Vangioni, le mani del Milan sul terzino sinistro del River Plate. Due opzioni per chiudere l'affare

Il Milan ha praticamente in pugno Lionel Vangioni, terzino sinistro di quasi 29 anni del River Plate. Galliani ha l'accordo con il giocatore e il padre, ora resta da convincere il River Plate.

Vangioni, le mani del Milan sul terzino sinistro del River Plate. Due opzioni per chiudere l'affare
Vangioni, terzino sinistro del River Plate

Il Milan prova a muoversi sul mercato e in attesa delle uscite prova a bloccare i suoi prossimi acquisti in entrata. Oltre al nome di El Ghazi Galliani è molto forte su Lionel Vangioni, terzino sinistro del River Plate. Già lo scorso anno il nome era stato seguito dal Milan che ora ha accelerato.

Quasi 29 anni, terzino sinistro di spinta, Vangioni si è fatto notare nel River Plate di Gallardo, vincitore della ultima Libertadores e finalista del Mondiale per Club. Il Milan lo ha seguito per diverso tempo e ha sempre avuto impressioni positive su questo ragazzo. Nelle ultime ore è arrivata un'accelerata importante dei rossoneri, intenzionati a portare l'argentino a Milano già in questo mese di Gennaio. Il contratto del ragazzo è in scadenza a Giugno, ma Galliani ha già un accordo sia con lo stesso Vangioni  che con il padre-procuratore del ragazzo. Al punto che la stessa famiglia Vangioni si sarebbe presentata dal River chiedendo il permesso di fare già adesso le visite mediche per il Milan. La risposta del River è stata negativa, per loro il giocatore deve restare in Argentina fino a Giugno quando poi, a parametro zero, potrà tranquillamente trasferirsi in Italia. Il Milan e Galliani, però, puntano a completare subito l'affare, proponendo al River un indenizzo in denaro. Ad esempio un Trofeo Berlusconi fra le due squadre. Situazione ancora in evoluzione da questo punto di vista, ma l'affare ci sarà. Ora, o al massimo fra pochi mesi.

Il Milan torna a pescare in Sudamerica. Dopo tanti anni passati a trovare giocatori in Brasile questa volta è il turno dell'Argentina e del River Plate. Vangioni non è più un ragazzino e ha accumulato una buona esperienza. Tutto da verificare, naturalmente, il suo impatto con un calcio diverso come quello europeo e nello specifico quello di casa nostra.