Berlusconi: "La mia decisione di vendere il Milan è dichiarata, ma serve qualcuno che lo rilanci"

Silvio Berlusconi ammette la propria volontà di cedere il Milan, ma solo a particolari condizioni.

Berlusconi: "La mia decisione di vendere il Milan è dichiarata, ma serve qualcuno che lo rilanci"
Silvio Berlusconi, tuttosport.com

Silvio Berlusconi ha deciso di vendere il Milan, gli ultimi dubbi legati ad un suo addio ai colori rossoneri sembrano essere definitivamente dissipati da alcune parole rilasciate a "Porta a porta". Ci sono delle condizioni ben precise da rispettare, ma la volontà di Berlusconi sembra essere chiarissima.

Berlusconi ha confermato le voci emerse anche in questi giorni relative ad una sua decisione ormai presa rispetto al Milan: "Io ho dichiarato la mia decisione di cedere il Milan. Penso tuttavia che l'ultima decisione del presidente Berlusconi circa la squadra debba essere una decisione saggia e giusta. Io credo di dover passare la mano a qualcuno in grado di immettere fondi che possano rilanciarla." Condizioni precise che Berlusconi tiene ulteriormente a chiarire: "Non sono tanto i soldi che devono venire alla Fininvest ma i soldi che chi acquista deve impegnarsi a mettere nel Milan subito o ogni anno. I soldi vengono o dalla Cina o dal petrolio." Una battuta anche sul suo eventuale ruolo nel nuovo assetto societario: "Tutti coloro che sono venuti al tavolo delle trattative hanno detto che il brand Berlusconi è importante, soprattutto in Cina dove sono molto noto."

Jack Ma, possibile elemento della cordata cinese, deadline.com
Jack Ma, possibile elemento della cordata cinese, deadline.com

Parole che unite al silenzio di questi giorni sulla trattativa in esclusiva con la cordata rappresentata da Sal Galatioto fanno pensare che davvero si sia vicini ad una svolta storica. Le poche indiscrezioni che circolano parlano di un affare che procede secondo quelli che sono i piani delle due parti e nelle prossime ore Berlusconi dovrebbe venire a conoscenza dei componenti del consorzio pronto a prendersi la maggioranza del Milan. I soldi, da quello che sembra, non sarebbero un problema per questi investitori cinesi, i cui piani potrebbero soddisfare le richieste dell'attuale presidente del Milan ed aprire così una vera e propria nuova epoca.