Alla scoperta di Mr. Bee

Da settimane in trattativa per l'acquisizione del Milan, scopriamo qualche curiosità in più sul broker thailandese

Alla scoperta di Mr. Bee
Alla scoperta di Mr. Bee

Mr. Bee, al secolo Bee Thaechaubol, nasce a Bangkok nel 1973 da una famiglia benestante della città asiatica ma già da adolescente si trasferisce in Australia e cominica a lavorare a 14 anni come lavapiatti in un ristorante di famiglia. Appena due anni dopo è già nel business dell'immobiliare ma ciò nonostante riesce lo stesso a conseguire la laurea in ingegneria civile. È proprio durante quegli anni in Australia che nasce la sua passione per il Milan come racconta egli stesso dalle colonne di goal.com: "Ho iniziato a seguire il calcio italiano nei primi anni ’90, quando il Milan era fortissimo e la Serie A era il campionato da guardare per eccellenza. Ai tempi ero in Australia, conoscevo tanti ragazzi di origine italiana e insieme a loro seguivo le partite. Per questo ho sempre pensato: o investo nel Milan oppure nulla".

Prima di poter arrivare a rilevare quote della società rossonera, il signor Bee ha sbancato il lunario grazie soprattutto alla Thai Prime, un fondo d'investimento che rileva aziende in difficoltà e le porta al successo. Un po' quello che vuole fare con il Milan, riportarlo ai fasti di un tempo. Si stima che la sua fortuna ammonti al momento a 1.2 miliardi di dollari ma Mr. Bee non dimentica la fatica dei lavori manuali durante la sua adolescenza e la crisi che colpì la sua famiglia con la caduta del mercato del Sud-Est asiatico nel 1997: "Quando lasciai l’Australia avevo solo 2.000 dollari australiani in tasca. Per vivere ho lavorato in diverse aziende. So di essere fortunato, ho una bella vita. Ma voglio cercare di vivere nella maniera più normale possibile, nel fine settimana porto i miei figli a spasso, andiamo a fare la spesa insieme. Non ho la governante in casa, per dire: voglio che la mia famiglia resti il più normale possibile".

Il broker thailandese è anche molto attivo nella beneficenza grazie all'organizzazione Global Legends Series che permette la realizzazione di match amichevoli tra i campioni del recente passato e che porterà nel giro di pochi anni un aiuto concreto a circa 200 milioni di bambini grazie alla collaborazione del governo cinese. È proprio il governo cinese uno dei più grossi colossi con i quali Mr. Bee intrattiene affari da anni oltre che con la ADS-Securities, società di servizi finanziari di Abu Dhabi, che rappresentano le maggiori garanzie dal punto di vista finanziario per il futuro del Milan.