Europa League, pokerissimo del Milan all'Austria Vienna. Le parole dei protagonisti nel post partita

Rossoneri che battono gli austriaci per 5-1 e si qualificano con un  turno di anticipo ai sedicesimi di Europa League. Commentano la partita il tecnico rossonero Vincenzo Montella e André Silva.

Europa League, pokerissimo del Milan all'Austria Vienna. Le parole dei protagonisti nel post partita
Ac Milan

E' finita 5-1 tra Milan ed Austria Vienna. I rossoneri dopo aver subito il momentaneo gol dello 0-1, hanno alzato i ritmi ed hanno rifilato la "manita" agli uomini di Fink. I ragazzi di Montella hanno così ottenuto, con un turno d'anticipo, l'accesso ai sedicesimi di finale di EL. Una partita che ha visto prevalere il Milan su ogni aspetto visto la differenza e il divario tecnico e tattico delle due squadre. Milan che ha saputo tranquillamente controllare la partita dopo i primi 20' di gioco, giocando in maniera discreta vista la poca esperienza della squadra avversaria la cui età media era di circa 22 anni. Il diavolo si è mostrato abbastanza solido nella maggior parte delle situazioni di gioco, se non in quella che ha portato al momentaneo svantaggio: come già successo sabato sera a Napoli, dove i due gol dei partenopei sono arrivati a causa dell'errato posizionamento della linea difensiva, anche oggi il Milan ha subito gol a causa di questo errore. Bonucci, che dopo l'errore ha giocato una partita sufficiente, non è rimasto in linea con i compagni e ha lasciato in gioco Monschein che, dopo aver saltato Donnarumma, ha siglato il gol dello 0-1. Poi il Milan si è svegliato, e la coppia d'attacco Cutrone- Silva ha rifilato agli austriaci 4 gol, con 2 gol ciascuno. Ottimo il lavoro dei due esterni, con Rodriguez  che ha trovato anche il gol e con Borini che ha macinato chilometri sulla destra. Bene la difesa, discreto il centrocampo. 

Commenta la prestazione dei suoi ragazzi, il tecnico rossonero Vincenzo Montella ai microfoni di Sky Sport. Ecco le sue dichiarazioni.

Sulla vittoria: "E' stata una serata estremamente positiva, abbiamo raggiunto il primo posto in classifica. Possiamo concentrarci sul campionato, sulla Coppa Italia. L'ultima gara di Europa League la onoreremo, la nostra storia dice questo. Adesso bisogna pensare subito al campionato, abbiamo bisogno di recuperare".

Sul periodo: "Nelle ultime 4/5 partite abbiamo dimostrato una crescita, rapportata al livello degli avversari. Napoli e Juventus sono capitate in questo momento e ci hanno un po' rallentato. Non abbiamo sfigurato, il nostro gioco deve migliorare, stiamo lavorando".

Su Kakà: "E' un giocatore fantastico, un ragazzo di un'educazione e una purezza unica. E' stato un piacere incrociarlo. Sono contento di averlo visto".

Su Fassone: "Fassone lo vedo particolarmente sereno, ci trasmette la sua serenità".

Sugli aspetti positivi e negativi: "La cosa che mi è piaciuta di più è che la squadra non ha perso logica dopo lo svantaggio, in un momento delicato della nostra stagione. Questo mi dà quasi la certezza che la squadra è sicura di quello che sta portando avanti. Quello che mi è piaciuto meno la continuità dell'aggressività nei novanta minuti che ancora un po' ci manca".

Sul momento: "Ho idee molto più chiare sui giocatori, voglio concentrarmi sul campionato perchè questa squadra merita di più per il valore della squadra. Il valore della squadra vale di più della classifica, secondo quello che vedo in campo".

Parla poi, sempre ai microfoni di Sky Sport, l'attaccante portoghese André Silva, autore di una doppietta. Queste le sue dichiarazioni.

Sulla partita: "Era molto importante rialzare la testa, non è stata una partita facile, ma abbiamo fatto una grande partita".

Sugli otto gol in Europa League: "Sono felice, spero di avere più opportunità in campionato, vediamo".

Sulle panchine in campionato: "In Europa ho più chances, sono più concentrato do il massimo, devo avere più occasioni in campionato e fare il massimo"

Sulla qualificazione: "Sono felice, vedremo chi passerà".