Milan, Bacca insofferente al momento del cambio. Montella minimizza: "Nessun caso"

L'attaccante colombiano non ha gradito la sostituzione contro il Pescara, ma Vincenzo Montella non si preoccupa della reazione del suo bomber.

Milan, Bacca insofferente al momento del cambio. Montella minimizza: "Nessun caso"
Vincenzo Montella, acmilan.com

A nessuno è sfuggita la reazione di Carlos Bacca nel momento in cui Vincenzo Montella lo ha richiamato in panchina a pochi minuti dalla fine di Milan-Pescara per sostituirlo con Luiz Adriano. Il colombiano sembra dire qualcosa al tecnico che gli allunga la mano per un cinque di intesa e la faccia di Montella tradisce la poca soddisfazione dell'allenatore del Milan per la reazione del proprio attaccante.

Una situazione che in qualche gara si era ripetuta anche nella scorsa stagione con Sinisa Mihajlovic in panchina, quando però la classifica del Milan era diversa rispetto a quella di oggi. L'argomento Bacca è stato toccato per forza di cose anche in conferenza stampa, dove però Montella non ha voluto alimentare dubbi o insinuazioni, chiudendo immediatamente la porta a qualsiasi interpretazione sbagliata o forzata: "Ha avuto diverse occasioni da gol, penso che abbia fatto una buona partita. L'ho tolto perchè avevo bisogno di un giocatore che potesse tenere palla, Luiz Adriano è entrato benissimo. Ho visto reazioni peggiori ad una sostituzione rispetto a quella di Bacca. Lui può crescere ancora tanto, per me non c'è nessun problema." Mano tesa del tecnico, quindi, nei confronti dell'ex Siviglia, rimasto quest'estate anche per volontà dell'allenatore, con cui si dice abbia un buon rapporto, anche grazie all'idea di calcio che l'Aeroplanino ha portato a Milanello nel corso di questa stagione.

Carlos Bacca, ilgiornale.it
Carlos Bacca, ilgiornale.it

Nessun caso Bacca quindi a sentire Montella, forse anche consapevole della voglia del proprio attaccante di tornare a segnare dopo qualche gara in cui non è riuscito a trovare la via della rete. Colpa anche della sfortuna, come in occasione del palo colpito di ieri e di una manovra offensiva del Milan che rispetto alle primissime giornate di campionato si è fatta meno spregiudicata e più attenta a mantenere un generale equilibrio di squadra in campo. Non a caso, se in parte è diminuita la produzione offensiva, allo stesso tempo si è abbassata anche la quota delle reti subite. Ieri con il Pescara a San Siro è arrivata la seconda gara in fila senza subire reti in casa. Numeri che permettono al Milan di essere in zona Europa, l'obiettivo di questa stagione che per essere raggiunto ha bisogno anche del contributo e dei gol di un attaccante di spessore internazionale come Carlos Bacca.