Milan, Inzaghi: "Col Palermo incidente di percorso, pronti per la Sampdoria"

Torna a parlare, Filippo Inzaghi. Il tecnico del Milan ha presieduto la consueta conferenza stampa pre-partita. Domani sera i rossoneri saranno ospiti della Sampdoria, terza squadra in campionato

Milan, Inzaghi: "Col Palermo incidente di percorso, pronti per la Sampdoria"
Milan, Inzaghi: "Col Palermo incidente di percorso, pronti per la Sampdoria"

"Ci vuole pazienza"- Così parte la conferenza stampa di Filippo Inzaghi in vista del delicato match di domani contro la Sampdoria-" se fossimo perfetti adesso sarebbe bello ma preoccupante. Col Palermo la voglia non è mai mancata. Dobbiamo migliorare degli aspetti: nei primi 20 minuti abbiamo avuto tre occasioni da gol e una loro. Se vai in vantaggio oggi staremmo parlando di una partita diversa. Non c'è stata una grande reazione. Ci può servire per migliorare questo aspetto, già da domani. Da domani ci sarà il Milan che c'è stato fino a poco tempo fa fine dicembre guarderemo  la classifica e faremo un punto della situazione. Altrimenti a ogni gara ci condizione. Ci deve condizionare l'aspetto tecnico. Questa squadra trarrà tesoro da domenica e che ci potrà servire per il futuro. Faremo una grande partita. Samp? Hanno un grande spirito e un gran allenatore, un mio amico. Ci sono ottimi giocatori. Faccio i complimenti all'allenatore".

Aspetto motivazionale di Inzaghi: "Non bisogna giudicare ora i giocatori. Sono contento di tutti, hanno l'atteggiamento che mi piace e dedizione al lavoro. E' chiaro che gli attaccanti vengono giudicati per il gol... Ricordo Ancelotti con Crespo... Mi arrabbio con i giocatori che non si impegnano, ma tutti lo fanno. Ci sono cose importanti, che non danno frutti immediatamente. Ma alla lunga verranno fuori".

Condizione fisica della squadra: " Stiamo bene, forse abbiamo corso male. Abbiamo corso tanto ma male, quindi sembra che abbiamo corso poco. Non sono preoccupato".Perdiamo giocatori importanti. Ho una rosa all'altezza. Per chi ha giocato meno ci sarà modo che sono pronti. Non ci sono Alex, Abate e Muntari. Zapata non si è allenato con noi. Valuterò dopo oggi".

Andiamo a parlare dei singoli: Torres: "Credo in lui e nel suo modo di lavorare. Ci vorrà solo pazienza. Viene da un periodo di inattività, ha bisogno di ritrovare il ritmo partita. Speriamo che ritrovi il gol già da domani".   Van Ginkel: "Ha fatto bene da vertice basso. Dopo Empoli si è fatto male. Volevo constatare nel Berlusconi se è recuperato. Terrò conto di tutto. Se non dall'inizio, può essere importante pure a partita in corso. Ma potrebbe partire dall'inizio". Mexes: "Si è sempre allenato. Ho un ottimo rapporto con lui. Si è fatta la scelta con Alex, Philippe mi ha sempre dimostrato grande possibilità. So che posso contare su una grande persona e un grande giocatore".

El Shaarawy e Conte: "Quello di Conte è un discorso motivazionale che fa bene. Le sue parole sono un monito per far bene. El Shaarawy e De Sciglio sono diventati grandi giocatori troppo in fretta, da loro ci si aspetta la luna. Ieri El Shaarawy doveva riposarsi, invece mi ha chiesto di allenarsi. Con questo atteggiamento tornerà presto a fare quello che ha sempre fatto".

Honda e Menez riposano? "Sono pienamente recuperati. Honda ha avuto mal di gola ieri. Chi non c'è sono quello che ho già detto".

Menez, col Palermo uno contro tutti: "Sotto il 2-0 ha pensato di risolverla da solo. Dobbiamo essere un gruppo. La nostra forza fino a qualche giorno fa è stato il gioco. Solo a Empoli siamo stati sotto di due gol. Può essere un motivo per crescere. Ci servirà per lezione".