Milan al lavoro per definire le uscite: Trabzonspor su Sosa, per Niang pronto uno sforzo del Toro

Fassone e Mirabelli cercano di sistemare il centrocampista e l'attaccante, ormai fuori dal progetto tecnico di Montella

Milan al lavoro per definire le uscite: Trabzonspor su Sosa, per Niang pronto uno sforzo del Toro
Josè Sosa, twitter.com

Se il campo regala sorrisi, il Milan spera di chiudere il mercato in maniera altrettanto soddisfacente. Non tanto per quanto riguarda le entrate, anche se a sensazione a Montella non dispiacerebbero una mezzala alla Kessie e un attaccante esterno, quanto per quanto riguarda il capitolo uscite. I nomi su cui in questo momento sembrano essere concentrate le attenzioni di Fassone e Mirabelli sono quelli di Sosa e Niang.

Il centrocampista argentino è da diverse settimane nel mirino di diversi club turchi, che lo hanno visto all'opera nelle sue stagioni in Turchia. Evidentemente il ricordo lasciato è stato molto positivo e allora per Sosa non sono mancate le proposte nel corso di questo mercato. Fino ad ora, però, era stato lo stesso giocatore a rifiutarle, convinto di potersi giocare le proprie possibilità in maglia rossonera. I nuovi arrivi e le scelte di Montella, però, hanno fatto capire a Sosa che per giocare con continuità serve lasciare Milanello. Secondo le ultime, l'ex Napoli avrebbe trovato l'accordo con il Trabzonspor. Alla base dell'intesa, un ricco contratto triennale da circa 3 milioni di euro netti a stagione. Adesso, per chiudere il cerchio, serve che Milan e turchi trovino un'intesa per quanto riguarda il costo del cartellino del giocatore. Discussione che viene portata avanti in queste ore e che si potrebbe sbloccare già nel corso della serata.

Discorso simile per Niang, di fatto fuori rosa per scelta tecnica, ma anche a causa del certificato medico presentato dallo stesso giocatore per non presentarsi agli allenamenti fino alla fine del calciomercato. Lo Spartak Mosca aveva l'accordo con il Milan per circa 20 milioni di euro, ma Mino Raiola, procuratore del giocatore, ha da qualche tempo trovato un accordo di massima con il Torino e Niang preferisce rimanere in Italia e ritrovare un tecnico come Mihajlovic che ha avuto fiducia in lui. Fino ad ora, però, il Torino non si era spinto oltre una proposta di prestito con diritto di riscatto per circa 12 milioni di euro. La novità di queste ore è che i granata sembrano essersi convinti a fare uno sforzo per accontentare la richiesta di Mihajlovic di riavere il francese con sè. Anche qui attese novità nelle prossime ore, con Raiola pronto ad incontrare il Torino e il Milan disposto a scendere leggermente come richiesta: possibile punto di incontro un prestito con obbligo di riscatto da 15 milioni di euro.