Boateng provato esterno a centrocampo. Mihajlovic indirizza il mercato

Nella partitella in famiglia di ieri Mihajlovic ha provato Kevin Prince Boateng esterno destro a centrocampo. Altro segnale che Alessio Cerci è vicino alla cessione.

Boateng provato esterno a centrocampo. Mihajlovic indirizza il mercato
Boateng ritorna al Milan in arrivo dallo Schalke

Il mercato invernale ancora non si è aperto in maniera ufficiale, ma il Milan ha di fatto già concluso il suo primo acquisto con il ritorno in rossonero di Kevin Prince Boateng. Uno dei dubbi maggiori legati a questa scelta dei rossoneri era quello legato al ruolo che il ghanese avrebbe avuto nel nuovo 4-4-2 di Mihajlovic.

Boateng è duttile e può adattarsi a tanti ruoli e sistemi di gioco differenti. Nella partitella in famiglia che si è giocata ieri a Milanello, Mihajlovic ha piazzato l'ex Schalke sulla fascia destra del centrocampo a quattro. Di tutti i ruoli ipotizzati per Boateng in queste settimane, probabilmente quello meno atteso. Ancora una volta, però, Mihajlovic va avanti per la sua strada. Per Berlusconi Prince è una punta, il serbo sembra pronto ancora una volta a smentire le sensazioni del presidente del Milan. Il percorso di apprendimento per Boateng di questo nuovo ruolo potrebbe non essere brevissimo, chissà però non possa riservare delle belle sorprese per tutti. La fascia destra a centrocampo, infatti, sembra oggi una delle posizioni più scoperte di questo Milan, o quanto meno con minori certezze. Boateng potrebbe trovare un posto pressochè fisso dal primo minuto per giocare con continuità e convincere il Milan a tenerlo anche per il 2016/2017.

Impresa che non sembra essere riuscita ad Alessio Cerci. Il segnale lanciato da Mihajlovic nella partitella di Milanello sembra essere chiaro. Se fosse stato contento tanto dell' ex Torino quanto di Honda il serbo non avrebbe provato lì Boateng. Cerci così rischia di diventare una terza scelta, visto che Honda sembra aver recuperato un minimo di credito e Boateng godere di una certa stima. Le porte del mercato sembrano essere aperte per un trasferimento di Cerci in prestito per sei mesi. Nelle ultime ore sembra che il Genoa di Preziosi abbia intensificato i contatti con il Milan per chiudere l'operazione. Dopo le bordate di Berlusconi nei suoi confronti, Galliani non tratterrà Cerci a forza e se anche il giocatore dovesse dare il proprio assenso l'operazione non avrebbe bisogno di tempi troppo lunghi per realizzarsi.