Milan, Niang: "Sento la fiducia di tutti: compagni, mister e società"

L'attaccante francese spiega anche l'episodio del rigore sbagliato contro il Crotone.

Milan, Niang: "Sento la fiducia di tutti: compagni, mister e società"
M'Baye Niang, news.superscommesse.it

Il Milan vince e sorprende con i suoi giovani, tra cui M'Baye Niang che nelle ultime gare forse è apparso un po' meno brillante rispetto ad alcune settimane fa. Montella però non ha alcuna intenzione di rinunciare ai suoi strappi offensivi e al suo lavoro in fase di non possesso per la squadra. Intanto il francese ha incontrato i tifosi del Milan oggi a Casa Milan, parlando di diversi argomenti.

A partire dal contestato episodio del rigore sbagliato contro il Crotone: "Sbagliare rigori succede a tutti: ho sbagliato e dopo la partita sono passato ad altro, la squadra e la società sono tutti con me quindi su questo punto sono sereno, e già da oggi mi sono rimesso al lavoro per preparare la prossima partita. E' da un po' che non segno, certo che per un attaccante è importante: tornerò presto al gol e perchè no, già dalla partita di lunedì in vista del mio compleanno, cercando di fare punti e aiutare la squadra. Stiamo vivendo un momento buono e non dobbiamo perdere la testa, perchè la nostra forza è quella di stare sempre umili, giocare di squadra e continuare." Parole di ringraziamento anche per Montella"Da quando è arrivato ha parlato subito bene di me e lo ringrazio, cerco sempre di dare il massimo per ripagare la fiducia che mi sta dando: mi fa crescere e speriamo di crescere ancora tanto."

Crescita che passa anche da una sfida impegnativa come quella contro la Roma di Luciano Spalletti: "E' una partita importante, andiamo lì per vincere: non possiamo dire che andiamo lì per prendere un punto perchè siamo il Milan e abbiamo la classifica che meritiamo, cercheremo di fare i punti che serviranno per la classifica. Non sarà la più importante: lo erano anche quelle con Juve ed Inter, sappiamo cosa dobbiamo fare e andiamo lì per fare una grande partita." A Premium, invece, il francese ha commentato l'abbraccio che Galliani gli ha voluto riservare al termine della sfida di Domenica scorsa: "E’ stato lui che mi ha portato al Milan, mi ha fatto piacere. Lui è sempre molto vicino a me e mi ha sempre aiutato."