Milan, tris di candidature per l'Europa League: Locatelli, Calhanoglu e Cutrone

Montella prova a chiudere il discorso qualificazione in Europa per concentrarsi sul campionato e risalire la classifica

Milan, tris di candidature per l'Europa League: Locatelli, Calhanoglu e Cutrone
Cutrone e Bonaventura, acmilan.com

Un derby perso all'ultimo minuto, l'ennesima sconfitta di questo avvio di stagione e i dubbi che si fanno sempre più pesanti sulla squadra, sull'allenatore e sulla proprietà. Il momento del Milan non è di sicuro facile, ma Vincenzo Montella sembra ancora godere del pieno appoggio di tutto l'ambiente. Testa al prossimo impegno allora, ovvero la sfida a San Siro contro l'Aek Atene in Europa League.

Per ora l'Europa è stato il terreno che ha regalato le migliori soddisfazioni al Milan, con l'ovvia premessa che le avversarie affrontate non possono essere paragonate alle squadre che si incontrano in Serie A, non tanto per talento, quanto per organizzazione e qualità tecniche. I rossoneri sono a punteggio pieno nel girone e una vittoria anche contro i greci permetterebbe a Montella di affrontare con preoccupazione relativa i successivi impegni europei per dedicarsi anima e corpo al campionato, dove il Milan è reduce da tre stop filati. In vista dell'impegno europeo, il tecnico rossonero potrebbe cambiare alcuni giocatori nella formazione iniziale, sia per scelta tecnica, sia per motivi legati alle squalifiche. Calhanoglu ad esempio torna a disposizione dopo essere stato costretto a saltare il derby e Montella è pronto a riproporlo dal primo minuto anche per affinare la sua condizione fisica.

A centrocampo poi possibile e probabile turno di riposo davanti alla difesa per Biglia, logorato dalle gare con l'Argentina per arrivare al Mondiale e apparso in difficoltà contro l'Inter. Al suo posto è pronto Locatelli, entrato con un buon atteggiamento contro i nerazzurri e in grado di ricoprire il ruolo di regista di centrocampo. Sicuramente non cambierà il sistema di gioco, con Montella che ha tutta l'intenzione di proseguire sulla strada del 3-5-2. Altro cambio dovrebbe essere quello legato all'attaccante, con Cutrone pronto ad iniziare dal primo minuto con Suso a sostegno. Andrè Silva dovrebbe iniziare dalla panchina e per lui potrebbe esserci una nuova maglia da titolare in campionato, in attesa di capire l'evoluzione delle condizioni fisiche di Kalinic, out nel derby per l'infortunio muscolare subito nella gara contro l'Udinese prima della sosta per gli impegni delle Nazionali. Occhio anche alla difesa, dove Bonucci potrebbe rifiatare dopo aver accumulato già più di 1000 minuti in questa stagione. Nel caso il trio davanti a Donnarumma dovrebbe essere Zapata, Musacchio e Romagnoli.