Milan, Montella in conferenza: "Siamo una squadra in costruzione, ma non ancora completa"

Oltre al tecnico rossonero è intervenuto anche Abate: "L'occhio va meglio, ogni giorno mi sento sempre più sicuro".

Milan, Montella in conferenza: "Siamo una squadra in costruzione, ma non ancora completa"
Milan, Montella in conferenza: "Siamo una squadra in costruzione, ma non ancora completa" - acmilan

Secondo impegno per il Milan nella International Champions Cup. Sfida molto interessante per i rossoneri che domani affronteranno il Bayern Monaco di Carlo Ancelotti. Vincenzo Montella è intervenuto nell'odierna conferenza stampa per presentare la partita. 

Sulla sconfitta per 3-1 contro il Borussia: "Quando devo valutare la squadra non lo faccio per reparti, lo faccio guardando il collettivo. Rispetto alla partita contro il Dortmund abbiamo fatto cose positive e altre meno: ad esempio, siamo ancora troppo lunghi sul campo, dovremo cercare di tenere la squadra più corta. I nuovi? Non lo so, vedremo. Hanno fatto un viaggio lungo e si sono allenati, di fatto, solo ieri". 

Domani invece grande sfida con il Bayern Monaco di Carlo Ancelotti: "Sicuramente dobbiamo migliorare dal punto di vista della tenuta. Al momento siamo un po' indietro a livello di condizione. Cercherò di dare più minuti nelle gambe ai giocatori che nella mia testa potrebbero essere titolari nel Preliminare di Europa League. Domani affronteremo un avversario di grandissimo valore, è una sfida stimolante, ma sono sicuro che daremo il massimo per cercare di fare risultato". 

I rossoneri sono molto attivi sul mercato: "Siamo una squadra in costruzione, ma non ancora completa. Parlo tutti giorni con la società al riguardo. Hanno fatto già un grandissimo mercato. Va detto che molti ragazzi arrivano da campionati stranieri, per di più sono anche molto giovani. Come ha detto il d.s. Massimiliano Mirabelli, stiamo cercando i profili giusti che possano fare il caso nostro".  

Ma qual'è l'obiettivo di questo nuovo Milan?: "Dobbiamo puntare alla zona Champions. Sarà un lavoro lungo, ma sarà necessario correre veloce verso l'obiettivo di creare una squadra conscia di tutti i principi di gioco che ho nella mia testa. Penso che ci vorrà il giusto tempo per arrivare a livelli importanti. Quanto? In genere a tutti si danno 100 giorni (ride, ndr)". 

Insieme al tecnico del Milan era presente anche Ignazio Abate il quale ha iniziato a parlare delle sue condizionifisiche: "'L' occhio va meglio. Ogni giorno che passa mi sento sempre più sicuro. Naturalmente ho bisogno di mettere minuti nelle gambe e di allenarmi al massimo per farmi trovare pronto quando inizieranno gli impegni ufficiali". L'attenzione si è poi spostata sul mercato:"Tutti i nuovi arrivati hanno già mostrando il loro talento. Ora tocca a noi, dovremo essere bravi a cercare di trovare la giusta amalgama per affrontare nel migliore dei modi la stagione. Bonucci? È un grande giocatore. Sicuramente il fatto di averlo prelevato da una squadra come la Juve è un segnale importante. Sono sicuro che ci darà una grossa mano, sia per la sua personalità che per le sue qualità".

acmilan
acmilan