Stallo Bacca. Il West Ham non lo convince e lui aspetta la Champions League

Carlos Bacca è in una fase di attesa. Domani rientrerà a Milanello, ma con la giusta proposta può salutare il Milan.

Stallo Bacca. Il West Ham non lo convince e lui aspetta la Champions League
Carlos Bacca, corrieredellosport.it

Il mercato del Milan in questo momento è bloccato e in una fase di pericoloso stallo. Da una parte la mancata firma dell'accordo con i cinesi che arriverebbero con nuovi fondi da investire, dall'altra alcune cessioni preventivate dalla società non sono andate a buon fine. Su tutte quella di Carlos Bacca al West Ham.

Il colombiano ha voglia di giocare in Champions League, visto che alla soglia dei 31 anni non ha mai provato l'emozione di giocare nella competizione per club più prestigiosa del mondo. Un'ambizione anche legittima quella del colombiano che però ha bisogno di essere soddisfatta da un'offerta adeguata per il Milan da parte di un club che sarà impegnato in Europa la prossima stagione. Non il caso del West Ham. Gli Hammers avevano trovato l'accordo con Galliani per una cifra molto vicina ai 30 milioni di euro, ma Bacca ha gentilmente declinato la proposta degli inglesi. Il motivo è semplice: in questo momento il colombiano preferisce restare in attesa di una proposta da parte di un club che sarà nella prossima Champions League. Come ad esempio Atletico Madrid o Siviglia in Spagna, o ancora l'Arsenal in Inghilterra.

Carlos Bacca, gazzetta.it
Carlos Bacca, gazzetta.it

Al momento nessuna di queste società è andata oltre semplici sondaggi e richieste di situazioni. E non è detto che cambi qualcosa da qui alla fine del mercato. In quel caso Bacca è pronto a restare al Milan per provare a conquistare l'Europa sul campo con la squadra rossonera. Il contratto firmato con il Milan solo un anno fa è comunque importante e non essere in Europa per non essere in Europa tanto vale rimanere a Milanello. A quel punto ci sarebbe da convincere Vincenzo Montella. Le caratteristiche del Peluca, sulla carta, si adattano con qualche difficoltà alle idee di calcio dell'Aeroplanino, mai troppo entusiasta di avere puri finalizzatori all'interno delle proprie squadre.