Milan ai cinesi, Berlusconi dice sì: sarà presidente onorario. Fassone ancora in Cina qualche giorno

Silvio Berlusconi avrebbe accettato in maniera ufficiale il proprio nuovo ruolo all'interno del Milan che verrà. Intanto Fassone continua i propri incontri in Cina.

Milan ai cinesi, Berlusconi dice sì: sarà presidente onorario. Fassone ancora in Cina qualche giorno
Silvio Berlusconi, corrieredellosport.it

Il momento storico si avvicina sempre di più, negli scorsi giorni sono tornate a circolare con insistenza possibili date precise per il closing fra Fininvest e Sino Europe Sports per il passaggio del Milan nelle mani della cordata di imprenditori e aziende guidata da Yonghong Li e Han Li. Difficile trovare il giorno giusto, ma la sensazione forte è che nella settimana dopo il derby contro l'Inter, dal 21 Novembre in avanti, ogni giorno sia quello buono per le firme finali.

Nel frattempo pare che Silvio Berlusconi abbia accettato in maniera ufficiale il nuovo ruolo all'interno del Milan che dopo 30 anni non lo vedrà più a capo di ogni vicenda rossonera. I cinesi sono ben consapevoli del peso che l'attuale presidente rossonero ha rivestito per i successi rossoneri nel corso della sua gestione e non se ne vogliono privare, probabilmente anche per una questione di immagine da poter utilizzare nel prepotente mercato orientale, ovvia zona in cui il Milan punterà ad espandersi ancora di più a livello commerciale e di marketing. Berlusconi rimarrà presidente onorario del Milan cinese, mentre il nuovo presidente probabilmente sarà un uomo di fiducia del gruppo di aziende e uomini d'affari che ormai si apprestano a comprare un vero e proprio pezzo della storia del nostro calcio.

Marco Fassone, vavel.com
Marco Fassone, vavel.com

Quelle stesse figure che negli ultimi giorni Marco Fassone ha incontrato nel corso del suo viaggio in Cina. La trasferta dell' a.d. in pectore rossonero sembra stia andando nel migliore dei modi e anche per questo il suo rientro potrebbe essere rimandato fino alla fine di questa settimana. Tra possibili sponsor, figure legate al governo e imprenditori, sembra che la serie di incontri e faccia a faccia portati avanti da Fassone abbiano fatto emergere un grande interesse nei confronti del progetto sportivo, ma non solo, che il nuovo Milan cinese ha intenzione di portare avanti. Nel momento in cui Fassone rientrerà in Italia sicuramente ci saranno delle risposte più precise su molte questioni ancora in sospeso. Altro passaggio verso quello che sarà un momento che aprirà una nuova pagina nella storia del Milan.