Milan, domani arriva il Genoa. Mihajlovic: "Sarà una partita difficilissima"

Il tecnico rossonero in conferenza stampa: "Questo deve essere il girone delle nostre rivincite, ma rischiamo che diventi il girone dei rimpianti ed è la cosa peggiore perchè non c'è rimedio".

Milan, domani arriva il Genoa. Mihajlovic: "Sarà una partita difficilissima"
Milan, domani arriva il Genoa. Mihajlovic: "Sarà una partita difficilissima"

lI lunch match di domani  è quello tra Milan e Genoa. I rossoneri, dopo il pareggio contro l'Udinese, vogliono tornare a vincere per continuare a sognare un posto in Champions League. Sinisa Mihajlovic ha da poco concluso la consueta conferenza stampa. Ecco cos'ha detto il tecnico serbo: "Il risultato può essere casuale, la prestazione no. Ho detto ai ragazzi che abbiamo tutto per recuperare posizioni, però dobbiamo sfruttare le occasioni. Non può essere sfortuna se non sfruttiamo le occasioni, l'ho detto anche ai ragazzi".  Ma i rossoneri quante possibilità hanno di arrivare in Champions League?: "L'ho detto che in matematica non sono bravo, poi in probabilità ancora peggio". 

Il Milan arriva a questo appuntamento avendo collezionato sei risultati utili consecutivi, ma nell'ultima giornata è arrivato il deludente pareggio casalingo contro i friuliani. L'ennesimo passo falso della banda di Mihajlovic: "Non posso rimproverare nulla ai ragazzi sotto il punto di vista dell'impegno, però le grandi squadre in qualche modo devono chiudere le partite e vincere. In 7 partite contro le cosiddette piccole abbiamo fatto solo 5 punti. Se ne avessimo fatti il minimo, cioè 11, saremmo stati terzi. Questo deve essere il girone delle nostre rivincite, ma rischiamo che diventi il girone dei rimpianti ed è la cosa peggiore perchè non c'è rimedio. Sicuramente potevamo e dovevamo far meglio all'andata, adesso dobbiamo migliorare la classifica. L'unica partita dove meritavamo di perdere e invece abbiamo pareggiato è stato contro l'Atalanta, ma in tutte le altre che abbiamo pareggiato meritavamo qualcosa in più. Può succedere qualche volta, ma se succede così tante volte è colpa nostra. Poi ci può anche essere sfortuna, come nella traversa di Bertolacci di domenica scorsa". Potrebbe arrivare un possibile filotto?: "Purtroppo noi non possiamo fare un filotto di 7-8 vittorie di fila come Juve e Napoli, ma sono altrettanto convinto che a lungo andare arriveremo davanti alle squadre che ci stanno davanti a noi (non Juve e Napoli). E' difficile batterci perchè stiamo avendo continuità di risultato"

Attenzione al Genoa di Gasperini desideroso di fare quei punti necessari per allontanarsi dalla zona retrocessione: "Sarà una partita difficilissima, perchè è una squadra che fa giocare male. Qualche settimana fa hanno messo in difficoltà la Juventus, ma noi abbiamo tutte le qualità per batterli. Se riusciamo ad essere cattivi e cinici, possiamo vincere". Per l'occasione tornano a San Siro da avversari Suso e Cerci, passati al Genoanello scorso mercato invernale: "Io non penso giocheranno tutti e due (ride, ndr)". Silvio Berlusconi quest'oggi raggiungerà a Milanello la propria squadra per caricarla in vista della delicata sfida di domani. 30 anni da patron rossonero: "E' un traguardo incredibile, non c'è nessun presidente al mondo che ha vinto così tanti trofei nazionali e internazionali. Il 20 febbraio è una data speciale anche per me perchè compio gli anni, perciò il nostro obiettivo è regalare un trofeo al presidente e cercare di stare nelle posizioni alte che si merita il Milan".

Chisura come sempre sui singoli, Honda: "Per fare gol gli manca il mio piede sinistro (ride, ndr). Scherzi a parte, Honda ha un bel piede, dovrebbe migliorare. Si allena e magari domani fa gol se dovesse giocare. Ah, ma siamo in diretta anche in Giappone? Allora gioca". Menez: "Dipende da lui, quando lo vedo che ha l'intensità giusta e sta in condizione è un giocatore importante. Tutti noi non vediamo l'ora che ritorni, però adesso è molto lontano dalla condizione. Poi naturalmente quando ci sarà l'opportunità gli daremo minuti. Può fare la differenza con la sua qualità, ma solo quando sta bene".  Montolivo diffidato: "Domani non prende l'ammonizione e poi gioca anche con il Napoli"Balotelli: "E' l'ora di tutti, abbiamo un altro allenamento e vediamo chi riesce a recuperare. I giocatori sono tutti importanti e si può e si deve essere decisivi anche a gara in corso".