Milan-Juventus, Mihajlovic prova a ritrovare la squadra sotto gli occhi di Berlusconi

A San Siro va in scena una classica del calcio italiano fra due squadre in due momenti molto diversi fra loro.

Milan-Juventus, Mihajlovic prova a ritrovare la squadra sotto gli occhi di Berlusconi
Sinisa Mihajlovic, it.eurosport.com

A pronosticarla alla vigilia, la sfida fra Milan e Juventus sembra essere abbastanza chiusa a livello di risultato. I bianconeri hanno vinto 20 delle ultime 21 partite di campionato, mentra la squadra di Mihajlovic ha raccolto la miseria di due punti in quattro partite. Paradossalmente anche una sconfitta potrebbe non aggravare la situazione in casa rossonera.

Mihajlovic, la società e i tifosi si aspettano prima di tutto una reazione dopo la pochezza fatta vedere contro l'Atalanta. Il ritiro è servito per guardarsi in faccia, confrontarsi anche in maniera dura per provare ad uscire da un momento molto complicato. Berlusconi sarà con tutta probabilità a San Siro ad assistere alla sfida dal vivo e come minimo si aspetta una prova d'orgoglio da parte di questo Milan. La Juventus in questo momento è superiore in tutto al Milan, lo dicono i numeri, la classifica e la stagione delle due squadre. Mihajlovic e la squadra hanno, però, bisogno di lanciare un segnale di unità e compattezza, non limitandosi alle parole arrivate in questi giorni. Il destino del serbo sembra comunque segnato alla fine della stagione, ma chiudere con dignità è il minimo che i tifosi pretendono da un'altra stagione deludente.

Capitolo formazione in casa rossonera, ci saranno alcune variazioni rispetto a quanto si è visto a Bergamo. In difesa, davanti a Donnarumma, con Abate e Antonelli confermati sulle fasce, torna Alex al fianco di Romagnoli per ricomporre probabilmente la miglior coppia difensiva che si è vista al Milan in questa stagione. A centrocampo Montolivo è recuperato in extremis e dovrebbe partire dal primo minuto, con il giovane Locatelli che si accomoda in panchina. Al suo fianco Kucka che non ha forzato il proprio rientro a Bergamo contro l'Atalanta proprio per essere in una condizione fisica migliore contro gli uomini di Allegri. Sugli esterni, a sinistra Bonaventura, mentre a destra Mihajlovic ritrova Honda, inaspettato uomo d'equilibrio per le due fasi della squadra. In avanti confermato Carlos Bacca, con al suo fianco Mario Balotelli e non Luiz Adriano. Il numero 45, per bocca di Galliani, deve guadagnarsi la conferma al Milan visto che quello mostrato fino ad ora non è sufficiente per guadagnarsi la permanenza a Milanello.

Probabile formazione