Milan: al Castellani sfida contro numerosi ex

Il Milan di Vincenzo Montella vuole rifarsi dopo il pareggio beffardo nel derby. Di fronte ci sarà l'Empoli, una squadra con numerosi calciatori con un passato rossonero.

Milan: al Castellani sfida contro numerosi ex
Fonte immagine: Europei 2016

Empoli - Milan è una sfida di grande importanza per entrambe le squadre, costrette a fare punti per proseguire il conseguimento dei rispettivi obiettivi. La compagine di Martusciello è in piena lotta per la salvezza e cercherà, quantomeno, di non sfigurare di fronte al proprio pubblico. Discorso diverso in casa Milan, squadra che gode di un buonissimo score di risultati positivi e che si è proiettata contro ogni pronostico a lottare per un posto in Champions League. 

Una sfida che ricalca anche alcune linee del passato, soprattutto per Alberto Gilardino, José Mauri, Riccardo Saponara Massimo Maccarone. Tutti questi calciatori hanno avuto modo e onore di vestire la prestigiosa casacca rossonera, ma non per tutti è stata un'esperienza fortunata. 

Partiamo dal più "anziano" di tutti, ossia Maccarone. L'attaccante classe '79 è cresciuto nel vivaio del Milan, con la quale trascorre ben cinque stagioni senza mai, però, assaporare l'esordio in prima squadra. Il giovane Mauri è in prestito gratuito fino a fine stagione, ma neanche la sua avventura è stata fortunata: è arrivato dal fallimentare Parma totalizzando solamente cinque presenze senza impressionare più di tanti Inzaghi e Mihajlovic. Il discorso riguardante Saponara è per certi versi simile; è arrivato proprio dall'Empoli e le aspettative intorno a lui erano alte viste le ottime prestazioni registrate. Non girò nulla per il verso giusto: i tifosi erano desiderosi di vederlo più spesso in campo, ma Inzaghi non sempre gli concedeva una chance. Poi i problemi muscolari e il definitivo accantonamento che fruttò, poi, il ritorno in Toscana sotto la corte di Marco Giampaolo. Chi ha i ricordi più belli? Non può essere che Alberto Gilardino, uno che con la maglia del Milan ha giocato e anche vinto molto. Tre anni - dal 2005 al 2008 -, 94 presenze e 36 goal, uno tra l'altro molto ben ricordato da tutti i tifosi nella piovosa ma trionfale vittoria schiacciante contro il Manchester United nell'anno della settima Champions League.