Milan, Montella: "Contro il Sassuolo per vincere. Abbiamo fiducia in Bacca"

Vincenzo Montella mette in guardia il Milan dalle insidie del Mapei Stadium, dove i rossoneri non hanno mai fatto un punto in Serie A

Milan, Montella: "Contro il Sassuolo per vincere. Abbiamo fiducia in Bacca"
Vincenzo Montella, acmilan.com

La vittoria del Milan contro la Fiorentina in casa è stata importante, ma un successo in casa del Sassuolo potrebbe avere un peso anche superiore a quello dei tre punti che la gara del Mapei Stadium mette in palio. Lo sa bene Vincenzo Montella. Il Milan ha come un complesso nei confronti del campo di casa del Sassuolo, lì dove non ha mai fatto un punto, raccogliendo sconfitte che hanno fatto saltare panchine (Allegri), o fatto dire definitivamente addio all'obiettivo Europa (le ultime due stagioni).

Insomma, tutto meno che una gara agevole che però Montella, in conferenza stampa, chiede alla sua squadra di vincere perchè in questo momento del campionato i risultati contano più di ogni altra cosa: "Vincere fa sempre bene. Ci troveremo di fronte un avversario importante che negli anni ha dimostrato di poter battere chiunque. Speriamo si parli solo di campo e non succeda come dopo la gara di andata. Sta ritrovando giocatori importanti, si conoscono bene. Al di là di Berardi, che è molto bravo a segnare, il Sassuolo è bravo a costruire azioni importanti. Per marcare un giocatore importante come lui bisogna cercare di togliergli i rifornimenti." Quelli di cui avrebbe bisogno Bacca per sbloccarsi, dopo il no alla Cina delle scorse ore: "Siamo felici della sua decisione. Ha la nostra massima fiducia. Se da giocatore avessi accettato un'offerta così? Non lo so, dipenderebbe da diverse cose."

C'è il campo, ma non si può non parlare di società e di Silvio Berlusconi, visto che la cessione a Sino Europe Sports sembra essere ormai ad un passo dal concretizzarsi: "Uno dei momenti più belli è stato firmare con il Milan, un sogno che ho avuto sempre fin da bambino. Se dovesse rimanere sarei felicissimo, se così non fosse ringrazierei per sempre Berlusconi e Galliani. Rimpianti? Non ne ho. Da quando sono qui mi sono rapportato sempre con la società attuale, che è sempre presente. Non ho pensato a chi dedicare la prossima vittoria. Non ci siamo sentiti in questa settimana, ho sentito Galliani che è sempre presente." Tornando al campo, per una volta Montella bada più alla sostanza che non all'estetica: "Il nostro possesso palla? Noi dobbiamo provare a dominare la partita e vincere. Come ho detto prima ora contano di più i punti delle prestazioni. Noi subiamo più gol a difesa schierata, quindi non in contropiede. Sono luoghi comuni." 

Spazio anche per alcuni singoli: "Locatelli? Sta bene, è motivato e ha voglia di mettersi in mostra. Mi piace molto il suo atteggiamento. Se domani gioca? Sosa ha fatto una grande partita contro la Fiorentina, vediamo oggi. Magari possono giocare insieme visto che sono complementari per me. De Sciglio e Calabria stanno bene e sono disponibili per giocare domani. Vangioni è arrivato infortunato e non si è allenato in gruppo per diverso tempo. Io non ero sicuro e quindi ho voluto avere un po' di tempo in più per valutarlo. Ora sta dimostrando le sue qualità e lo ha fatto contro avversari importanti. Lapadula è tornato dalla Nazionale con una caviglia gonfia, ieri non si è allenato. Bertolacci è stato fermo tanto anche lui in questa stagione. Dopo un infortunio le prime partite le fai bene, poi è normale avere un calo. Può migliorare ancora.