Strepitosa Lazio sul Milan, Inzaghi: "Fino alla Supercoppa nessuno ci considerava tra le prime 8"

Poker dei biancocelesti, tripletta di Immobile e Luis Alberto. Le parole del tecnico della Lazio a fine partita. "Nani e Felipe Anderson? Spero tornino presto. Saranno importanti nel corso della stagione".

Strepitosa Lazio sul Milan, Inzaghi: "Fino alla Supercoppa nessuno ci considerava tra le prime 8"
Strepitosa Lazio sul Milan, Inzaghi: "Fino alla Supercoppa nessuno ci considerava tra le prime 8"

Strepitosa la Lazio che all'Olimpico batte il Milan con un sonoro 4-1. Show di Immobile, tripletta per lui. A segno anche Luis Alberto e Montolivo. 

Soddisfatto il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, intervenuto ai microfoni di Sky Sport a fine gara: "Quest’anno con anche l’Europa League spenderemo molte più energie mentali e fisiche ma giocando così ci toglieremo delle soddisfazioni. Alla vigilia nessuno poteva pensare a questo risultato ma ieri ho visto la squadra molto pronta e molto tonica e ci credevo". 

Ma qual'è la miglior qualità di questa squadra?: "Una grandissima umiltà e una grande disponibilità da parte dei ragazzi. Questo gruppo l’anno scorso ha fatto un campionato straordinario e quest’anno vogliamo farci trovare pronti per rimanere nei piani alti della classifica". 

Oggi show di Immobile: "Immobile più bravo di me? - scherza Inzaghi- Per Ciro sono finite le parole, l’anno scorso ero contento che fosse arrivato perché sapevo che ci avrebbe dato una grande mano. Lui si è inserito in maniera splendida, ora dopo un anno è un nostro leader e uno dei nostri capitani".

Oggi mancava anche Nani: "E’ un giocatore importante, avrà il tempo per recuperare ma lui non ha problemi a giocare sull’esterno. Può anche fare la seconda punta poi toccherà a noi aiutarlo nell’inserimento".  Questa Lazio ha l'obiettivo Champions: "In Serie A ci sono delle corazzate costruite per altri obiettivi. Noi vogliamo regalare queste soddisfazioni ai tifosi che se lo meritano, poi sappiamo che lavorando da squadra possiamo fare molto bene". 

Anche Ciro Immobile, man of the match, è intervenuto a fine partita: "Sono felice perché ho raggiunto la maturità, me lo sento dentro, sono sereno. Lo sono stato anche dopo la partita con la Spagna perché sapevo che le qualità della squadra sarebbero venute fuori. Anche oggi dopo la partita con la Spal era difficile rialzarsi perché pensavano tutti che avevamo mollato dopo la Supercoppa. Ma siamo andati a Verona in un campo difficile e abbiamo vinto. Oggi abbiamo affrontato una squadra fortissima, l’abbiamo messa sotto, non è da tutti fare 4 gol al Milan".