Lazio, col Pescara Inzaghi cambia modulo: out Biglia con Cataldi pronto a fare il regista

Oggi all'Olimpico arriverà il Pescara pronto a dare battaglia fino alla fine. Inzaghi mischia le carte spostandosi sul 3-5-2, vista l'assenza di Biglia. Oddo potrà schierare tutti i titolari e manderà in campo la stessa formazione che ha sfidato l'Inter.

Lazio, col Pescara Inzaghi cambia modulo: out Biglia con Cataldi pronto a fare il regista
Lazio, col Pescara Inzaghi cambia modulo. Out Biglia con Cataldi pronto a fare il regista.

La recente partita con il Chievo, che a molti ha lasciato l'amaro in bocca, è stata già archiviata da Inzaghi e squadra. Adesso il prossimo obiettivo si chiama "Pescara". Oggi il tecnico laziale ritroverà un vecchio amico sulla panchina abruzzese, Massimo Oddo, grande ex di giornata. Per i biancocelesti si presenta una partita molto ostica da non prendere sotto gamba. Il Pescara lo ha dimostrato in queste primissime giornate di campionato che può giocarsela anche con le big italiane. La Lazio sicuramente non rientra fra le big del campionato, ma i giocatori con la qualità e con la mentalità vincente li ha. L'importante è non ripetere gli errori che si sono visti nelle precedenti partite. Basti pensare alla sfida col Chievo dove è sembrato mancare proprio un meccanismo di gioco; alla partita con la Juventus dove non si è vista un'adeguata manovra offensiva e alla partita con l'Atalanta dove sono mancate tante piccole cose, ma essendo la prima di campionato ci potevano stare dei difetti. 

Mister Inzaghi nella rifinitura di ieri ha fatto intendere un po' il modulo con cui giocherà la sua squadra oggi: 3-5-2. Con l'assenza di Biglia, bloccato per un problema al polpaccio che gli farà saltare anche la sfida con il Milan, il ruolo di regista potrebbe essere affidato al giovane Danilo Cataldi. In attacco ecco il duo Immobile - Djordjevic, con quest'ultimo che non ha ancora convinto l'allenatore per la scarsa forma fisica. Centrocampo a cinque con il brasiliano Felipe Anderson che prende il posto di Basta e Senad Lulic che invece si prende la fascia sinistra. Al centro della mediana ci sono Parolo, Cataldi come vice Biglia e molto probabilmente Milinkovic. Dietro ecco la difesa a tre con Bastos, sempre più convincente, De Vrij e Radu. Fra i convocati c'è anche Luis Alberto che si siederà in panchina mentre non ci sarà Kishna, non convocato per scelta tecnica. Il senegalese Keita partirà dalla panchina pronto a subentrare nel secondo tempo. 

In un Olimpico che sicuramente non vedrà il pubblico delle grandi occasioni, ecco in arrivo l'esodo dei tifosi abruzzesi. Si parla di quasi 2000 tifosi pescaresi in arrivo, vista anche la rivalità sentita fra le due tifoserie. L'allenatore Oddo potrà disporre di tutti i titolari. Aquilani e Pepe probabilmente partiranno dalla panchina mentre non ci sarà il giovane Bahebeck, l'attaccante che nella recente partita con l'Inter, appena entrato aveva siglato il vantaggio dei padroni di casa. In avanti spazio al tridente promettente Verre, Caprari e Benali. Centrocampo a tre con Memushaj, Cristante e Brugman. A difendere la porta ci saranno Biraghi, Gyomber, Campagnaro e Zampano con Bizzarri fra i pali. L'allenatore spera di rivedere lo stesso Pescara visto nelle recenti partite, pieno di qualità, organizzazione e spirito di sacrificio, e magari anche con un pizzico di fortuna in più. 

Probabili formazioni: 

Lazio (3-5-2): Marchetti, Bastos, De Vrij, Radu, Lulic, Parolo, Cataldi, Milinkovic-Savic, Felipe Anderson, Immobile, Djordjevic. 

Pescara (4-3-2-1): Bizzarri, Zampano, Campagnaro, Gyomber, Biraghi, Cristante, Brugman, Memushaj, Verre, Benali, Caprari.