Genoa-Milan, a Marassi occasione dal primo minuto per Honda e Poli

Montella sembra intenzionato a concedere un turno di riposo ad Abate e Suso contro la squadra di Juric.

Genoa-Milan, a Marassi occasione dal primo minuto per Honda e Poli
Montella e Honda a Milanello, acmilan.com

Vincere contro la Juventus regala morale e autostima, ma battere anche il Genoa di Juric significherebbe provare a percorrere quel cammino della continuità che il Milan di Montella sta cercando di seguire da cinque-sei partite. La trasferta di Marassi in casa dei rossoblu è storicamente complicata per i rossoneri, ma Montella conta di sfatare anche questo minu tabù.

L'allenatore rossonero, però, non può non tenere conto di alcune variabili che per forza di cose andranno ad incidere sulle sue scelte. Come annunciato in conferenza stampa a Milanello ci saranno dei cambiamenti rispetto all'undici che è sceso in campo dal primo minuto contro la Juventus di Massimiliano Allegri. Nessuno stravolgimento, ma alcuni giocatori necessitano di tirare un attimo il fiato perchè reduci da un notevole numero di minuti accumulati nelle gambe in questo avvio di stagione. Il primo nome è quello di Abate che contro il Genoa partirà dalla panchina. L'emergenza terzini, però, non è ancora rientrata, visto che Calabria, Antonelli e Vangioni sono rimasti ancora una volta esclusi dalla lista dei convocati. Toccherà a Poli adattarsi nel ruolo e provare a festeggiare nel migliore dei modi le 100 presenze con il Milan raggiunte proprio nelle ultime settimane. L'altro giocatore che per una volta inizierà fuori è Suso. Al suo posto ci sarà Honda, più o meno dimenticato visti anche i soli 18 minuti giocati in tutto il campionato fino a questo momento. Tanto per il giapponese quanto per l'ex Sampdoria un'occasione preziosa per dimostrare a Montella di poter essere delle alternative importanti.

Andrea Poli, calcionews24.com
Andrea Poli, calcionews24.com

Per il resto formazione confermata in blocco, anche perchè la continuità fa sempre bene ad ogni squadra. In casa Genoa, invece, l'unico indisponibile certo è Gakpe che di recente si è dovuto fermare per un problema e ne avrà ancora per qualche settimana. Per il resto ci sono diversi giocatori che recuperano, ma che non possono ancora iniziare dal primo minuto per un comprensibile ritardo a livello di condizione fisica. Un nome su tutti, quello di Leonardo Pavoletti. La sua importanza per il Genoa è stata ribadita anche nei minuti giocati nel derby, ma anche contro il Milan l'attaccante partirà dalla panchina. A guidare l'attacco di Juric, quindi, ci sarà ancora una volta il Cholito Simeone. Lazovic ed Edenilson battagliano fino all'ultimo per una maglia nel tridente completato da Ocampos. Infine, l'ultimo ballottaggio è fra Munoz, Orban e Gentiletti per un posto da titolare nella difesa a tre davanti a Perin.

Probabili formazioni

Genoa (3-4-3): Perin; Izzo, Burdisso, Orban; Lazovic, Rincon, Veloso, Laxalt; Rigoni, Simeone, Ocampos. All. Juric

Milan (4-3-3): Donnarumma; Poli, Paletta, Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Locatelli, Bonaventura; Honda, Bacca, Niang. All. Montella