Udinese-Milan, Montella fra rabbia e delusione: "Oggi siamo stati beffati, ma abbiamo sbagliato noi"

Vincenzo Montella parla nel post partita della Dacia Arena dopo la sconfitta contro l'Udinese.

Udinese-Milan, Montella fra rabbia e delusione: "Oggi siamo stati beffati, ma abbiamo sbagliato noi"
Vincenzo Montella, raisport.rai.it

Il Milan chiude una settimana difficile con una sconfitta in casa dell'Udinese contro la squadra di Delneri e in più deve fare i conti con gli infortuni di Bonaventura e De Sciglio. Vincenzo Montella è apparso nervoso nel corso della gara per alcune chiamate arbitrali e a fine partita racconta tutta la delusione e l'amarezza per un risultato che lascia fermo il Milan a quota 37 punti.

Così Montella a Premium Sport sulla partita giocata dai rossoneri, ancora una volta con poche idee e poca pericolosità offensiva: "Se guariamo al risultato c’è qualcosa che non va, ma bisogna andare più a fondo. Sull’ 1-0 potevamo chiuderla, ma non è successo. I ragazzi hanno affrontato bene la gara, abbiamo preso gol in uscita in modo banale. Nel secondo tempo abbiamo creato alcune occasioni, ma siamo stati particolarmente ingenui, subendo gol in inferiorità numerica. Ci sono tanti episodi in questa sconfitta, dobbiamo migliorare ma a tratti i ragazzi hanno fatto una buona partita." 

De Paul, autore della rete decisiva, forse doveva essere espulso per un precedente fallo su De Sciglio. Proprio mentre il terzino era fuori e il Milan in 10, l'Udinese ha colpito da quel lato, con il Milan che non è riuscito a fare il cambio in tempo: "Quando un calciatore esce dal campo credo si debba fare la sostituzione. Oltre ad avere subito un fallo chiaro si gioca con un uomo in meno, la colpa è nostra. Non abbiamo buttato la palla fuori e abbiamo sbagliato. È una dimenticanza grave da parte nostra che eravamo in campo. Avevamo fatto una cosa simile a Torino, sono ingenuità che a questi livelli si pagano. Speriamo servano per la crescita di questa squadra. Il fallo su Mattia? C’è poco da commentare. Oltre al danno abbiamo subito la beffa. È strano riprendere il gioco in dieci, ma fa parte del calcio."