Il Milan perde al San Paolo, Montella: "Possiamo arrivare al livello delle prime"

Le parole del tecnico rossonero dopo il ko contro il Napoli: "Le ultime due sconfitte le abbiamo fatte contro Juve e Napoli che sono squadre avanti a noi. Ma la partita a tratti è stata alla pari, per arrivare la loro livello ci vuole tempo".

Il Milan perde al San Paolo, Montella: "Possiamo arrivare al livello delle prime"
twitter

Il Milan è stato sconfitto per 2-1 dal Napoli. I rossoneri hanno tenuto bene il campo, ma gli azzurri hanno messo quel qualcosa in più che gli hanno consentito di portare a casa i tre punti. C'è delusione nelle parole di Vincenzo Montella, il quale è intervenuto a Sky Sport per commentare il ko: "Si sta male, è una partita positiva nell'analisi, stiamo migliorando in alcune fasi, dobbiamo migliorare nelle altre. Abbiamo incontrato una squadra di un livello superiore, la squadra è stata sempre in partita, ha giocato con ordine. Nel secondo tempo siamo stati più continui, abbiamo concluso poco, in questo dobbiamo migliorare velocemente. La prestazione c'è stata, anche un pareggio ci poteva stare. L'allenatore può mandare dei messaggi con le sostituzione di giocatori, ma l'interpretazione dei momenti dipende dalla lettura della squadra e dentro la squadra ci sono anche io".

Il Milan ha perso però tutti gli scontri diretti..: "Le ultime due sconfitte le abbiamo fatte contro Juve e Napoli che sono squadre avanti a noi. Ma la partita a tratti è stata alla pari, per arrivare la loro livello ci vuole tempo.Oggi la squadra ha dato ogni energia, ha dimostrato una crescita di personalità, la squadra ha reagito dopo il secondo gol del Napoli. Sono particolarmente ottimista, i ragazzi possono crescere ancora. La squadra sta dimostrando che si sta avvicinando alle grandi. Dobbiamo migliorare nell'interpretazione dei momenti della partita che è ciò che fa fare la differenza. Sono sempre molto dispiaciuto quando perdo, lavoriamo per ottenere grandi risultati, ma per ottenerli ci vuole un percorso quando si parte da una rivoluzione".

In chiusura Montella ha spiegato il perchè di alcune scelte di gioco: "Devo fare delle scelte, ho tanti calciatori nuovi. Questa partita si decideva nella costruzione del gioco, abbiamo lavorato più su questo. Se non riesci ad avere geometrie perdi l'inerzia e l'inerzia non l'abbiamo persa. Davanti avevamo una squadra che difende in maniera ottimale, ci vuole del tempo".