Verso Milan - Roma: le probabili formazioni

Nel match di sabato sera giallorossi alla caccia dei tre punti per conservare il secondo posto mentre i rossoneri cercano il riscatto dopo tre sconfitte consecutive

Verso Milan - Roma: le probabili formazioni
In attesa di Milan-Roma

Un tempo sarebbe stato uno scontro al vertice o perlomeno per la Champions mentre sabato sarà solo una partita tra una nobile decaduta e una Roma che tra alti e bassi cerca di conservare il secondo posto dopo i due successi di fila con Sassuolo e Genoa.

Padroni di casa che dovranno fare a meno del grande ex Menez, ancora appiedato dal giudice sportivo, e dell'altro squalificato De Sciglio ma potranno contare nei rientri in difesa di Abate, Mexes e probabilmente anche di Antonelli. Proprio il recupero del terzino sinistro dovrevve dare quella spinta sulla fascia che non si è vista con il Napoli visto che sia Bocchetti che Bonera non sono sicuramente esterni di ruolo. Per far posto a Mexes, rimarrà fuori uno tra Alex e Paletta con quest'ultimo che appare favorito sul brasiliano per affiancare il transalpino. A centrocampo pare scontato l'utilizzo di De Jong, Van Ginkel e Poli con Bonaventura ancora sulla linea d'attacco insieme a Destro e uno tra Cerci e Suso. Honda, dopo la prova incolore di Napoli, dovrebbe invece sedersi in panchina.

Nelle file giallorosse allarme rientrato per Doumbia che dovrebbe essere ancora preferito a Totti con Gervinho e Ibarbo a completare il trio d'attacco. Sarà della partita anche Keita ma da Trigoria filtrano indiscrezioni secondo le quali saranno ancora De Rossi, Nainggolan e Pjanic a formare il terzetto di centrocampo mentre in difesa è ballottaggio Torosidis-Holebas per il ruolo di terzino sinistro. Confermatissimo Florenzi a destra così come Manolas e Astori davanti a De Sanctis. Nel 2003 Milan-Roma fu la finale di Coppa Italia che vide uscire vincitrice la squadra di Ancelotti mentre l'anno successivo fu proprio il match di San Siro a consegnare lo scudetto ai padroni di casa. Tempi passati e che sembrano ormai lontanissimi ma proprio la Roma ha dimostrato che con una programmazione precisa e con i giusti investimenti si può tornare a competere ad alti livelli in poco tempo. Vedremo se i vecchi dirigenti rossoneri, e forse quelli nuovi, prenderanno esempio dai giallorossi o se quelle emozioni rimarranno solamente vecchi ricordi.