Milan, Fassone su Donnarumma: le ultime di mercato

Il dirigente rossonero ha parlato del portiere del 99 e non solo..

Milan, Fassone su Donnarumma: le ultime di mercato
Milan, Fassone su Donnarumma: le ultime di mercato

In casa Milan, ormai da diverse settimane, il mercato fa padrone. Soprattutto quello in entrata (con i quattro nuovi arrivi ovvero Musacchio, Kessie, Rodriguez e A. Silva ndr), ma anche quello in uscita con l'obiettivo di rinnovare alcuni giocatori e di mandarne via altri. Andiamo a scoprire le ultime novità

FASSONE SU DONNARUMMA

La nuova dirigenza rossonera vuole puntare su Gigio Donnarumma e farlo diventare la bandiera del Milan che verrà. Come vi abbiamo parlato quest'oggi, Fassone e Mirabelli stanno aspettando una risposta dal portiere in merito alla proposta di rinnovo fatta qualche settimana fa ovvero 4 milioni più bonus per i prossimi cinque anni. In merito, il nuovo amministratore delegato del Diavolo è intervenuto a Radio 24: "Spero di cuore di trattenere Donnarumma, è un ragazzo fortissimo. Corteggiarlo è come corteggiare una bella donna, ma in questo caso c'è qualcun altro di mezzo che sa fare bene il proprio mestiere… Spero finisca tutto nel migliore dei modi per il Milan". Dunque la  volontà  di Gigio è chiara, ma Mino Raiola vuole frenare il tutto. Questa non risposta però non piace però in via Aldo Rossi, i quali che hanno fatto il massimo per accontentare il giovane portiere del 99. 

ALTRE NEWS DI MERCATO

Secondo la Gazzetta dello Sport, Mirabelli ha avuto nella giornata di oggi dei contatti telefonici con i dirigenti dell'Atalanta che avrebbe aperto alla cessione di Andrea Conti. Accantonato il clima polemico di settimana scorsa, le due parti si avviano alla chiusura dell'affare. Per il giovane gioiellino classe 1994 Percassi chiede 30 milioni, cifra ritenuta troppo alta per i rossoneri che puntano ad abbassarla inserendo qualche contropartita.  Dalla Francia, Javier Pastone avrebbe chiesto la cessione al  PSG. Sulle tracce del centrocampista argentino ed ex Palermo  ci sarebbero le due milanesi