Napoli, le parole dei protagonisti

Dopo il successo in Supercoppa, il Napoli riprende a marciare anche in campionato bissando l'ultimo successo del 2014 contro il Parma. Rileggiamo le parole dei protagonisti a fine gara.

Napoli, le parole dei protagonisti
Napoli, le parole dei protagonisti

Tutto facile al Manuzzi per il Napoli di Rafa Benitez e Gonzalo Higuain. Il pipita argentino è il "man of the match" con la sua doppietta ed una prestazione da leader assoluto: giocate, assist e i due gol, appunto. Le prime parole sono proprio quelle di Higuain, intervistato ai mirofoni di SkySport: "Abbiamo concluso il 2014 vincendo un trofeo importante e siamo partiti bene nel 2015. Dobbiamo continuare così. Manca tanto, ma dobbiamo restare tranquilli. Io sono sempre stato tranquillo, sento la fiducia di tutti, dei tifosi che ci accompagnano sempre, e sono felice per la vittoria di oggi. Adesso ci sarà una gara molto importante, per noi saranno tutte finali e vogliamo vincere sempre. Sfida con Tevez? Sono tranquillo, l'importante è che segni la squadra. Il futuro di Benitez? Vediamo, è una decisione che spetta a lui”.

Gli fa subito eco un raggiante Rafa Benitez a SkySport, visibilmente soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi: "In Supercoppa la squadra ha mostrato tutta la qualità e tutto il suo carattere. Il Napoli oggi ha fatto quello che doveva. Sta giocando bene, anche oggi sia lui che Higuain hanno lavorato bene. Il loro lavoro è fondamentale per noi. Mercato già chiuso? Vediamo, non si sa mai quello che può accadere. Abbiamo preso due calciatori, vedremo se ci saranno altre opportunità. Altrimenti lavorerò con questa squadra di massimo livello. Gargano è un professionista, lavora sempre al massimo e ci dà sempre la giusta carica. Inler e Jorginho anche lavorano bene, ma oggi mi sembrava giusto dare continuità a chi aveva fatto bene a Doha. Sia Gargano che Lopez sono giocatori di lavoro, gli altri due hanno più tecnica ma gli manca un po' il passo che hanno Gargano e Lopez. Tutti, comunque, stanno lavorando benissimo. Gabbiadini? E' un giocatore di qualità, per noi è un'opzione diversa. Oggi ha giocato de Guzman e avere uno mancino è importante. Lui può giocare in quattro ruoli, per noi è un'alternativa importante. Ha voglia di fare bene e aiuterà la squadra. Contro la Juventus sarà una gara difficilissima. Loro hanno tanta qualità, ma con l'intensità mostrata possiamo giocarcela. Se facciamo gol e miglioriamo la fase difensiva possiamo dire la nostra".