Milan - L'addio di Bacca è il benvenuto di Kalinic

Sul colombiano del Milan, messo alla porta da Montella, piomba l'Olimpique Marsiglia. Formalizzato l'addio, si chiude per Kalinic con Niang come possibile contropartita per la Fiorentina

Milan - L'addio di Bacca è il benvenuto di Kalinic
Milan - L'addio di Bacca è il benvenuto di Kalinic -getty

Sliding doors a Casa Milan. Dopo aver comprato in lungo ed in largo per rivoluzionare sostanzialmente la rosa di Vincenzo Montella, la nuova proprietà rossonera inizia a muovere le pedine più razionalmente. Ecco dunque che si muovono le caselle dell’attacco: visti i tanti arrivi, è il momento delle partenze, ma non solo. Sul taccuino di Fassone e Mirabelli rimane infatti ancora una punta da acquistare, per tutelarsi e permettere ad André Silva di non subire subito la pressione di una stagione da titolare fisso. I sogni Aubameyang e Belotti rimangono vividi ma astratti, e sempre più lontani dalla realizzazione: ecco quindi la stretta con la Fiorentina per portare a Milano Nikola Kalinic.

Nell’operazione per il ventinovenne croato (27 gol in 69 partite di Serie A), che tiene banco oramai da un mese, la novità è che potrebbe rientrare anche Mbaye Niang. Il talento del francese è limpido, ma va valutato al netto delle prestazioni altalenanti e non sempre impeccabili dal punto di vista dell’atteggiamento. Il profilo però stuzzica Stefano Pioli e la dirigenza viola, convinti di poter lavorare su un diamante grezzo per renderlo un vero e proprio swarowski. Qualora l’accordo andasse in porto, il Milan otterebbe uno sconto sulla valutazione di 30 milioni, da cui i Viola non sembrano proprio voler scendere. Altrimenti, la dirigenza cinese sarà costretta a presentarsi a Firenze con quella cifra, cash. Parallelamente – ma separatamente – le due società stanno trattando anche il trasferimento sulla rotta inversa di Gabriel Paletta.

Sliding doors, dicevamo, perché il posto per Kalinic dovrebbe essere liberato da Carlos Bacca. Dopo aver salutato Gianluca Lapadula, diretto al Genoa (come il suo collega Bertolacci) dopo una sola stagione in rossonera, ecco dunque che anche l’altro attaccante dell’ultima stagione del Milan è pronto a lasciare non solo Milano ma più in generale l’Italia. Criticato a lungo nel corso degli ultimi due anni, il colombiano è stato escluso da Montella nell’amichevole contro il Bayern. Nonostante le cattive condizioni fisiche di André Silva (in ritardo di preparazione), l’allenatore campano ha preferito lanciare dal primo minuto il diciannovenne Patrick Cutrone, poi autore di una doppietta, lasciando poi intendere ai microfoni che la stessa scelta sarà operata anche in vista dell’andata del preliminare di Europa League contro il Craiova.

Messo alla porta, Bacca avrebbe trovato l’accordo con l’Olimpique Marsiglia di Rudi Garcia per un triennale a 3,5 milioni di euro annui. Per quanto riguarda il cartellino, invece, l’offerta al Milan dovrebbe essere attorno ai 15 milioni di euro. Niente a che vedere con i 25 offerti dal West Ham appena lo scorso gennaio, ma comunque un buon gruzzoletto per fare cassa e continuare nell’incessante processo di rinnovamento di questa caldissima estate.