Chievo - Lazio, Inzaghi alla prova Maran

Keita torna in gruppo, Immobile guida l'attacco. 3-4-1-2 consueto per i padroni di casa.

Chievo - Lazio, Inzaghi alla prova Maran
Chievo - Lazio, Inzaghi alla prova Maran

Nel fortino di casa, il Chievo di Maran ospita la Lazio di Inzaghi. Seconda uscita casalinga per l'undici gialloblu, perfetto nell'infilare la lama nella fragile resistenza nerazzurra al primo appuntamento di stagione. Un convincente 2-0, a conferma del buon operato del tecnico. Corsa e sacrificio, compiti chiari per limare le lacune tecniche. Di contro la Lazio, reduce dalla sconfitta con la Juventus - firma di Khedira - ma rivitalizzata dalla cura Inzaghi dopo un'estate turbolenta. 

Il ritorno in gruppo di Keita restituisce al tecnico biancoceleste un'arma in più nel settore offensivo e al contempo smorza la tensione dell'ultimo periodo. Il giovane talento della Lazio si candida per una maglia da titolare. Con lui, Felipe Anderson e Immobile. Biglia, di nuovo in condizione, in regia, mezzali Parolo e Lulic. In caso di schieramento maggiormente propositivo, spazio a Milinkovic - Savic. Marchetti in porta, Radu recupera ed è della partita. Bastos affianca De Vrij al centro della difesa. 

Nel Chievo, assente Floro Flores, alcuni interrogativi da sciogliere. Birsa accompagna la coppia d'attacco Meggiorini - Inglese, con Pellissier pronto a garantire minuti di qualità nella ripresa. Radovanovic e Hetemaj a centrocampo, a completare il pacchetto Castro o De Guzman. Le maggiori incertezze nel reparto di difesa, due i ballottaggi in essere: Cacciatore - Frey, Dainelli - Gamberini. 

Inzaghi "I primi 20 minuti, lo scorso anno, sembrava che la Lazio avesse il controllo della partita; dovremo essere bravi a sfruttare le poche occasioni che ci lasceranno. Ci sono dei momenti in cui soffriremo, ma proveremo a fare la partita. Dobbiamo cercare di fare una prestazione tosta

La conferenza completa 

Maran "Se firmerei per il pareggio? Non mi piace questa mentalità perché non voglio precludermi niente. Un punto contro una squadra come la Lazio è sempre positivo, ma non firmerei. E' una verifica difficile perché oltre al blasone dell'avversaria sarà anche la prima partita alle 15 e per noi che siamo una squadra che spende molto, che vuole e deve correre, sarà importante saper gestire la situazione e con lucidità affrontare la gara tenendo conto che le condizioni non ci permetteranno di avere ritmi altissimi per tutta la durata dell'incontro"

La conferenza completa 

Fischio d'inizio alle ore 15, dirige Orsato.