Milan, contro la Lazio Biglia e Cutrone dal primo minuto

Montella prepara la sfida contro la squadra di Inzaghi e attende i rientri dei nazionali

Milan, contro la Lazio Biglia e Cutrone dal primo minuto
Lucas Biglia, twitter.com

Vincenzo Montella è pronto piano piano a riaccogliere a Milanello tutti i giocatori impegnati in giro per il mondo in questa pausa per il campionato. Il Milan ricomincerà dalla trasferta dell'Olimpico contro la Lazio e il tecnico rossonero sta già pensando alla formazione da mandare in campo contro la squadra di Inzaghi.

L'assenza di Conti andrà in qualche modo tamponata, con Abate e Calabria a giocarsi un posto sulla fascia destra, mentre a centrocampo e in attacco si va verso un esordio dal primo minuto e una conferma. In mezzo al campo dovrebbe arrivare il momento di Lucas Biglia. L'argentino ha recuperato prima del previsto dal problema muscolare che lo aveva colpito intorno alla metà di agosto e Montella è pronto a mettere nelle sue mani le chiavi della manovra rossonera. Con l'Argentina Biglia è sceso in campo e se i risultati della Nazionale di Messi non sono stati esaltanti, se non altro sono arrivate buone risposte fisiche da parte di Biglia che si è mosso con disinvoltura nel centrocampo di Sampaoli.

In attacco, invece, potrebbe toccare ancora a Patrick Cutrone. Difficile immaginare uno stato psico-fisico migliore per l'attaccante di Montella. Anche in Under 21 ha subito trovato la rete, su un bell'assist di Locatelli. Anche Andrè Silva ha segnato con il Portogallo, ma l'ex Porto potrebbe essere costretto a partire ancora dalla panchina, così come Kalinic, per lasciare spazio al prodotto del settore giovanile rossonero. Montella, da ex attaccante, potrebbe voler sfruttare l'onda lunga del momento positivo di Cutrone per permettere al Milan di vincere tre partite di fila ad inizio campionato, fatto che non si verifica addirittura dal 2006. L'altro dubbio di Montella è quello fra Bonaventura e Borini, ma se l'ex Atalanta fornirà garanzie a livello di condizione è difficile non immaginarlo in campo da titolare domenica pomeriggio.