Milan, Montella: "Non mi fido per niente dell'Inter, ma vogliamo vincere il derby"

Vincenzo Montella parla a Milan TV di derby, ma anche di tanti argomenti legati alla stagione del Milan

Milan, Montella: "Non mi fido per niente dell'Inter, ma vogliamo vincere il derby"
Vincenzo Montella, tuttosport.com

Il Milan era chiamato a reagire contro il Palermo dopo il pari di Pescara e la squadra di Montella non ha sbagliato un'altra gara. La resistenza rosanero è stata relativa, ma i rossoneri hanno dimostrato con i fatti di essere superiori alla squadra di Diego Lopez. Vittoria, ma non solo perché lo scivolone dell'Inter a Crotone ha permesso il sorpasso in classifica proprio alla vigilia di un derby che ha il sapore di uno spareggio per l'Europa  potrebbe essere tutto cinese come proprietà per la prima volta nella storia.

Vincenzo Montella è stato ospite di Milan TV e ha parlato ovviamente anche del derby, diviso fra la voglia di vincerlo e la consapevolezza che l'Inter sarà diversa da quella vista in Calabria: "Non mi fido per niente. All'andata tirarono fuori l'orgoglio, sono sicuro che non mancherà neanche sabato. Essere davanti, prima del derby, è molto meglio, ma sappiamo comunque che dobbiamo dare più del 100% perchè sono forti e daranno più di quello che hanno. Dovrò cercare di isolare la squadra nei prossimi giorni, non ascoltando nulla e non guardando mai la classifica. Vogliamo vincere, che sia in casa o fuori. Anche se spesso giocare da loro è più stimolante... Voglio vincere perchè vale anche per la classifica, sarebbe un grandissimo passo in avanti per noi."

Spazio anche per qualche considerazione sul futuro a livello personale: "A prescindere da tutto, è il sogno di ogni allenatore creare una base per poi rimanere e trovare continuità. Questa è la mia volontà, la mia aspirazione. Ora mi sento di appartenere al Milan, e viceversa. Ma non voglio fermarmi, ora voglio continuare a far crescere la squadra. Questo il mio sogno. La base era veramente solida e tutti avevano voglia di rivalsa. Avevano però necessità di convincersi, di autoconvincersi. I risultati iniziali ci hanno dato una mano, il lavoro ha poi fatto il resto. Per condurre un gruppo, è cruciale darsi target reali. Il nostro obiettivo è presentarsi ogni giorno a Milanello e migliorare ogni giorno sempre di più. È questo realmente il nostro target."