Lazio, Luis Alberto a tutto tondo: "Sto vivedo un momento straordinario e non intendo fermarmi"

Talento scoperto e rivalutato da Simone Inzaghi, autore di prestazioni di altissima qualità: che inizio di stagione coi fiocchi per Luis Alberto! Dal lavoro di Simone Inzaghi alla propria rinascita, il 25enne spagnolo si racconta ai microfoni di Radio Marca.

Lazio, Luis Alberto a tutto tondo: "Sto vivedo un momento straordinario e non intendo fermarmi"
Luis Alberto esultante in seguito alla rete siglata al Sassuolo nell'ultimo incontro di campionato. Fonte: Twitter @OfficialSSLazio

Tra i simboli di una Lazio che vola sulle ali dell'entusiasmo e delle ottime prestazioni, capitanata da un mister sapiente e soprendente quale Simone Inzaghi vi è sicuramente lui: Luis Alberto. Il giovane spagnolo, dopo aver passato la scorsa stagione ai margini del progetto biancoceleste, è passato dall'anonimato all'avere gli occhi dell'Europa calcistica rivolti sui suoi piedi in attesa dell'ennesima giocata di pura classe. Frutto del lavoro del tecnico Inzaghi e dell'ottimo momento della squadra laziale intenzionata a non fermarsi più dopo l'ottimo avvio di stagione.

Intervenuto ai microfoni di Radio Marca il fantasista iberico ha toccato diversi argomenti da quella ch'è la sua Lazio alla rinascita dalle ceneri di una carriera anonima ad astro nascente del calcio italiano e non solo. Ecco di seguito riportate le parole del 25enne: "Adesso sto vivendo un momento straordinario ed intendo continuare così, mantenendo questa fiducia per crescere, migliorare giorno dopo giorno e soprattutto per godermi ciò che più mi piace. Devo ringraziare chi mi è stato vicino, la mia famiglia che ha creduto sempre in me. Era ciò di cui avevo bisogno per concentrarmi. Ho ricevuto aiuto anche dal mental coach ed è cambiato il mio modo di pensare, la mia maturità, tutto. Non credevo potesse succedere, mi sentivo scoraggiato per qualsiasi cosa e invece era solo questione di lavoro e ritrovare fiducia".

Come un ricercatore è toccato all'allenatore dei biancocelesti il ruolo di scopritore e valorizzatore del talento nascosto tra periodi bui e poco spazio, lo stesso Luis ne parla con parole di stima e affetto: "Inzaghi è un allenatore che ti sta molto vicino, parla con tutti e mi ha aiutato a ritrovare la giusta fiducia dentro al campo".

Un ottimo avvio di campionato e la conquista della Supercoppa Italiana - a discapito della Juventus - rendono questa stagione già di per sè importante ma la Lazio non vuole fermarsi e punta dritto all'Europa: "Per il momento sta funzionando tutto perfettamente, speriamo che quest’anno riusciamo a fare meglio dell’anno scorso centrando un posto Champions, proseguendo il cammino europeo e quello in Coppa Italia. Abbiamo iniziato molto bene il campionato, speriamo di continuare così per il resto della stagione. É normale che iniziare l’anno con una vittoria in Supercoppa contro la Juventus ci ha dato fiducia in noi stessi. Sarà difficile competere per le prime due posizioni, i bianconeri e il Napoli stanno sopra a tutti ma noi possiamo giocarcela con chiunque".

Nonostante la sosta per le nazionali, la testa del talento in forza ai capitolini è già orientata alla prossima partita di campionato che vedrà Luis Alberto e compagni affrontare i bianconeri di Allegri: "Con la Juventus dovremo cercare di metterli in difficoltà provando a giocare il nostro calcio, tenendo il pallone e sfruttando al massimo le occasioni che avremo. E non credo che per loro sarà un’occasione per vendicarsi della Supercoppa. Sicuramente sarà una grande partita che non vedo l’ora di giocare, complicata ma sappiamo che possiamo batterli perché lo abbiamo già dimostrato".