Lazio, a quando l'arrivo di un vice-Biglia?

Il perno del centrocampo, Lucas Biglia, ha subito nella partita contro la Juventus l'ennesimo infortunio che lo terrà fuori per almeno un mese. E come sempre, il tecnico si trova a gestire un ruolo dove non ci sono validi sostituti all'argentino.

Lazio, a quando l'arrivo di un vice-Biglia?
Lucas Biglia sarà fuori per almeno un mese e mezzo

Il recente infortunio di Lucas Biglia nella partita di Coppa Italia contro la Juventus, fatale per la Lazio, ha fatto tornare il dubbio che girava nella mente dei laziali ad inizio anno. Già quest'estate si parlava del bisogno di dover prendere un giocatore capace di sostituire Biglia. Soprattutto con l'addio di Cristian Ledesma, rimaneva solo Biglia capace di ricoprire il ruolo di leader del centrocampo. 

In questa stagione Biglia ha subito già due infortuni, uno al polpaccio a fine Agosto ed uno alla coscia ad Ottobre. Nei periodi in cui è stato assente, la Lazio ha sempre avuto problemi di gioco a centrocampo. Fin dall'anno scorso Pioli ha basato il gioco su Biglia, e la sua assenza più volte ha scombinato i piani dell'allenatore, non sempre capace di saper trovare una soluzione. Come suo sostituto, Pioli ha puntato sul giovane Cataldi, non sempre capace di far dimenticare l'assenza dell'argentino. Nella prossima partita col Chievo, il centrocampista italiano giocherà a centrocampo. E la domanda che ci si pone, non è forse il ruolo di Biglia quello dove si dovrebbe investire? 

Anche questa volta Biglia resterà fuori almeno per un mese per colpa dell'infortunio. E visto che siamo a Gennaio sono cominciati a girare i primi nomi per il centrocampo. Si parla di un interesse per Cigarini, attualmente all'Atalanta e del giocatore del Napoli, Mirko Valdifiori. Per il giocatore del Napoli le probabilità di un suo arrivo a Roma sono molto basse, ed ecco che la società può virare sull'italiano dell'Atalanta. La Lazio dovrà battere la concorrenza della Fiorentina. 

In attesa di una clamorosa esplosione di Cataldi, la Lazio dovrà pensare seriamente al prendere un sostituto per l'argentino. Se si vuole lottare per traguardi importanti, non è possibile non avere alternative in ruoli importanti come quello di regista.