Berlusconi ha deciso. Lippi fino a Giugno e poi tutto su Antonio Conte

Silvio Berlusconi sembra aver rotto di indugi e deciso di esonerare Sinisa Mihajlovic. L'idea del presidente sarebbe Lippi fino a Giugno per poi puntare ad Antonio Conte.

Berlusconi ha deciso. Lippi fino a Giugno e poi tutto su Antonio Conte
Marcello Lippi, ex ct della Nazionale

Sinisa Mihajlovic ha conquistato la semifinale di Coppa Italia e fatto vedere delle buone cose nel secondo tempo contro la Roma di Rudi Garcia. Berlusconi, però, si è ormai stufato del serbo tanto che sembra aver già deciso per un incredibile ribaltone.

Il presidente è annunciato a San Siro domani sera contro la Fiorentina e sotto i suoi occhi Sinisa Mihajlovic dovrà fare un figurone per evitare che il numero uno di Via Aldo Rossi metta in atto il proprio piano per la panchina. Berlusconi, infatti, avrebbe deciso di liberarsi del serbo per mettere in panchina Marcello Lippi. Le smentite dei giorni scorsi non hanno fatto altro che far aumentare i sospetti. Un incontro fra i due sembra esserci stato e durante questo faccia a faccia Berlusconi e Lippi avrebbero trovato intese e punti in comune riguardo i rispettivi modi di vedere il calcio e il Milan in questo particolare momento storico. La scelta di Lippi, però, potrebbe essere solo per sei mesi perchè poi il grande sogno del presidente rossonero è sempre lui, Antonio Conte. Gli ultimi fatti di cronaca calcistica segnano un'ulteriore spaccatura nel rapporto tra l'attuale ct della Nazionale e la FIGC. Tutti elementi che giocano in favore di un addio di Conte alla Nazionale subito dopo gli Europei. In quel momento l'ex allenatore della Juventus sarà un pezzo molto ambito del calciomercato. Il Milan continua a seguire la situazione e sarebbe pronto ad offrire a Conte un triennale da 5 milioni di euro netti, più o meno le stesse cifre del 2013, quando alla fine, però, l'affare non si concluse. Chissà che questa volta non possa andare diversamente.

In tutto questo turbinio di voci e indiscrezioni Sinisa Mihajlovic prova a preparare nel migliore dei modi una partita di sicuro non facile. La Fiorentina alla prima giornata di campionato fece fare una brutta figura al Milan. In caso di nuova debacle il piano di Silvio Berlusconi potrebbe effettivamente prendere forma senza ulteriori indugi.