Lazio, Inzaghi presenta la sfida del Bentegodi: "Sarà una gara dura, contro un avversario ostico"

Sul sorteggio d'Europa league ci va cauto: "E' un girone competitivo, bisogna stare attenti".

Lazio, Inzaghi presenta la sfida del Bentegodi: "Sarà una gara dura, contro un avversario ostico"
Simone Inzaghi, allenatore della Lazio

Dopo la falsa partenza della scorsa domenica, in casa contro la Spal, la Lazio scenderà in campo al Bentegodi in casa del Chievo per la seconda gara di campionato. Un impegno che sulla carta si presenta ostico, contro un collettivo, quello clivense, che ha dimostrato già nella gara inaugurale di Udine, di essere in palla. L'umore della compagine biancoceleste non è certo dei migliori, dopo lo 0-0 casalingo che ha deluso un pò tutto l'ambiente. Simone Inzaghi in conferenza stampa analizza il prossimo match: "Sappiamo che affronteremo una squadra non semplice. La sconfitta dell'anno scorso subita in casa brucia ancora, ci tolse 3 punti importanti. Anche l'anno scorso li affrontammo all'inizio, il clima era simile, ci siamo preparati nel migliore dei modi. Vogliamo fare il risultato pieno". In mediana ritorna Lucas Leiva, out ancora Felipe Anderson, si va verso la conferma del 3-5-2: "Abbiamo iniziato un percorso con questo modulo ed ancdiamo avanti per questa strada. Fino ad ora ho ricevuto risposte importanti, sono soddisfatto, il pareggio di domenica scorsa è stato solo un incidente di percorso, che non mi preoccupa affatto".

Mancano sei giorni al termine del calciomercato, la Lazio è a caccia di un paio di pedine per puntellare la rosa"Mi concentro sulla partita della Lazio, è la cosa più importante al momento per me. Dobbiamo sostituire Hoedt e Keita, quindi arriverà qualcuno. Ho fiducia nella società. Noi dobbiamo concentrarci solo sul campo, ci aspetta un percorso lungo e faticoso, giocheremo ogni tre giorni e quindi dovremo avere una rosa ampia e di qualità". L'infortunio a Felipe Anderson preoccupa molto: "Non ci voleva, ma sono problemi che capitano, e bisogna accettarli. Cerchiamo di recuperarlo il prima possibile perchè per noi è un giocatore molto importante. L'importante è non affrettare i tempi, per evitare di incappare in ricadute fastidiose".

Altro nodo da risolvere è la questione Keita Balde"Ripeto, mi concentro sul campo. Troveremo un avversario forte, e tra l'altro affronteremo la gara in un clima torrido che non ci faciliterà il compito.Vogliamo giocare bene sapendo che si dovrà vedere una Lazio affamata. La Supercoppa è stata una grande partita, ma ora la lasciamo da parte dopo essercela goduta. Dopo la sosta testa all'Europa League". A proposito di Europa, la Lazio è stata inserita nel raggruppamento con Nizza, Zulte Waregem e Vitesse, tutto sommato un sorteggio positivo: "E' comunque un girone competitivo, non è mai semplice confrontarsi in queste competizioni. Dopo la sosta porremo le nostre attenzioni all'Europa League, ora testa al Chievo". Infine, il tecnico Inzaghi ha espresso un giudizio sul Var: "Domenica con il Var non siamo stati fortunati, c'è stato un contatto tra Oikonomu e Immobile, un metro più avanti e sarebbe stato rigore per noi. Forse era di un paio di cm fuori, il Var serve per tranquillizzare i giocatori in campo. In ogni caso è sempre l'arbitro a decidere".