Lazio, Inzaghi: "La vittoria con il Milan fortifica le nostre certezze"

L'allenatore biancoceleste spiega quanto abbia fatto bene alla squadra il successo sui rossoneri

Lazio, Inzaghi: "La vittoria con il Milan fortifica le nostre certezze"
Simone Inzaghi, twitter.com

La Lazio contro il Milan ha lanciato un messaggio importante a tutto il campionato. Una prestazione importante, contro un avversario dalle ambizioni importanti, ma anche questa Lazio va considerata nella corsa alla Champions League. Inzaghi ha dato certezze a questa squadra, sicurezze e un modo di giocare efficace, pronto a mettere in difficoltà qualsiasi avversario.

Parlando a Tiki Taka, Inzaghi ha raccontato il giorno dopo della squadra, ancora più fiduciosa rispetto alla vigilia della gara contro il Milan: "Abbiamo fatto un'ottima partita, il risultato è stato meritato giocando una partita giusta ed interpretata molto bene, stamattina è stato un bel risveglio. Siamo agli inizi, ma aver vinto in questo modo con il Milan fa ben sperare. Ci eravamo preparati bene, martedì i nazionali erano rientrati già quasi tutti. Quando hanno detto che poteva esserci la sospensione del match mi sono dispiaciuto perché sapevo che avremmo fatto una grande partita. Abbiamo fatto una partita intensa togliendo tutte le linee di passaggio al Milan, siamo stati bravi, il risutato è giusto. Onore ai ragazzi, non dimentichiamo che il 13 agosto abbiamo anche battuto la Juventus. Il successo sul Milan fortifica le nostre certezze.

Inzaghi parla anche di alcuni singoli del recente passato e del presente della Lazio: "Biglia? Lucas era un osservato speciale, abbiamo cercato di limitarlo perché è il miglior play che c'è in Europa. Senz'altro da qui in avanti diventerà protagonista del Milan, che potrà fare un grande campionato. L'organico che la società rossonera ha costruito deve competere con Juventus e Napoli. Immobile? L'ho voluto con tutte le forze, sapevo che ci avrebbe aiutato perché lo conoscevo come calciatore. Si è messo a totale disposizione dello staff e del gruppo, diventando uno dei leader di questo gruppo. Oltre tutti i gol che fa è sempre d'aiuto alla squadra, si è meritato di essere uno dei nostri capitani. L'ho detto in questi giorni, per noi quest'anno sarà tutto più difficile perché avendo centrato con merito l'Europa non avremo più tempo per preparare le partite. Giovedì giocheremo in Olanda, torneremo venerdì tardi e dovremo partire per Genova già sabato mattina. I giocatori dovranno essere bravi ad allenarsi quando giocano le partite".