Milan-Genoa, un punticino per i rossoneri. Montella : "Meritavamo di vincere anche in 10"

I rossoneri non vanno oltre il pareggio con il Genoa. Le parole del tecnico campano Vincenzo Montella e di Suso.

Milan-Genoa, un punticino per i rossoneri. Montella : "Meritavamo di vincere anche in 10"
twitter Milan

Finisce 0-0 tra Milan e Genoa, match valido per la nona giornata del campionato di Serie A. Un punto che ha salvato, per il momento, Vincenzo Montella. I rossoneri sono stati condizionati dall'espulsione al minuto 25 di Leonardo Bonucci, che con una sbracciata su punizione ha colpito, secondo Giacomelli in maniera volontaria, Rosi che è dovuto ricorrere alla benda per proseguire il match. Un Milan che si è affidato a Suso che oggi è stato il più brillante. Lo spagnolo è stato catalizzatore di tanti palloni, creando ogni qualvolta prendeva palla, grossi problemi alla retroguardia ligure. Il diavolo non riesce più a vincere, non riesce più ad uscire da questo momento di crisi. Montella si è affidato, nel momento di maggior difficoltà, a Nikola Kalinic che non è riuscito ad essere decisivo come avrebbe voluto. Si spera che il diavolo esca subito da questo momento e che ricominci a vincere.

Commenta la prestazione dei suoi ragazzi, il tecnico rossonero Vincenzo Montella ai microfoni Premium Sport. Ecco le sue dichiarazioni.

Sulla partita: “E’ un momento particolare. In queste ultime partite di campionato è successo di tutto. Oggi in 10 abbiamo dato tutto. Anche in uno in meno siamo stati superiori. È un momento che va così, ma siamo uniti. Con questo spirito i risultati arriveranno”.

Su Bonucci: “E’ rimasto sorpreso. Non c’è un’immagine chiara. Quando uno è in area cerca di liberarsi. Lui non guarda mai l’avversario. Dispiace, sta succedendo di tutto e questo sta mettendo alla prova la nostra tenuta mentale. In area ci sono sempre strattoni. Il Var sta diventando più una valutazione televisiva che di campo. Dobbiamo cercare di modulare questo aspetto. In area succedono tanti episodi. Il fallo di Bonucci non è stato intenzionale. Leo era dispiaciuto, lo ha detto a tutti. Stiamo pagando ogni situazione in questo momento. Bonucci prende posizione, non si può dire che l’ha fatto apposta. Gli episodi stanno diventando più televisivi che di campo”.

Sul futuro: “Sono l’allenatore del Milan e sono felice di esserlo. Ci tengo a fare i complimenti ai ragazzi per quello che hanno messo in campo, anche in 10 meritavamo di vincere. Stiamo pagando gli episodi, possiamo uscire da questo momento difficile e oggi lo abbiamo dimostrato”.

Sul possibile rigore su Bonaventura nel primo tempo: “Rigore? Chiedete al Var e a Giacomelli che oggi era molto attento”.

Commenta poi la situazione rossonera, il centrocampista spagnolo Suso, oggi il migliore. Ecco le sue dichiarazioni a Milan TV.

"Abbiamo fatto una buona gara. Quando si è in 10 è sempre difficile ma non abbiamo mai cambiato atteggiamento. Fosse entrata la palla in una delle tante occasioni, sicuramente staremmo parlando d'altro. È un momento no, particolare e difficile. Gira tutto un po così, dobbiamo uscirne insieme ed uniti".

Espulsione di Bonucci: "Mi ripeto, giocare in meno è difficile contro chiunque. Non ho visto l'azione quindi non saprei cosa ha fatto o meno". 

Il pubblico di San Siro: "Abbiamo sentito i tifosi caldissimi e ci hanno aiutati per tutta la gara. Sono stati perfetti e li ringrazio, siamo noi che dobbiamo fare di più". 

Verso il Chievo: "Questo ormai è finita e dobbiamo vedere cosa abbiamo sbagliato. Subito testa al Chievo che sarà tostissima e poi ci sarà la Juventus".