Milan, Gattuso nel post partita: "Donnarumma dipinto come un mostro, voglio proteggerlo"

Le parole del tecnico rossonero a fine partita: "L'Inter nei quarti? Incontreremo una squadra forte che sta lottando per lo Scudetto, servirà una partita perfetta per passare. Prima però dobbiamo affrontare altre partite importanti e dobbiamo superarle".

Milan, Gattuso nel post partita: "Donnarumma dipinto come un mostro, voglio proteggerlo"
acmilan.com

Il Milan ha vinto per 3-0 contro l'Hellas Verona nell'ottavo di finale di Coppa Italia. Per i  rossoneri sono andati a segno Suso, Romagnoli e Cutrone. La squadra di Gattuso ha bissato il successo di campionato sul Bologna ed ha staccato il pass per i quarti di finale dove è attesa dal derby con l'Inter il 27 dicembre.

Proprio lo stesso allenatore ha parlato a fine partita ai microfoni della Rai: "Dobbiamo migliorare nel non dare campo agli avversari. Prestazioni buone, ma non eccezionali, serve migliorare. L'Inter nei quarti? Incontreremo una squadra forte che sta lottando per lo Scudetto, servirà una partita perfetta per passare. Prima però dobbiamo affrontare altre partite importanti e dobbiamo superarle".

Gattuso si è poi concentrato su Gigio Donnarumma: "Normale che sia scosso, lo ringrazio per la sua disponibilità. E’ il più forte al mondo, ma non è sereno. Non è bello essere contestato dai tifosi, da parte mia lo proteggerò sempre perché è un bravo ragazzo. Se la società dice che non vuole vendere, più di questo che deve dire? Dobbiamo tutelare un ragazzo in difficoltà. Voleva venire a Rijeka invece che riposare. Non hai mai saltato gli allenamenti. Bisogna capire se vuole andare via e ciò che sta succedendo. Io lo vedo allenarsi con grande voglia. Non mi ha detto di voler andare via, per questo parlo così. Raiola? Non ho detto che voglia portarlo via- o voglio farlo stare tranquillo. Io non sapevo di nessuna lettera. Devo pensare a fare risultati sul campo. La mia priorità non è parlare di contratti, ma far esprimere i giocatori al massimo e fare risultati. Voglio tutelare Gigio, dato che si allena con voglia. Poi vedremo cosa succederà. C’è rammarico da parte mia, si sta facendo passare un ragazzo di 18 anni come un mostro e non se lo merita. Questo ragazzo ha valori incredibili. Per fortuna oggi c’erano solo 9 mila tifosi. E’ una brutta situazione. Sono rammaricato". 

In chiusura l'allenatore rossonero ha voluto parlare di Riccardo Montolivo: "Sono molto contento di Montolivo, sta abbinando qualità e fisicità. Col Bologna ha salvato un gol, tutti stanno dando tanto. Lui sta bene fisicamente e sta facendo la differenza".