Lazio, Lombardi prolunga fino al 2022

Il club capitolino ha ufficializzato il prolungamento del contratto al giovane calciatore biancoceleste.

Lazio, Lombardi prolunga fino al 2022
Lazio, Lombardi è tuo fino al 2022

La stagione sta entrando nella sua fase decisiva ma la Lazio già pensa al futuro e lo fa nel segno di Simone Inzaghi, blindando uno dei ragazzi cresciuti nelle giovanili sotto la guida del tecnico che in questi mesi è stato capace di valorizzare diversi giovani del vivaio, lanciandoli anche in pianta stabile in prima squadra. Dal portiere Strakosha al centrocampista Murgia fino al 21enne esterno Cristiano Lombardi, tutti calciatori già pronti per affrontare il nostro massimo campionato. L'attaccante è riuscito a ritagliarsi uno spazio sempre maggiore in campo, sono ben 12 le presenze fatte registrare da Lombardi, impreziosite anche da un gol.

Reduce dal prestito in Lega Pro con l'Ancona, la carriera di Cristiano Lombardi sta entrando nel vivo e la Lazio, attraverso il suo sito ufficiale, ha comunicato il prolungamento del contratto fino al 2022, assicurandosi le sue prestazioni per un altro abbondante lustro.

Il classe 1995, al termine dell'allenamento di ieri, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio: "E' stato un rinnovo che abbiamo cercato tanto, fortemente voluto da entrambe le parti. Ci lavoravamo da un po' di tempo, ma finalmente è arrivata la firma e siamo soddisfatti, sia io che la società". Poi un breve accenno sulla stagione che sta vivendo la sua squadra: "Abbiamo lavorato otto mesi per arrivare a questo punto e giocare gli ultimi mesi con maggiore intensità. Ci giochiamo tutto ora, basta poco per fare il salto e trovarsi in Europa, ma basta altrettanto poco per perdere tutto. Sono stati mesi soddisfacenti e faticosi, ma il bello viene adesso. Siamo più di venti in rosa, tutti quanti vogliono dare il proprio contributo. Lavoriamo al meglio in settimana, la domenica dobbiamo essere venti animali per remare tutti verso la stessa direzione. E' arrivato il momento di prenderci le soddisfazioni che meritiamo e incassare il frutto del nostro lavoro".