E se Mihajlovic rimanesse?

Il destino del tecnico rossonero è legato al risultato di stagione, con l’accesso in Europa e con la finale di Coppa Italia..

E se Mihajlovic rimanesse?
Sinisa Mihajlovic e Silvio Berlusconi, acmilan.com

Sinisa Mihajlovic potrebbe restare vincendo la Coppa Italia? Il tecnico serbo sembrava ormai certo dell'addio, ma Silvio Berlusconi nei giorni scorsi ha indicato la vittoria in Tim Cup come fattore decisivo per una riconferma: "Non ho mai dato giudizi negativi su Sinisa, sono i giornali- ha dichiarato il patron rossonero- ad aver fatto copia e incolla. Mi sono lamentato di vedere un Milan che non mi è piaciuto: non so quanto questo sia da attribuire all’allenatore, alla squadra o alla società che non ha saputo prendere i giocatori giusti. Non è solo colpa di Mihajlovic, che in caso di vittoria della coppa Italia meriterebbe di restare".

Le parole di Silvio Berlusconi hanno dato un po’ di linfa a Sinisa Mihajlovic, ma quella imposta dall'ex presidente del Consiglio è una vera e propria condizione sospensiva: in caso di vittoria in coppa contro la Juventus, finale in programma il 21 maggio a Roma, che consentirebbe ai rossoneri di accedere all’Europa League senza passare per i preliminari, via libera al serbo per la prossima stagione. In caso di battuta d'arresto, saluti alla compagnia. 

Per prendere il posto di Mihajlovic nella prossima stagione è in pole position il tecnico Eusebio Di Francesco, candidato a diventare il quinto allenatore nell’arco di due anni e mezzo. Berlusconi ama il suo modo di giocare, giovane e dalle idee vincenti, che sta portando il Sassuolo a un passo dall’Europa. 

Il futuro di Sinisa Mihajlovic è accompagnato da un grande punto interrogativo.