesti che però non sfondano il muro dell'Hellas.

51' - FELIPE ANDERSON! Lazio vicina al gol del pareggio con la specialità della casa del brasiliano: tiro a giro con il destro; palla fuori di pochissimo, deviata in corner. 

50' - Milinkovic - Savic chiuso all'ultimo da Moras che fa buona guardia davanti a Rafael. Primi segnali di Lazio in questa ripresa.

47' - Savic, dall'altro dei suoi 188 cm mette fuori in corner di Viviani.

47' - Buon avvio del Verona che guadagna subito un corner. 

46' - VIA!!! INIZIATO IL SECONDO TEMPO AL BENTEGODI. 

16.02 - Le squadre sono rientrate in campo, sta per iniziare la ripresa. 

15.55 - La Lazio del primo tempo è mancata in concretezza. I capitolini hanno fatto la gara ma, escludendo le decisioni di Giacomelli protagonista negativo del match, non hanno concretizzato la mole di gioco prodotta. Il Verona invece, è stato cinico, sfruttando l'unica occasione avuta in un primo tempo prettamente difensivo.  

46' - FINISCE QUI IL PRIMO TEMPO DEL BENTEGODI: HELLAS VERONA 1 - LAZIO 0. DECIDE IL GOL MESSO A SEGNO DA HELANDER AL 33'. 

45' - Giacomelli ocncede 1 minuto di recupero.

40' - Occasione Lazio con Basta che servito da Kishna non è riuscito a tenere basso il colpo di testa. 

38' - Lazio ancora in avanti ma con poca lucidità. Gli uomini di Pioli hanno avuto il controllo del match per oltre mezz'ora ma poi hanno subito un po' a sorpresa il gol del Verona. Match in salita per i capitolini. 

Tutto è nato da un calcio di punizione dalla destra, scodellato in area da Viviani per Juanito Gomez che tutto solo ha colpito la traversa da pochi passi. Sulla respinta però, il più lesto è stato il giovane svedese che in maniera sporca ma efficace ha inscaccato in rete il suo primo gol in Serie A. Vantaggio Verona grazie a Helander

33' - GGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLL VERONA IN VANTAGGIO! HELANDER! VANTAGGIO DELL'HELLAS ALLA PRIMA VERA OCCASIONE DEL MATCH!!! 1-0

28' - Ora la partita è più equilibrata; Il Verona sembra aver trovato le giuste contromisure per arginare la spinta della Lazio che comunque continua ad avere il pallino del gioco. 

25' - Ammonito anche Mauricio nella Lazio

19' - Ci prova ancora Anderson dalla distanza, ma il pallone si perde sul fondo. 

16' - Potenziale occasione per la Lazio ed in particolare per Djordjevic che non è riuscito ad impattare il cross tagliato di Milinkovic Savic che l'aveva messo davanti a Rafael. Lazio sempre in attacco. 

14' - Errore di Hallfredsson che poi rimedia ma con un fallo evidente; E' l'islandese il primo ammonito del match.

11' - Gran botta da parte di Felipe Anderson con il pallone che finisce alto, molto alto sopra la traversa di Rafael

10' - Molto meglio la Lazio in questi primi 10' di gioco. 

9' - Protesta Pioli per un presunto penalty non concesso alla Lazio. I dubbi restano anche dopo il replay. Episodio da rivedere nel dopo gara. 

6' - Resta a terra Milinkovic Savic dopo uno scontro con Souprayen

4' - La palla è finita in rete, ma Giacomelli aveva già bloccato il gioco per una trattenuta non molto chiara su Souprayen da parte di un laziale. 

3' - Primo calcio d'angolo in favore della Lazio. 

2' - Partita molto tattica in questi primi due minuti di gioco. La Lazio sembra voler fare la partita, ma bisogna fare molta attenzione alle ripartenze velocissime del Verona che si copre bene anche in fase di non possesso. 

15.00 - SI COMINCIA! E' INIZIATA HELLAS VERONA - LAZIO!!!!!!!!!!!!!!!!!!

14.55 - Allarme rientrato per Felipe Anderson che stringe i denti e parte regolarmente dal primo minuto nella formazione annunciata. 

14.55 - Squadre in campo!

14.55 - Le squadre sono nel tunnel che porta al terreno di gioco del Bentegodi; è tutto pronto per Verona - Lazio

14.50 - Attenzione: Felipe Anderson ha accusato un problema fisico nella fase conclusiva del riscaldamento, si sta scaldanto Keita

14.50 - Qualche minuto fa, Mandorlini, allenatore del Verona ha rilasciato una breve ma significativa dichiarazione: «Oggi bisogna dare tutto anche se siamo in emergenza. Ci siamo preparati bene, dobbiamo stare uniti»

14.45 - Manca ormai poco al calcio d'inizio di Hellas Verona - Lazio; le squadre dopo il riscaldamento sul terreno di gioco del Bentegodi sono rientrate negli spogliatoi. Sale la tensione!

LAZIO: (4-2-3-1): Marchetti; Basta, Mauricio, Gentiletti, Lulic; Biglia, Parolo; Felipe Anderson, Milinkovic-Savic, Kishna; Djordjevic.

Pioli risponde con lo stesso undici (eccetto Biglia) che in settimana ha battuto il Genoa per 2-0: 

HELLAS VERONA: (4-3-3): Rafael; Pisano, Moras, Helander, Souprayen; Greco, Viviani, Hallfredsson; Sala, J. Gomez, Jankovic.

14.15 - Sono state appena ufficializzate le formazioni ufficiali di Hellas e Lazio. Scopriamole partendo dall'undici scelto da Andrea Mandorlini:

14.05 - Entriamo subito negli spogliatoi del Bentegodi. Mancano 60 minuti  al calcio d'inizio di Hellas Verona - Lazio, match importantissimo sia per gli scaligeri che per i capitolini!

14.00 - Buon pomeriggio amici lettori di Vavel Italia e benvenuti alla diretta scritta, live ed di Hellas Verona - Lazio, partita valida per la sesta giornata del campionato di Serie A 2015/2016. Il Verona di Mandorlini, ancora a secco di vittorie in questo campionato, deve rinunciare sia a Toni che a Pazzini, infortunati. La squadra ha difficoltà ad andare in rete, ma vede nella solida e compatta difesa il suo punto di forza. La Lazio di Pioli invece, è reduce dalla vittoria interna con il Genoa che ha restituito al popolo biancoceleste un grande Felipe Anderson. In trasferta però, le Aquile sono reduci da batoste altisonanti come quelle di Napoli, Verona e Leverkusen che hanno portato in dote 12 gol al passivo. Si gioca allo Stadio Bentegodi di Verona; il calcio d'inizio è previsto per ore le 15.00. Da  Alessandro Cicchitti e dalla redazione calcio di Vavel Italia, l'augurio di un piacevole pomeriggio in nostra  compagnia. 

Live Hellas Verona - Lazio, risultato partita Serie A 2015/2016 in diretta

Le probabili formazioni 

Grande emergenza infortunati per il Verona e per Andrea Mandorlini che non potrà disporre ne di Toni, ne di Pazzini. Il tecnico degli scaligeri nonostante i problemi in attacco sembra comunque orientato sul 4-3-3.

In avanti potrebbe esserci Juanito Gomez come riferimento centrale, affiancato da Jankovic e uno tra Siligardi e Sala, che in caso contrario verrebbe utilizzato a centrocampo. Viviani, difeso ed elogiato da Mandorlini in conferenza stampa, giocherà come regista a centrocampo; i ruoli di intermedi invece, vedono Mandorlini molto indeciso sul da farsi: le condizioni  di Hallfredsson verranno valutate solo qualche ora prima del match per capire se l’islandese è in grado di scendere in campo o meno. Nel caso non dovesse farcela è pronto Leandro Greco. Tutto confermato in difesa dove non ci sarà Marquez infortunato. Sulle corsie esterne giocheranno Pisano e Souprayen con Bianchetti e Moras a formare la coppia di centrali davanti a Rafael

Live Hellas Verona - Lazio, risultato partita Serie A 2015/2016 in diretta

Dopo la mini rivoluzione con vittoria lanciata da Pioli nella gara con il Genoa, il tecnico della Lazio sembra intenzionato a riproporre lo stesso assetto tattico, il 4-2-3-1, modulo capace di esaltare la caratteristiche dei calciatori capitolini. 

Davanti al portiere che sarà Marchetti, ci sarà la stessa linea difensiva di mercoledì con Basta e Lucic esterni bassi di difesa, e la coppia Gentiletti, Mauricio al centro, con Gentiletti che rimpiazza l’indisponibile De Vrij. Nel nuovo centrocampo a due, rientra dopo un mese di stop il capitano, Lucas Biglia, che si era infortunato nel match inaugurale con il Bologna; accanto a lui ci sarà Parolo. I tre dietro l’unica punta Djordjevic, con tutta probabilità saranno gli stessi dell’ultima sfida con Kishna e Felipe Anderson sulle sue corsie esterne e Milinkovic Savic a svolgere il ruolo di trequartista boa, prezioso anche in fase di ripiegamento e utile nel far salire la squadra. 

HELLAS VERONA: (4-3-3): Rafael; Pisano, Bianchetti, Moras, Souprayen; Greco, Viviani, Hallfredsson; Sala, Juanito Gomez, Jankovic. All. A. Mandorlini

LAZIO: (4-2-3-1): Marchetti; Basta, Mauricio, Gentiletti, Lulic; Biglia, Parolo; Anderson, Milinkovic-Savic, Kishna; Djordjevic. All. S. Pioli

Le parole della vigilia

Alla vigilia del delicatissimo match di domenica alle 15.00 con la Lazio, Andrea Mandorlini ha parlato in conferenza stampa del momento difficile del suo Verona e dell’avversario di giornata. Molto difficile la situazione infortunati con Mandorlini che non potrà contare su Toni per 2 mesi e non è disponibile nemmeno Pazzini.

Il tecnico degli scaligeri è intervenuto a proposito, tracciando un resoconto sulla situazione infortunati: “Un commento sulla situazione dell’infermeria? Bisogna valutare caso per caso, purtroppo quelli del reparto offensivo sono traumi di gioco dati da contrasti durante le partite, anche queste sono cose che fanno parte del gioco. Nel caso di Romulo e Ionita sono ricadute. Pazzini e Toni finalmente giocano insieme, però a briscola e tresette (ride, ndr). Scherzi a parte, siamo in emergenza e dobbiamo fare di necessità virtù. Sono passati solo tre giorni da quando siamo rientrati da Milano, abbiamo dovuto fare tutto molto in fretta”. Poi, Mandorlini si è soffermato sul Verona e sulla situazione della sua squadra, ancora a caccia della prima vittoria in campionato: “Non mi piace parlare di momento difficile, ma di emergenza, è in questi momenti che il gruppo si compatta e cresce. Con la Lazio sarà dura, loro in questo momento non sono costanti, ma possono vincere con tutti. Non so che partita ne uscirà, dobbiamo essere una squadra, dobbiamo aiutarci l’un l’altro. Siamo molto anche se abbiamo ottenuto solo 3 pareggi, i risultati arriveranno. Se ricorreremo ancora al 3-5-2? L’atteggiamento è più importante dei moduli, quello messi in campo con l’Inter è un’alternativa che abbiamo fatto, abbiamo avuto un buon riscontro con una squadra importante, magari lo riproporremo in futuro. In questo momento il nostro riferimento è Juanito Gomez, è un calciatore intelligente ed equilibrato. Regge sulle spalle responsabilità dell’attacco e anche quelle derivanti dalla fascia di capitano, deve fare quello e so che lo farà. Jankovic seconda punta? Abbiamo bisogno di tutti e tutti devono saper fare tutto. Zaccagni ha fatto molto bene, ha personalità. Vedremo come ci sistemeremo, dobbiamo essere bravi. Bianchetti o Helander insieme a Moras? Matteo e Filip hanno dato molte garanzie, possono giocare tutti e tre insieme, perché no? Vediamo domani. Hallfredsson? Questa settimana si è allenato con noi, molto dipenderà da lui, i tre centrocampisti sono quelli di Milano. Matuzalem ed Emil si stanno allenando molto bene, mi piacerebbe far fare loro uno spezzone di partita. Sala? Può fare tanti ruoli. Viviani? Sta facendo molto bene, è in momenti come questi che si matura”. Infine, Mandorlini torna a parlare anche del ko immeritato di San Siro con l’Inter: “Un commento al fallo di Medel? Dico solo che il calcio di rigore, se si ha coraggio, lo si può concedere. Un commenti sui cori? Non è compito mio valutare questa situazione, ci penserà la società. A me interessa il campo, credo che dovesse dare un altro risultato, ma ormai questo ha poca importanza. Ripartiamo, come sempre, e pensiamo alla prossima partita. Il gol di Melo? Non si è trattato di una marcatura sbagliata, è stato un contrasto e per una differenza di centimetri la palla è arrivata a lui. Merito all’attaccante, questa volta è stato più bravo di noi. Da Milano ripartiamo tante cose positive, la squadra ha carattere e orgoglio, un bel modo di stare in campo. Ci aspetta un'altra partita difficile, andiamo avanti”.

Live Hellas Verona - Lazio, risultato partita Serie A 2015/2016 in diretta

Anche il tecnico avversario, Stefano Pioli, è intervenuto in conferenza stampa per presentare la sfida al Verona, importantissima anche per la Lazio in cerca di continuità dopo gli alti e bassi di inizio stagione. Il tecnico dei biancocelesti spera di non ripetere le brutte figure fatte con Chievo e Napoli e chiede alla sua squadra il massimo impegno per raggiungere i tre punti che proietterebbero la Lazio a 12 punti in classifica: “Domani mi aspetto una Lazio che metta in campo il massimo e dia il massimo. Dobbiamo trovare continuità di risultati, ora è la cosa più importante. Contro il Genoa abbiamo vinto in un momento delicato, ma c’è da insistere, anche domani sarà dura contro un buon Verona.” Poi continua: “Fino ad ora è mancata la solidità dal punto di vista tattico e mentale. Domani andiamo in campo per ritrovare la giusta via, con il nostro gioco”. Tra le possibili novità, in casa Lazio sembra che Lucas Biglia sia finalmente a disposizione di Pioli, pronto per giocare già dal primo minuto a Verona: “Biglia è recuperato e credo giocherà dal 1′ minuto. E’ un rientro che ci darà qualcosa in più anche dal punto di vista della presenza in campo. Sappiamo tutti quanto è importante per questa squadra, il suo peso e le sue qualità”.

In conclusione Pioli ha parlato prima della difficoltà dei suoi ad andare in gol, soprattutto in trasferta, poi del Verona, avvertendo i suoi: “Rispetto al nostro modo di far calcio abbiamo creato poco in trasferta. Anche se nelle due sconfitte clamorose contro Chievo e Napoli abbiamo avuto due palle importanti a inizio gara per passare in vantaggio e cambiare la storia della partita. Dobbiamo proporre più situazioni in fase offensiva, con più giocatori davanti, essendo più aggressivi. E soprattutto lavorare da squadra in fase difensiva, con continuità e a prescindere da come cambierà il risultato. Il Verona ha assenze importanti e al di là dei pochi punti che ha ottenuto sta facendo ottime partite. Loro tengono bene il campo e lotteranno: tra le mura amiche giocano bene e mettono in difficoltà tutti. In campo servirà umiltà e voglia di lottare.”

Precedenti e statistiche tra le due squadre

Il Verona ha battuto la Lazio solo una volta negli ultimi cinque incontri, ma nei match disputati al Bentegodi i precedenti danno ragione agli scaligeri; sono 20 i match disputati in Veneto tra Hellas e Lazio con i padroni di casa vittoriosi in nove occasioni contro le sue due affermazioni biancocelesti, l’ultima 25 anni fa grazie a Riedle, e i nove pareggi. Lo scorso anno il match terminò in parità con il risultato di 1-1, mentre risale all’anno precedente un altisonante 4-1 di marca Hellas con Toni, Jorginho e Iturbe in grande evidenza.

Il Verona è ancora a secco di vittorie in questa stagione ma, comprendendo anche il finale della scorsa annata in casa è imbattuto da 6 sfide, di cui le ultime tre sono finite tutte con il segno X. La Lazio invece, non pareggia da nove partite di Serie A, 5 vittorie e 4 pareggi, è lo score altalenante dei biancocelesti di Pioli

Quello del Bentegodi è storicamente un campo molto ostico per la Lazio che meno di un mese fa è caduta rovinosamente con il Chievo per 4-0. I ragazzi di mister Pioli stanno facendo una grande fatica in trasferta dove i numeri di questo inizio stagione sono a dir poco deprimenti con 0 gol fatti e 9 subiti in appena due sfide esterne. Anche il Verona non è in salute, e lo dimostra il fatto che gli scaligeri non hanno ancora trovato la vittoria in questo inizio di campionato. Tornando indietro nel tempo, nelle quattro occasioni in cui il Verona non ha vinto nessuna partita nelle prime cinque nella massima serie, è poi sempre retrocesso (74’ - 79’ - 90’ - 97’).

Live Hellas Verona - Lazio, risultato partita Serie A 2015/2016 in diretta