Risultato Lazio - Udinese, ottavi di finale Coppa Italia 2015/16 (2-1): Kone, Matri, Cataldi

Risultato Lazio - Udinese, ottavi di finale Coppa Italia 2015/16 (2-1): Kone, Matri, Cataldi
Lazio
2 1
Udinese
Lazio : (4-3-3): Berisha; Konko, Mauricio, Hoedt, Braafheid; Cataldi, Biglia, Milinkovic; Candreva, Matri (dal 85' Djordjevic), Felipe Anderson (dal 75' Mauri). All. Pioli
Udinese: (3-5-1-1): Meret; Danilo, Domizzi (dal 20' Felipe), Pasquale; Widmer, Iturra, Guilherme (dal 51' Kone), Marquinho, Ali Adnan; Evangelista (dal 66' Aguirre); Perica. All. Colantuono
SCORE: 0-1, min 67, Kone; 1-1, min 70, Matri; 2-1, min 79, Cataldi.
ARBITRO: D'Amato ammonisce Ali Adnan (U)
NOTE: Incontro valevole per gli ottavi di finale di Coppa Italia. Stadio Olimpico, Roma. Inizio ore

Si chiude così 2-1 il settimo ottavo di finale della Coppa Italia. Stasera sarà la volta di Sampdoria-Milan che chiuderà il quadro completo dei quarti di finale. Da Andrea Bugno, e dalla redazione calcio di Vavel, l'augurio di una piacevole serata in nostra compagnia. 

Lazio che, nella ripresa, aveva approcciato meglio rispetto all'Udinese, proseguendo il discorso iniziato nel primo tempo. A sbloccarla, a sorpresa, Kone con la solita sforbiciata. Matri e Cataldi, però, con grinta ed orgoglio, l'hanno ribaltata meritatamente. 

Cataldi, match winner, a fine partita: "Lacrime? Era fondamentale vincere. Non è un momento felicissimo della stagione. Volevamo fare una bella prestazione e passare il turno e ci siamo riusciti. Riscatto? Spero che questa sia la partita della svolta, non era facile. Venivamo da un periodo tra sfortuna e demeriti, abbastanza negativo. Sono contento, ma un po' deluso di non aver segnato davanti alla nostra gente. Lo dedico anche a loro". 

Sorrisi di soddisfazione ed anche di sollievo in casa Lazio. Candreva e soci vanno a raccogliere gli applausi dei pochi tifosi presenti. La squadra capitolina chiude, forse, così un periodo nerissimo. 

FISCHIA D'AMATO! FINISCE QUA ALL'OLIMPICO! LA LAZIO TORNA ALLA VITTORIA, BATTE L'UDINESE 2-1 E SI QUALIFICA AI QUARTI DI FINALE DI COPPA ITALIA, DOVE TROVERA' LA JUVENTUS!

93' Esce in presa bassa Berisha su un suggerimento per Ali Adnan sulla sinistra. 

92' Continua a premere la Lazio. Djordjevic scambia con Mauri al limite dell'area: troppo scolastico il passaggio di ritorno dell'ex capitano, chiude Widmer. 

Saranno tre, anche in questa ripresa, i minuti di recupero. Lazio a 180 secondi dal quarto di finale contro la Juventus. 

88' Altra occasione per la Lazio! Candreva non riesce a ribadire in rete un cross perfetto dalla destra. 

85' Dentro anche Djordjevic, che rileva Alessandro Matri. 

84' Si limita a gestire il possesso palla la squadra di Pioli. Udinese che non riesce a pressare con efficacia il possesso palla biancoceleste, complice anche l'inferiorità numerica. 

81' Lazio che adesso, grazie anche all'uomo in più, va via in contropiede legittimando il vantaggio: Candreva, troppo egoista nell'occasione, prova con il mancino piuttosto che servire Matri sul versante opposta. Devia Danilo, blocca Meret. 

79' CATALDI!!!! DANILO CATALDI!!!! VANTAGGIO DELLA LAZIO! 2-1 PER LA SQUADRA DI PIOLI! CROSS DI MILINKOVIC DALLA SINISTRA, DEVIA KONKO DI DESTRO, DEVIA MERET CHE PERO' NON PUO' NULLA SUL TAP-IN DI CATALDI (IN FUORIGIOCO). 

77' Udinese che adesso si schiera con un 4-4-1, con Aguirre che non è riuscito a tornare in campo. 

75' Cambio anche per la Lazio di Pioli: esce un fischiato Anderson, dentro Mauri al suo posto. 

73' Udinese che giocherà in 10 questi ultimi venti minuti, considerando anche il recupero. Aguirre non sembra poter tornare in campo: potrebbe essere uno stiramento o uno strappo. 

Nel frattempo è rimasto a terra Aguirre, che sembra molto dolorante. Ricordiamo che Colantuono non ha più cambi. 

69' MATRI!!!! ALESSANDRO MATRI LA RIALZA SUBITO!!!! CATALDI CON CATTIVERIA VINCE UN RIMPALLO CHE FAVORISCE MATRI CHE, A TU PER TU CON MERET, NON SBAGLIA!!! 1-1!

Sul cross dalla sinistra di Aguirre, il greco stoppa al volo e calcia in girata volante, beffando Berisha sul secondo palo. 

67' KONE!!!!! ANCORA PANAGIOTIS KONE CON LA SUA SOLITA SFORBICIATA!!!! INCREDIBILE ALL'OLIMPICO! UDINESE AVANTI ALL'IMPROVVISO! LAMPO DI KONE! 

66' Colantuono si gioca anche il terzo cambio: dentro Aguirre per uno spento Evangelista. 

64' Ci prova ancora Radu: il rumeno intercetta a centrocampo e si invola verso l'area di rigore, calciando col mancino prediletto dal limite. Devia Felipe in angolo. 

63' Spinge ancora Anderson sulla sinistra. Liscia Felipe sul cross del brasiliano, Milinkovic viene colpito fortuitamente dalla respinta di Danilo senza riuscire ad impensierire Meret con il rimpallo. 

60' Mezz'ora al termine dei tempi regolamentari con la Lazio che continua ad attaccare a testa bassissima, costruendo moltissime occasioni da rete, per il momento sventate perfettamente da Meret. 

57' CANDREVA! Conclusione violenta dell'esterno d'attacco col destro, Meret ancora reattivo nel respingere in angolo con l'aiuto di Felipe. 

Si scaldano per Pioli quasi tutti gli elementi della panchina: Klose e Djordjevic su tutti, ma anche Onazi e Braafheid!

55' ANCORA MERET! Cataldi spezza il raddoppio a centrocampo e scarica per Candreva: il cross, deviato da Ali Adnan, sembra favorire Matri, che aveva anticipato Felipe, ma non l'estremo difensore. 

Colantuono spezza il ritmo alla Lazio con un cambio: dentro Kone, fuori Guilherme. 

50' MILINKOVIC! Monologo della Lazio! Svetta sugli sviluppi di un corner battuto da Candreva: il serbo schiaccia di testa ma ancora Meret para tuffandosi sulla destra. 

48' CANDREVA!!!! CHE OCCASIONE PER LA LAZIO! MATRI VA VIA SULL'OUT MANCINO, CROSSA PER IL COMPAGNO CHE SI COORDINA PERFETTAMENTE E CALCIA DI VOLO COL DESTRO: PALLA CHE SFIORA IL PALO ALLA SINISTRA DI MERET!

47' Si riparte dove avevamo lasciato! Cataldi al limite dell'area calcia, debolmente, col mancino. Blocca Meret tuffandosi sulla sinistra. 

PARTITI! FISCHIA D'AMATO E SI RIPARTE! INIZIATO IL SECONDO TEMPO TRA LAZIO ED UDINESE!

17.05 Non sembrano esserci cambi! Colantuono che ha già usufruito di uno dei tre cambi a disposizione con Felipe che è subentrato a Domizzi. 

17.00 Ultimi minuti di riposo prima che le squdare tornino in campo. Primo tempo che ha premiato la difesa dell'Udinese, graziata dalla scarsa precisione ed efficacia delle offensive della Lazio. 

Buona la prestazione della Lazio di Pioli, che approccia bene alla sfida e va vicina al vantaggio in più occasioni nel primo quarto d'ora con Candreva, due volte, e Radu. Matri e Felipe Anderson si accendono a metà gara prima della folata friulana con Perica. Nel finale occasione per Matri, che in due occasioni si fa respingere la sfera da un ottimo Meret!

Matri a fine primo tempo: "Abbiamo avuto molte occasioni per andare in vantaggio, ma non siamo stati bravi a concretizzarle. Pubblico? Non è bello giocare con poca gente. Non stiamo andando bene, ma dobbiamo trovare degli stimoli dentro di noi per provare a invertire la rotta". 

FISCHIA D'AMATO! FINISCE 0-0 IL PRIMO TEMPO ALL'OLIMPICO! TUTTO SOMMATO BUONA LA PROVA DELLA LAZIO DI PIOLI, CHE IN PIU' OCCASIONI HA SFIORATO IL VANTAGGIO!

48' Fuorigioco di Matri sul filtrante di Cataldi. Si alza perfettamente la difesa dell'Udinese. 

46' Udinese che in quest'ultima fase del primo tempo non riesce ad uscire dalla propria metà campo. Perica e Evangelista non riescono ad alleggerire la pressione laziale sui mediani, costringendo la squadra di Colantuono ad abbassare il proprio baricentro. 

Sono tre i minuti di recupero concessi dall'arbitro D'Amato, causa infortunio occorso a Domizzi 

43' La difesa dell'Udinese perde Konko su una rimessa laterale, ma il cross teso del terzino laziale è troppo lungo e fuori portata per Matri, appostato a centro area. 

40' Continua a spingere la Lazio, ancora sulla destra, dove Candreva tutto solo riceve e mette al centro: Matri e Feline anche in questa occasione non c'arrivano, Radu prova ad intervenire sul secondo palo anticipato però in angolo dalla chiusura di Widmer. 

36' Altra occasione per la Lazio! Splendido Candreva che gira al centro di prima un lancio lungo di Biglia: Matri non trova la sfera grazie all'intervento di Felipe, altrettanto bravo è Danilo, che anticipa Milinkovic al momento della battuta. 

33' Sfuriata Lazio! Matri ancora sull'assist di Candreva: tutto solo al centro dell'area il centravanti gira col mancino, ma trova appostato sul primo palo l'estremo difensore friulano. 

32' MERET! Fantastica uscita dell'estremo difensore dell'Udinese sui piedi di Matri. Sugli sviluppi di una punizione di Biglia era stato Mauricio di testa a servire il suo compagno in area di rigore. 

30' PERICA! Inserimento centrale sull'assist di Widmer dalla destra: il croato si porta la sfera sul destro, ma calcia alto. Molto più vivace in questa fase la squadra friulana. 

27' Si sblocca l'Udinese: Perica va via sugli sviluppi di un fallo laterale sulla sinistra, serve al centro Evangelista che col mancino calcia di prima intenzione. Sfera che termina ampiamente a lato. 

26' PERICA! Si vede anche l'Udinese. Ottima occasione per l'attaccante croato, che va via sull'out mancino e calcia col sinistro, ma lo fa debolmente. Avrebbe potuto anche proseguire qualche altro metro prima di battere a rete. Blocca Berisha. 

23' CHE ERRORE DI MATRI! CONTROPIEDE DELLA LAZIO CHE SI SVILUPPA SULLA SINISTRA: MATRI ENTRA IN AREA E, AL MOMENTO DEL TIRO, PREFERISCE L'ASSIST PER CANDREVA, SBAGLIANDO COMPLETAMENTE IL TOCCO PER IL COMPAGNO. 

21' Anderson! Sugli sviluppi di un corner dalla destra calcia indisturbato ma non riesce ad imprimere la precisione necessaria a battere Meret, che blocca centralmente. 

19' Ottima giocata di Milinkovic sulla propria trequarti: il serbo apre per Cataldi, che viene atterrato fallosamente da Guilherme. Punizione che Biglia batterà dall'out di destra. Nel frattempo Domizzi non sembra poter continuare il match: entrerà Felipe al suo posto. 

17' Non riesce ad uscire dalla propria trequarti l'Udinese. Radu cavalca l'out mancino prima di accentrarsi e provare a servire Matri col destro, ma il suggerimento è sbagliato e favorisce l'uscita di Meret. 

14' CANDREVA! ANCORA LAZIO! Va via Anderson sulla sinistra, pennella per il laterale opposto che, tutto solo sul secondo palo, di piatto spara a lato della porta difesa da Meret. 

12' RADU! Sinistro dal limite dopo la respinta corta di Widmer. Deviazione provvidenziale di Danilo, palla in angolo. 

11' CANDREVA! Grande contropiede della Lazio! Coast to coast dell'esterno destro che entra in area e calcia col destro: bravo Meret, appostato sul primo palo, a deviare in angolo! 

9' Lazio propositiva con Biglia che cerca, al limite dell'area di rigore, la sponda di Matri che intendeva allargare per Felipe Anderson: bravo Danilo nell'occasione, nell'anticipare l'ex Cagliari, Juve e Milan

7' Che errore di Mauricio! Sbaglia il retropassaggio per Berisha, che si salva in scivolata anticipando Perica. 

5' Si torna a giocare con la squadra friulana che si affida ai lanci lunghi per Perica, ma Hoedt nell'occasione è molto attento. Udinese molto aggressiva in pressione alta: fallo proprio di Perica su Radu che provava ad imbatsire la manovra biancoceleste. 

3' Resta a terra Domizzi a seguito di uno scontro, fortuito, con Milinkovic Savic, che prontamente si scusa. Si scalda già Felipe. 

2' Udinese subito propositiva sulla trequarti laziale, con Evangelista che si guadagna una punizione dal limite. Guilherme calcia col mancino, respinge Radu in barriera.

FISCHIA D'AMATO! SI PARTE! INIZIATA LAZIO-UDINESE!

Foto di rito e sorteggio effettuati. Ci siamo! Squadre schierate sul terreno di gioco per dare il via al match! L'Udinese darà il via al match! 

15.55 Tutto pronto all'Olimpico con le squadre pronte nel tunnel ad entrare sul terreno di gioco per dare il via al match. 

15.45 Un quarto d'ora al match! Squadre che dopo aver finito il riscaldamento sono rientrate negli spogliatoi in vista dell'ingresso in campo e dell'inizio della sfida. 

15.35 Squadre in campo per il riscaldamento pre-gara. Olimpico tristemente vuoto: orario e momento della Lazio non aiutano le presenze sugli spalti dell'impianto romano. 

15.30 Alla vigilia del fischio d’inizio, ha parlato ai microfoni di Lazio Style Channel Alex Meret, portiere classe 1997, alla prima traferta da titolare: "Sono molto emozionato, cerco di stare concentrato al massimo. Sicuramente faremo il nostro gioco e saremo aggressivi perché vogliamo vincere come la Lazio".

15.20 E' stata appena ufficializzata la formazione ufficiale scelta da Pioli. C'è una sola novità rispetto all'undici fornitovi nel prepartita, c'è Candreva. 

Lazio (4-3-3): Berisha; Konko, Mauricio, Hoedt, Radu; Cataldi, Biglia, Milinkovic; Candreva, Matri, Felipe

15.15 Il difensore centrale della Lazio, Wesley Hoedt, alla vigilia del match: "L'unico obiettivo di oggi è vincere, vogliamo passare il turno. Non conta l'avversario che abbiamo davanti, vogliamo solo vincere: è l'unica cosa che conta. Inter? Prima pensiamo alla gara di oggi che è importantissima"

15.10 Ufficiali anche le scelte di Colantuono per l'Udinese. 

Udinese (3-5-1-1): Meret; Danilo, Domizzi, Pasquale; Widmer, Iturra, Guilherme, Marquinho, Ali Adnan; Evangelista; Perica

Si parte con la nostra diretta con le prime immagini dall'Olimpico. Bella giornata di sole a Roma. Queste le istantanee dell'impianto romano e dell'interno degli spogliatoi dei padroni di casa. 

15.00 Buon pomeriggio amici lettori di Vavel Italia e benvenuti alla diretta testuale, live ed, dell'incontro valevole per gli ottavi di finali della Coppa Italia 2015/2016 tra Lazio ed Udinese. Sfida che si gioca all'Olimpico tra due squadre in crisi di risultati: i friulani, dopo due sconfitte in campionato, cercano di bissare la vittoria contro l'Atalanta; Lazio invece che deve rialzarsi nell'esordio stagionale nella coppa Nazionale. Da Andrea Bugno e dalla redazione calcio di Vavel, l'augurio di un piacevole pomeriggio in nostra compagnia. 

Lazio-Udinese è il settimo degli otto ottavi di finale previsti dal programma di questa tre giorni fittissima di Coppa Italia, che fin qui non ha escluso colpi di scena a dir poco clamorosi. Ai passaggi del turno, previsti, di Inter, Napoli e Juve, fanno da contraltare le favole di Alessandria (Lega Pro), Spezia (Serie B) e Carpi, che hanno eliminato Genoa, Roma e Fiorentina. La sfida dell'Olimpico anticiperà l'ultimo incontro che in serata andrà in scena a Marassi tra Sampdoria e Milan. 

Periodo nero in casa Lazio. Pioli ed i suoi non sono più riusciti a ritrovarsi: non è servito il ritiro, non sono servite punizioni e sfuriate. Dalla sconfitta del derby sono arrivati soltanto due pareggi (tre con quello di Francia in Europa), oltre alle sconfitte pesanti rimediate contro Palermo e Sampdoria all'Olimpico. La squadra biancoceleste, oltre ad una netta involuzione tecnica e fisica, sembra aver perso tutte le certezze mostrate lo scorso anno, unita ad una mancanza di personalità che sta facendo emergere lacune e pecche della rosa (e della gestione societaria) biancoceleste. 

La situazione Pioli - Il pareggio all'ultimo secondo rimediato contro la Sampdoria, arrivato al termine di un mese e mezzo non proprio esaltante, non è andato giù ai vertici biancocelesti. Tare e Lotito si sono chiusi nello spogliatoio in un colloquio di circa 20 minuti: la delusione è evidente, lo scarso rendimento dei giocatori, ben al di sotto delle premesse stagionali, è quasi frustrante. Pioli non è mai stato così in bilico ed in città, qualora non ci fosse una scossa contro Udinese ed Inter, si parla già di Trapattoni ed altri sostituti, con Mazzarri che avrebbe rifiutato la panchina. Situazione rovente a dir poco. 

Se Sparta piange, Atene non ride. Stagione tutt'altro che esaltante in casa friulana, con la Coppa Italia che potrebbe rappresentare una piacevole eccezione se presa nel modo giusto. Colantuono ha raggiunto gli ottavi battendo a domicilio la sua ex Atalanta per 3-1. Udinese che però sembra tenere la testa fissa sul campionato, con il mister che darà spazio alle seconde linee e a chi ha giocato meno fino a questo punto della stagione, preservando i big e chi non è al meglio della forma per la trasferta di Torino che chiuderà il 2015 in Serie A.

Alla vigilia del match anche il patron Pozzo, ai microfoni di Udinese TV, ha analizzato la situazione: "Io credo in questo gruppo, vedo che c'è un gioco, c'è una mentalità, ma ovviamente faremo qualcosa a livello di mercato: sono convinto che nel girone di ritorno faremo qualcosa di interessante. Speriamo di arrivare a metà classifica, senza soffrire più del dovuto. I giocatori devono mettercela tutta, non siamo proprio obbligati a tenerli tutti. C'è, ovviamente, grande attesa per Zapata: il recupero del ragazzo è stato formidabile, giocherà la prima partita con la Primavera".

In casa Lazio Stefano Pioli ruoterà ovviamente le sue pedine in vista della chiusura di campionato, prevista in casa dell'Inter capolista. In porta ci sarà, gioco forza, Berisha, con Marchetti infortunatosi lunedì. In difesa tornano Konko, Mauricio, Hoedt e Braafheid, visti più in Europa League che in campionato. Centrocampo di titolari, con Biglia capitano centralmente e Cataldi e Milinkovic ai lati. Mauri spalleggerà Matri e Felipe Anderson nel tridente d'attacco. 

Lazio (4-3-3): Berisha; Konko, Mauricio, Hoedt, Braafheid; Cataldi, Biglia, Milinkovic-Savic; Mauri, Matri, Felipe Anderson.

Colantuono è alle prese con l'emergenza in attacco: Thereau e Di Natale non convocati, Zapata sempre ai box, Bruno Fernandes non al meglio. Per questi motivi saranno Aguirre e Perica i due attaccanti nel classico 3-5-2. Ali Adnan ed Insua dovrebbero partire titolari sugli esterni, con i rientri centralmente di Guilherme e Kone, che formeranno con Marquinho la cerniera di centrocampo. Felipe, Danilo e Pasquale davanti a Meret. 

Udinese (3-5-2): Meret; Felipe, Danilo, Pasquale; Insua, Marquinho, Kone, Guilherme, Adnan; Aguirre, Perica. 

Quella di Coppa Italia sarà la seconda sfida tra le due squadre, che anche in campionato si sono affrontate all'Olimpico. Una doppietta di Matri decise il match a favore dei capitolini all'esordio in campionato con la maglia della Lazio. 

Rivivi le emozioni della sfida con Vavel (qui) 

Le parole degli allenatori

Per le parole di Stefano Pioli, clicca qui
Per le parole di Stefano Colantuono, clicca qui