Lazio, Immobile smuove l'attacco, ma la difesa rimane il punto debole

Con l'ormai imminente arrivo dell'attaccante napoletano, la Lazio trova colui che guiderà l'attacco biancoceleste nella prossima stagione. Rimangono però i problemi, soprattutto in difesa..

Lazio, Immobile smuove l'attacco, ma la difesa rimane il punto debole
Ciro Immobile, 26 anni, pronto a rilanciarsi in Italia

Manca poco meno di un mese all'inizio del prossimo campionato e la Lazio si ritrova ad affrontare ancora alcuni problemi. La squadra biancoceleste si lascia alle spalle un ritiro concluso con la vittoria ai rigori contro la SPAL, ma che tanto ritiro non è sembrato. Inzaghi ha dovuto allenare una squadra incompleta e priva di nuovi acquisti, escluso Lukaku arrivato a fine ritiro. Una preparazione estiva che sa di beffa agli occhi dei tifosi

Appunto per questo la società si sta muovendo in chiave di mercato ed è ormai fatta per l'arrivo dell'attaccante italiano Ciro Immobile. L'ex Siviglia è atterrato nella giornata di ieri a Fiumicino esordendo con un sorridente "Forza Lazio". Immobile prenderà quello che era fino alla scorsa stagione il trono di Miroslav Klose. Oltre al ruolo prenderà in eredità anche lo stipendio, ovvero circa 2 milioni, ovviamente più i vari bonus. L'attaccante napoletano rinforza un reparto fin adesso scoperto, dove c'era Filip Djordjevic che però ha dimostrato di non essere un giocatore all'altezza per poter guidare la squadra biancoceleste. Per questo è inevitabile il declassamento del serbo a seconda scelta, visto l'arrivo di Immobile. Per lui sarà una grande occasione per potersi rilanciare a livello nazionale e non. Dopo la breve parentesi a Torino, il Siviglia di Sampaoli gli aveva fatto capire che per lui non ci sarebbe stato spazio, e Lotito ne ha approfittato per portarlo finalmente a Roma, visto che già in passato il giocatore era stato accostato ai colori biancocelesti. Il suo trasferimento sarà definitivo e costerà ai biancocelesti 8,5 milioni di euro. Martedì ci saranno le visite mediche e la firma del contratto. 

Il mercato però non può ritenersi concluso con solo questi due arrivi, ovvero Lukaku ed Immobile. Il reparto dove la Lazio è più scoperta è la difesa. Reparto dove si sono fatti fin adesso tanti nomi, ma quello che rimane più in voga è quello del brasiliano Rodrigo Caio, attualmente al San Paolo. Il difensore attualmente è in Brasile per giocare le Olimpiadi insieme ad un altro importante laziale, Felipe Anderson. Quest ultimo avrebbe messo delle belle parole sulla Lazio per convincere il compagno a trasferirsi nella capitale. Per adesso le due società non hanno ancora trovato un accordo. Il club brasiliano vorrebbe subito circa dieci milioni, mentre Lotito vorrebbe fare un prestito oneroso da due milioni con diritto di riscatto fissato a circa otto. I due club stanno discutendo e la trattativa è in corso. Nei prossimi giorni non è escluso un viaggio di Tare per convincere i brasiliani ed accelerare così le trattative. Simone Inzaghi aveva chiesto tempo fa almeno due difensori, ed il secondo nome potrebbe essere ancora Jardel, attualmente al Benfica. Per il giocatore la trattativa con i portoghesi va avanti ormai da quasi un mese e la situazione di stallo non è accettata dalla dirigenza biancoceleste che avrebbe "lanciato" un ultimatum al Benfica per terminare la telenovela entro la fine della settimana.