Napoli, David Lopez: "All'inizio è stato difficile, ma adesso amo Napoli"

David Lopez, centrocampista del Napoli, è stato intervistato dalla radio ufficiale dell'SSC Napoli. Il centrocampista spagnolo si è detto felicissima dell'esperienza in maglia azzurra: "Ringrazio i miei compagni che sono stati fondamentali per superare i problemi iniziali. Fondamentale la Supercoppa, ci ha dato tanta fiducia"

Napoli, David Lopez: "All'inizio è stato difficile, ma adesso amo Napoli"
Napoli, David Lopez: "All'inizio è stato difficile, ma adesso amo Napoli"

David Lopez, ultimo acquisto del mercato estivo del Napoli, è stato intervistato dalla radio ufficiale dell'SSC Napoli, Radio Kiss Kiss Napoli, soffermandosi sul difficile ambientamento iniziale, sul momento della squadra azzurra e sul rapporto con i compagni di squadra. Il centrocampista spagnolo, arrivato tra lo scetticismo generale, è diventato un perno inamovibile nello scacchiere di Rafa Benitez, conquistando anche il supporto di tutti i tifosi.

L'intervista inizia con una domanda sull'ambientamento a Napoli e alla Serie A: "All'inizio non è stato il massimo. E' difficile arrivare in una nuova squadra così importante. La gente mi ha criticato e insultato, ma ho lasciato che parlasse il campo. Sono riuscito a superare il momento grazie ai miei compagni, allo staff e a mia moglie. Per quanto riguarda la Serie A, è un campionato molto più tattico rispetto alla Liga. Il gioco in Spagna è molto più veloce e spettacolare. In Italia invece le squadra tentano sempre di non farti giocare".

Si passa poi al rapporto con i compagni di squadra e con il mister Rafa Benitez: "Fortunatamente siamo un gruppo molto unito e affiatato. Tutti abbiamo dimostrato che non c'è nessun titolare e tutti dobbiamo lottare al massimo per una maglia dal primo minuto. Cosa penso di Higuain? E' un attaccante formidabile, ed è un leader in campo e fuori. Mi ha aiutato molto ad ambientarmi in azzurro". "E' stato importante trovare Benitez al Napoli. E' stato lui a scegliermi, ed ha facilitato il mio ingresso in rosa. Mi ha aiutato anche solo il fatto che parlasse spagnolo. Se sto crescendo come calciatore e come persona, lo devo a lui. Si impegna tanto affinchè noi giocatori non commettiamo gli stessi errori. Spero che rinnovi il contratto con la società".

Infine una domanda sulla prossima sfida, quella al Chievo Verona di domenica pomeriggio: "Dobbiamo confermare il nostro stato di forma. Sarà importante subire pochi gol e ripartire velocemente in attacco. Il Chievo si difende molto bene e sarà difficile far gol, ma la partita sarà molto simile a quella giocata in casa con il Genoa. All'andata siamo stati sfortunati e non siamo riusciti a far gol. Dobbiamo pensare solo alle nostre prestazioni, senza far caso agli arbitri".