L'inizio da sogno di Ciro Immobile

Una doppietta e un assist, ieri, per l'attaccante di Torre Annunziata che non vuole fermarsi più.

La Lazio, dopo la sconfitta subita con il Napoli mercoledì, è tornata subito a vincere in campionato grazie al 3-0 inflitto al Verona fuori casa. Una vittoria che porta sempre la sua firma, quella di Ciro Immobile che ha realizzato una doppietta e regalato a Marusic il pallone per il terzo gol. Un'altra giornata da ricordare per l'attaccante di Torre Annunziata che sta vivendo un periodo d'oro sotto ogni punto di vista, con l'inizio di stagione migliore della sua carriera. Nemmeno ai tempi di Pescara era partito così bene Immobile che, ormai, è diventato un leader di questa Lazio che sogna la Champions League.

Un inizio da sogno, dicevamo, con i gol che arrivano a grappoli e in tutti i modi. Sono otto le marcature in questo campionato, dopo sei giornate, per l'ex attaccante del Genoa che viaggia a una media di più di un gol a partita. Non solo reti ma anche assist visto che è già a quota tre e ha eguagliato il primato dell'anno scorso, in questo caso siamo solo a settembre. Otto centri in campionato ma non è mica finita qui, al bottino va aggiunta la doppietta alla Juventus, nella Supercoppa Italiana vinta 3-2, e la rete al Vitesse nel primo match di Europa League, vinto con lo stesso punteggio. 

Questione di destini incrociati e di sfumature che non portano sofferenza come il passaggio dal biancoceleste della Lazio all'azzurro della Nazionale. Il fiuto del gol è sempre quello, con Immobile che ha segnato il gol decisivo contro Israele nel match di Reggio Emilia a settembre, un gol pesante come tutti quelli che fino adesso ha messo a segno il 27enne attaccante. Inzaghi se lo gode e, al termine delle sfida contro il Verona, lo loda cosi: "Non ci sono più aggettivi per lui: è il nostro bomber e il nostro trascinatore, ma ha anche una squadra dietro che lavora bene per farlo esprimere al meglio". Una squadra che, dopo la sconfitta contro il Napoli, nonostante le tante assenze, si è subito rialzata con una vittoria agevole contro un Verona nullo in ogni zona del campo.

Una vittoria che dà morale e fiducia in vista del match casalingo in Europa League contro lo Zulte Waregen. Inzaghi farà riposare Immobile, lasciando spazio a Caicedo, all'orizzonte la gara dell'Olimpico contro il Sassuolo dove Ciro potrà aumentare il suo bottino da sogno in questo inizio di campionato e, nel complesso, con la maglia della Lazio: 37 gol in 49 partite giocate, di cui 31 in campionato in 42 partite. Quasi un gol a partita per un attaccante che nella Capitale, sponda biancoceleste, ha trovato la sua dimensione e adesso non vuole fermarsi più.