Milan, senti Gattuso: "Parlo tutti i giorni con Gigio, non sono emersi problemi"

Le parole del tecnico rossonero: "C'è tanto da fare. Abbiamo vinto una partita importante, ma abbiamo la testa a mercoledì. Abbiamo il dovere di passare questo turno":

Milan, senti Gattuso: "Parlo tutti i giorni con Gigio, non sono emersi problemi"
acmilan.com

Gennaro Gattuso ha concesso un'intervista ai colleghi di Milan Tv in vista del match di domani di Coppa Italia contro l'Hellas Verona: "C'è tanto da fare. Abbiamo vinto una partita importante, ma abbiamo la testa a mercoledì. Abbiamo il dovere di passare questo turno".

Finalmente domenica sera il Milan è tornato al successo: "Da parte mia non c'è nessun problema. Parleranno Fassone e Mirabelli se ci saranno problematiche con lui. Io parlo tutti i giorni con lui e non sono emerse problematiche. Gli brucia quando non arrivano i risultati. Dopo Benevento era molto triste perchè abbiamo preso gol al 96°. Per rispetto di Storari e Antonio Donnarumma non dico se giocherà o no. Ne abbiamo combinate di tutte i colori dopo il 2-1. Abbiamo fatto di tutto per farli pareggiare nei due minuti successivi. Anche Cutrone ha alzato i ritmi con la voglia che ha. Potevamo fare molto meglio. Nel finale i due attaccanti potevano legare molto di più con il centrocampo e invece pensavamo solo a ripartire". Il 4-3-3 è il modulo giusto? "La difesa a quattro ci dà più garanzie -ha detto il tecnico rossonero- anche se dobbiamo migliorare. Dobbiamo dare meno campo all'avversario. Sul primo gol potevamo fare meglio. I miglioramenti vengono solo con il lavoro. La difesa non è solo dei quattro difensori, ma di squadra. Cambi?C'è da valutare qualche ragazzo, che è uscito acciaccato. Vediamo, oggi pomeriggio ci sarà la rifinitura".

Sul caso Donnarumma Gattuso si è detto sereno: "Da parte mia non c'è nessun problema. Parleranno Fassone e Mirabelli se ci saranno problematiche con lui. Io parlo tutti i giorni con lui e non sono emerse problematiche. Gli brucia quando non arrivano i risultati. Dopo Benevento era molto triste perchè abbiamo preso gol al 96°. Per rispetto di Storari e Antonio Donnarumma non dico se giocherà o no".

In chiusura l'allenatore del Milan ha parlato del sorteggio di Europa League: "Adesso testa al Verona. E' una squadra non di grandissimo nome. Hanno tanti brasiliani, giocatori molto tecnici. Ci avvantaggia un po' che il loro campionato si fermi per due mesi".

[acmilan.com]