Serie A: la Lazio tra infortuni ed un Immobile a digiuno

Senza esultanza da ben cinque turni, l'attaccante campano è pronto a marcare di nuovo il tabellino dei marcatori, interrompendo il digiuno che si fa sempre più consistente. Recuperato Biglia, a Formello si cercherà di recuperare anche Marchetti, fermo ai box per una botta al flessore.

Serie A: la Lazio tra infortuni ed un Immobile a digiuno
www.calciomercato.com

Esame importante, per la Lazio, nella prossima uscita di serie A. Dopo una prima parte di stagione superata al di sopra di ogni più rosea previsione, infatti, gli uomini di Inzaghi si ritroveranno ad affrontare la rognosa Fiorentina, avversario sempre ostico per l'elevato tasso tecnico che rende il collettivo di Sousa una della squadre più camaleontiche di tutta la massima lega calcistica italiana. Durante queste sessioni di allenamento, dunque, l'allenatore biancoceleste sta preparando al meglio la sfida, cercando di recuperare in extremis pedine importanti per il proprio scacchiere. 

Su tutti, da valutare nei prossimi giorni Federico Marchetti, costretto ai box per una contrattura al flessore ma pronto a tornare sul campo di gioco, aiutando a suon di parate una Lazio proiettata verso l'Europa che conta. Certo della sfida, al contrario, Lucas Biglia, totalmente ristabilitosi dopo la botta alla tibia subita nella gara contro la Sampdoria. Un ritorno sicuramente importante, considerando l'assenza per squalifica di Marco Parolo, centrocampista silenzioso sbloccatosi proprio nell'ultima sfida in terra genovese. Fermo ai box, anche se difficilmente sarebbe stato schierato, il difensore Patric, fermatosi per un problema fisico.

Oltre al discorso infortunati, inoltre, un'altra questione tiene banco a Formello, l'astinenza dal gol che sembra aver colpito Ciro Immobile, a secco da ben cinque turni. Nonostante un ottimo lavoro di squadra, infatti, il bomber ex Siviglia e Dortmund sembra aver smarrito la via del gol, frenato spesso da errori importanti ma nel contempo anche da parate miracolose dei portieri avversari. Certo, il momento della Lazio e l'ottimo lavoro dell'attaccante in fase di costruzione offensiva minimizzano il problema, ma avere un Immobile sempre più inquieto a causa della mancanza di reti potrebbe rivelarsi, in futuro, una questione spinosa e non da sottovalutare. Appuntamento dunque, per sfatare il tabù, alla prossima gara contro la Fiorentina