Pazzini Crac: lesione all'adduttore

Nuovo infortunio per l'attaccante del Milan che potrebbe stare lontano dai campi di gioco per circa un mese. Prima brutta notizia per Seedorf

Pazzini Crac: lesione all'adduttore
Pazzini Crac: lesione all'adduttore

Non c'è pace per Giampaolo Pazzini. Dopo il lungo stop di sei mesi che l'ha costretto a stare lontano dai campi da gioco da maggio a fine dicembre, il Pazzo si è procurato un nuovo infortunio nel finale di Milan-Spezia. Questo il comunicato ufficiale rilasciato dalla società di via Aldo Rossi: AC Milan comunica che, nel corso di Milan-Spezia, Giampaolo Pazzini ha riportato la lesione di un muscolo adduttore profondo della gamba destra. Tra 8/10 giorni verranno effettuate altre indagini strumentali per meglio quantificare la prognosi. Tra 8-10 giorni l'attaccante ex Sampdoria e Inter sarà sottoposto ad ulteriori esami che consentiranno allo staff medico rossonero di stabilire i tempi di recupero. Pazzini rischia almeno un mese di stop e la sua presenza per Milan-Atletico Madrid del 19 febbraio è seriamente a rischio. Più facile che l'attaccante sia recuperato per il ritorno al Vicente Calderòn, in programma a metà marzo.

Una stagione sfortunatissima per Pazzini, ma anche per il Milan che ora si ritrova con soli due giocatori che possano svolgere il ruolo di prima punta: Balotelli e Petagna. L'attaccante bresciano è diffidato e rischia già di saltare Cagliari-Milan in programma il 26 gennaio. L'infortunio di Pazzini potrebbe obbligare il Milan a ritornare sul mercato anche alla ricerca di un attaccante. Borriello e Maxi Lopez le soluzioni low cost. Col senno di poi, anche Matri sarebbe rimasto alla corte di Seedorf. Ma ragionare a posteriori è sempre difficile. Fatto sta che l'emergenza Milan in attacco è reale. Sperando in un'inversione di rotta o di un gran colpo sul mercato.