Lazio corsara a Nizza, la soddisfazione dei protagonisti

Simone Inzaghi in conferenza stampa e Ciro Immobile ai microfoni di Sky Sport hanno commentato la vittoria ottenuta in casa del Nizza, la quale vale il primato in solitaria nel raggruppamento di Europa League.

Lazio corsara a Nizza, la soddisfazione dei protagonisti
Lazio corsara a Nizza, la soddisfazione dei protagonisti - Foto Ss Lazio

Ancora una vittoria, ancora di rimonta, per la Lazio di Simone Inzaghi in Europa League. La versione europea della squadra capitolina si conferma vincente anche a Nizza, ipotecando di fatto la qualificazione agli ottavi di finale e mettendo parzialmente in ghiaccio anche il discorso relativo al primo posto nel girone. Lazio che di personalità e cinismo è riuscita ad imporsi all'Allianz Riviera sfruttando i cambi del tecnico piacentino nella ripresa: Immobile e Luis Alberto consentono agli ospiti di cambiare ritmo e marcia nella mezz'ora finale, dando il là alla doppietta decisiva di Milinkovic-Savic

In conferenza stampa, nel ventre dell'Allianz Riviera, Inzaghi ha così commentato la sfida, sottolineando la maturità mostrata dalla sua squadra: "Era importante vincere, manca forse un punto. La qualificazione l'abbiamo quasi raggiunta. Abbiamo altre 3 partite dispendiose. Abbiamo faticato per arrivare fin qui, vogliamo onorare questa competizione. Il Nizza è partito benissimo. Ci pressava, hanno giocatori importanti. I francesi passeranno sicuramente il turno con noi e anche in campionato si riprenderanno".

Uno sguardo anche alle prestazioni individuali di Caicedo e Nani, osservati speciali di serata: "Sono contento, hanno fatto quello che dovevano fare. Nel primo tempo Nani non l'abbiamo mai servito. Sta lavorando bene, crescerà ancora di più partita dopo partita. Caicedo? Si merita queste soddisfazioni. Si è inserito benissimo fin dal primo giorno, ha lavorato bene. Fisicamente era indietro, con delle sessioni di allenamento personalizzate ha alzato la sua condizione. Ora si sta ritagliando uno spazio importante. Senza Immobile avrebbe giocato anche di più".

Dall'attacco alla difesa, dove anche Luiz Felipe si è messo in mostra con una prestazione molto solida: "Luiz aveva già dimostrato di avere personalità e ha fatto sempre bene. Dal ritiro è cresciuto molto, sta facendo passi importanti. La squadra reagisce sempre bene, anche a Verona con pochi difensori ce l'abbiamo fatta. Giochiamo sempre con questo modulo perché funziona". 

Infine, la chiosa sulle sei vittorie consecutive ottenute in trasferta, sintomo di maturità e della forza delle proprie idee: "Me l'hanno fatto notare prima, è un numero da tenere in considerazione. In casa e in trasferta giochiamo sempre allo stesso modo. Ci saranno tante partite: Cagliari, poi due trasferte. Vogliamo fare bene, aspettano tutti la Lazio. Bisogna farsi trovare pronti".

Immobile in azione all'Allianz Riviera - Foto Ss Lazio
Immobile in azione all'Allianz Riviera - Foto Ss Lazio

Non è stato protagonista con il gol, ma l'ingresso in campo di Ciro Immobile a mezz'ora dal termine è stato alquanto decisivo. Queste le parole del bomber napoletano ai microfoni di Sky Sport: “L’approccio è la cosa più importante in una partita, oggi non il nostro non è stato dei migliori, ma siamo stati bravi a rimetterla in piedi subito. Il prossimo step è solo mentale. Abbiamo fatto un’ottima gara anche oggi, corti e sempre aggressivi. Siamo contenti di questo passo in più che abbiamo compiuto dal punto di vista mentale". 

Una battuta anche sul momento di Caicedo e sull'esordio in maglia Lazio di Nani: "Caicedo è un giocatore intelligente, sa sfruttare momenti e giochi giusti, si è sbloccato in Europa League e spero che lo faccia anche in campionato, anche se magari lì finora ha giocato meno. Nani lo conosco un po’ meno, ma in allenamento ho visto che ha un calcio e un’accelerazione fantastici. Si vede già che è un giocatore importante". Ed infine, su Luis Alberto: "Già l’anno scorso parlando con amici e parenti dicevo che aveva qualità e qualcuno magari rideva, ma ora sta dimostrando le sue capacità. In precampionato con Anderson stavamo facendo molto bene, poi purtroppo è arrivato l’infortunio. Anderson ha rapidità, Luis visione di gioco e Nani è forte sui calci. Sono tre giocatori diversi tra loro, ma tutti fondamentali”.