Lazio, Felipe Anderson ci crede: "Possiamo arrivare in Champions League"

Felipe Anderson è convinto che questa Lazio possa arrivare anche al terzo posto alla fine della stagione

Lazio, Felipe Anderson ci crede: "Possiamo arrivare in Champions League"
Felipe Anderson, calcionews24.com

La media punti da Champions League c'è a vedere i risultati in campionato e allora in casa Lazio si inizia a pensare in maniera un po' più concreta al terzo posto. Se fino a questo momento un piazzamento in Europa League sembrava poter essere già un grande risultato per la squadra di Inzaghi, Felipe Anderson alza l'asticella per tutta la squadra prima dell'ultima parte del campionato.

Il brasiliano è tornato al gol contro il Torino all'Olimpico dopo che per tante settimane la via della porta era sembrata stregata per lui. Dribbling e accelerazioni nell'una contro uno non sono mai venute a mancare, ma una certa efficacia in zona gol quello si. Forse l'ultimo vero gradino che manca a Felipe Anderson le cui qualità tecniche e legate la velocità non si possono discutere. Con Inzaghi è anche arrivato il miglioramento tattico visto che il brasiliano è anche migliorato in fase difensiva. Parlando al portale brasiliano Lance, Felipe Anderson descrive così il momento biancoceleste: "Sono molto contento per il gol e ancora di più per il risultato. Credo che possiamo raggiungere la Champions League. E siamo consapevoli che il successo sul Toro sarà fondamentale per mantenere vivo questo sogno. Quella che sto vivendo è davvero una delle migliori stagioni da quando sono arrivato alla Lazio.

Penso che questo cambiamento sia arrivato perché sto giocando più aperto, praticamente come un’ala. Partecipo abbastanza alla costruzione del gioco del basso. Ma, allo stesso tempo, ogni volta che ne ho la possibilità provo ad entrare in area e fare il mio, come accaduto nell’ultima sfida." Serenità e fiducia ritrovate per un giocatore su cui Simone Inzaghi ha mostrato con i fatti di puntare fin dal suo arrivo. Il tridente con Immobile e Keita funziona e i numeri messi insieme dal trio spingono la Lazio verso obiettivi europei impensabili all'inizio di questa stagione.