Diretta Roma - Napoli in il risultato della partita di Serie A (1-0)

Diretta Roma - Napoli in il risultato della partita di Serie A (1-0)
Roma
1 0
Napoli
Roma: (4-3-3): De Sanctis; Torosidis, Manolas, Astori, Holebas (dal 70' Yanga); Pjanic (dal 68' Paredes), De Rossi, Nainggolan; Florenzi, Ljajic (dal 76' Ibarbo), Iturbe.
Napoli: (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; Jorginho, David Lopez; Callejon (dal 61' Gabbiadini), De Guzman (dal 80' Insigne), Mertens; Higuain (dal 75' Zapata)
SCORE: 1-0, min 25, Pjanic;
ARBITRO: Nicola Rizzoli ammonisce De Rossi (R), Cholebas (R), Albiol (N), Florenzi (R), Torosidis (R),
NOTE: Anticipo della ventinovesima giornata del campionato di Calcio di Serie A. Allo stadio Olimpico, Roma, si gioca Roma-Napoli. Inizio ore 12.30

14.20 La Roma torna finalmente a vincere in casa e lo fa in uno degli scontri diretti decisivi per la lotta Champions League. Il Napoli dice invece addio alla possibilità di tornare in Champions. Per Roma-Napoli è tutto, vi lasciamo alle dirette della altre partite di Serie A.

94' CROSS DI JORGINHO DOPO UNA SERIE DI ERRORI DA UNA PARTE E DALL'ALTRA. DE SANCTIS BLOCCA. FISCHIA RIZZOLI!!!! LA ROMA TORNA A VINCERE DOPO PIU' DI TRE MESI IN CAMPO! QUARTA SCONFITTA CONSECUTIVA PER IL NAPOLI!

93' Ultime possibilità per il Napoli, che resta in zona d'attacco

92' Ancora angolo per il Napoli. 

91' Ghoulam solo sulla sinistra sbaglia lo stop e non riesce a tenere in campo la sfera

90' Saranno 4 i minuti di recupero!

89' MERTENS IMPRENDIBILE, METTE AL CENTRO PER UN COMPAGNO CHE NON C'E'! 

88' ITURBE! TUTTO SOLO SUPERA ANDUJAR MA CALCIA FUORI COL DESTRO! 

87' NAINGOLLAN! DESTRO DAL LIMITE DELL'AREA PARATO DA ANDUJAR! 

85' Mertens crossa al centro per Zapata, ma il pallone gli sfila in mezzo alle gambe, perdendo il tempo per battere a rete. Anche sfortunato il Napoli in questo finale

83' Battuto male il corner, con Gabbiadini che ha svirgolato il tiro cross

Angolo per il Napoli, Manolas ha chiuso su Zapata. 

82' Roma che non riesce più a gestire un singolo possesso palla. Napoli in costante proiezione offensiva. 

Torna Insigne! esce De Guzman. Bentornato a Lorenzo Insigne 

80' Napoli ancora in forcing, Gabbiadini e Zapata recuperano palla ma non riescono a gestirla. 

77' GABBIADINI! SOLO IL NAPOLI IN CAMPO! SIINSTRO DAL LIMITE DOPO LA SOLITA DISCESA DI MERTENS! BLOCCA CENTRALMENTE DE SANCTIS

76' Sempre Mertens, mette al centro per Zapata, Manolas perfetto a chiudere il cross

75' Pronto il cambio per Higuain: dentro Zapata. Dentro anche Ibarbo per Florenzi. 

73' Fuorigioco inesistente di De Guzman su passaggio di Mertens: l'olandese era solo davanti a De Sanctis. 

72' Fallaccio di Torosidis su Gabbiadini: giallo per il greco 

70' Ghoulam a volo di destro, tiro da dimenticare. Esce Cholebas, dentro Yanga Mbiwa. Quest'ultimo passa terzino destro, Torosidis a sinistra. 

68' Mertens subisce un altro fallo da Florenzi. Punizione dalla sinistra per il Napoli. 

67' GABBIADINI! PERFETTO CROSS DI DE GUZMAN, L'ESTERNO OFFENSIVO CALCIA A VOLO, MA DE SANCTIS E' STRATOSFERICO NEL DEVIARE IN ANGOLO! MERITA IL PARI IL NAPOLI! 

66' Pjanic non ce la fa. Entrerà Paredes a breve. 

65' Ancora Napoli. Sempre con Mertens che va via a Torosidis, lo punta e guadagna un angolo. Britos stacca di testa ma non trova la porta

64' MERTENS! ANCORA IL FOLLETTO BELGA CI PROVA COL TIRO A GIRO: PALLA CHE SORVOLA DI POCO LA TRAVERSA!

63' Angolo per la Roma, Mertens chiude Ljaijc e concede il corner

61' Ottima giocata di Pjanic nello spazio per Florenzi, cross a centro basso, Britos chiude e spazza 

60' Sta per entrare Gabbiadini per Callejon, Roma in avanti. 

58' Problemi per Pjanic, che resta a terra dolorante alla caviglia destra. 

56' NAPOLI ARREMBANTE! ANCORA OTTIMA AZIONE DEL NAPOLI SULLA SINISTRA: UNO DUE MERTENS JORGINHO, IL BELGA ARRIVA AL TIRO MA DE SANCTIS SMANACCIA! ANCORA UN'OTTIMA AZIONE DEL NAPOLI!

55' Fallo di Florenzi su Mertens in ripartenza: giallo per l'esterno italiano

53' MERTENS! CHE GIOCATA DEL BELGA! SUPERA MANOLAS ENTRA IN AREA E CON LA PUNTA PROVA A CALCIARE SUL SECONDO PALO: CONCLUSIONE LEGGERMENTE CORTA, DE SANCTIS BLOCCA A TERRA!

52' Azione insistita del Napoli al limite dell'area, De Guzman sbaglia l'imbeccata per Higuain e concede il contrpiede ad Iturbe, ma il suo assist centrale viene chiuso da David Lopez

50' Break di Torosidis su Mertens, Britos lo chiude poco prima che il terzino destro greco entri in area di rigore. 

49' Roma che ci prova sulla sinistra, Ljaijc serve Cholebas che va al cross, Ghoulam spazza 

47' Buona azione del Napoli al limite dell'area, Higuain salta Manolas ma non Astori che chiude e rinvia

46' Fallo di Florenzi su Mertens. Rizzoli redarguisce l'italiano

Bentitez manda a scaldare Gabbiadini, Koulibaly ed Insigne. Vedremo chi di questi tre sarà il primo ad entrare

Rizzoli decreta l'inizio della ripresa. Si riparte! 

Tornano in campo le squadre con gli stessi effettivi del primo tempo. Nessun cambio per ora. 

Si chiude con il gol di Pjanic a metà gara il primo tempo. Prima frazione che ha visto un buon Napoli, però, nonostante lo svantaggio. La squadra di Benitez è messa bene in campo, ma paga un errore in fase di possesso palla che ha causato la ripartenza della Roma. Meglio gli azzurri tatticamente, con la Roma che non ha trovato spazi a difesa schierata, rallentando molto il possesso palle e le verticalizzazioni. Il Napoli, dal suo canto, non ha trovato la precisione nelle ripartenze, ed ha sprecato con Callejon un'occasione d'oro per arrivare al pareggio. 

"Stiamo facendo una buona partita, ma bisogna chiuderla. Il Napoli è pericoloso ed è in partita. L'esultanza? Ce l'ho con quelli che parlano troppo, che chiacchierano e che criticano senza senso. Anche qualche giornalista. Lo aspettavo da tanto, lavoriamo da tanto tempo per questo risultato. Speriamo di mantenere il risultato fino al termine". Pjanic a metà gara ai microfoni di Sky Sport. 

45' FISCHIA RIZZOLI! FINISCE IL PRIMO TEMPO! ROMA AVANTI COL GOL DI PJANIC MA NAPOLI VIVO! 

44' Pjanic per il taglio centrale di Iturbe, Albiol chiude bene

42' HIGUAIN! PROVA IL TIRO A GIRO DA POSIZIONE IMPOSSIBILE! PALLA CHE SORVOLA LA TRAVERSA! 

Sul tiro di De Guzman, Manolas chiude con il braccio. Ovviamente involontariamente, ma il braccio sinistro chiude il tiro dell'olandese verso la porta. 

40' RIPARTENZA ROMA, LJAIJC TUTTO SOLO SULLA SINISTRA ENTRA IN AREA MA CALCIA MALAMENTE! 

39' CHE OCCASIONE PER CALLEJON! PERFETTO IL PASSAGGIO DI HIGUAIN PER LO SPAGNOLO CHE FINTA IL TIRO E SERVE DE GUZMAN INVECE DI CALCIARE A RETE! CHIUDE MANOLAS IN SCIVOLATA! 

37' Fallo di Manolas su De Guzman dopo un errore in fase di impostazione dello stesso greco. 

35' Meglio la Roma in questa fase di partita. Gestisce bene vantaggio e possesso palla, Napoli che stenta a ritrovare il piglio del gioco dopo il gol di Pjanic. 

33' Buona azione Florenzi-Naingollan sulla destra, bel cross teso al centro, Albiol spazza. 

32' Albiol atterra Iturbe che stava per partire in contropiede: perfetto Rizzoli, giallo e punizione per la Roma dalla trequarti offensiva

30' Discesa sulla sinistra di Mertens, salta Torosidis, protegge palla e cerca di arrivare sul fondo, viene chiuso al momento del cross dal ritorno del terzino greco

29' Higuain apre per Callejon, dentro per il taglio di De Guzman che non controlla e viene chiuso da De Sanctis, in uscita, in fallo laterale

28' Iturbe prova ad andar via a Ghoulam, non c'è contatto e nemmeno il fallo, esce il Napoli in possesso palla

Terzo gol di Pjanic al Napoli, tutti all'Olimpico

Perfetta azione di rimessa della Roma: Pjanic inizia l'azione e serve Iturbe che accentra la difesa e serve Florenzi sulla destra. Scarico perfetto a rimorchio per Pjanic che insacca facilmente. Tutto bellissimo. 

25' PJANICCCCCC!!! MIRALEMMM PJANICCCCCCCCC!!! ANCORA CONTRO IL NAPOLI!!!! VANTAGGIO DELLA ROMA! 

23' JORGINHO! Ci prova dal limite su assist di Callejon dalla sinistra, palla alta. 

GHOULAM IN PORTA! BLOCCA DE SANCTIS!

21' Callejon! Break dello spagnolo che salta in velocità Cholebas che lo atterra al limite dell'area. Punizione e giallo per il greco 

PJANIC! NESSUN COMPAGNO TOCCA E LA PALLA SI SPEGNE A FONDO CAMPO LAMBENDO IL PALO! CHE PERICOLO! 

20' Ancora Iturbe, va via a Britos, Jorginho in raddoppio lo mette a terra: punizione dalla trequarti che potrebbe essere pericolosa per Andujar

19' Iturbe prova lo spunto su Maggio, il terzino del Napoli chiude in fallo laterale. 

17' Fallo di mani di De Rossi a centrocampo che spezza una ripartenza del Napoli. Rizzoli decide di non espellere il capitano della Roma, tra le proteste dei giocatori del Napoli 

16' Fallo di Albiol che provava l'anticipo su Iturbe. 

14' Gran palla di Higuain per l'inserimento centrale di Jorginho, esce De Sanctis in presa bassa. 

Britos si smarca bene, ma sfiora soltanto il cross di Mertens: era un'ottima posizione per far male a De Sanctis

13' Buona azione sulla sinistra del Napoli. Mertens premia la sovrapposizione di Ghoulam, che guadagna un angolo

11' De Rossi falcia Jorginho a centrocampo: punizione per il Napoli e giallo per il capitano della Roma. Primo ammonito del match

11' Prova a sfondare sulla destra Torosidis, Britos chiude perfettamente

9' Sulla ripartenza della Roma è Ljaijc che punta Albiol dopo un'ottimo break di Pjanic centralmente, ma il Napoli rientra bene e chiude l'offensiva dei padroni di casa

8' Mertens! Ottima incursione sulla sinsitra del belga che crossa basso al centro dove De Guzman non trova l'impatto col pallone per un'inezia. 

8' Messo molto bene il Napoli in campo che non lascia spazio alle manovre della Roma. Tanto sacrificio degli esterni che chiudono le sovrapposizioni dei terzini di Garcia. 

7' Fallo di Mertens su Florenzi che indietreggiava: punizione per i giallorossi 

5' Ljaijc prova l'incursione sulla sinistra, Albiol mura la conclusione del serbo

5' Molto alto invece il pressing dei padroni di casa, che recuperano palla su una verticalizzazione per Mertens e rilanciano l'azione. 

3' Napoli che ha iniziato in maniera molto attendista, aspetta la Roma nella propria trequarti e non accenna a pressare i giallorossi. 

2' Lancio di Pjanic per Iturbe, chiude Albiol. 

1' Roma in possesso palla, Napoli che aspetta sulla linea di metà campo il possesso palla dei giallorossi. 

12.30 Ci siamo! Tutto pronto per il fischio di Rizzoli che darà il via alla gara. Roma che tocca il primo pallone. SI PARTE! INIZIA ROMA-NAPOLI

12.27 Entrano in campo le due squadre sulle note dell'Inno di "Grazie Roma" di Antonello Venditti. Rizzoli guida le due squadre sul terreno di gioco. 

12.25 Ventidue giocatori pronti nel tunnel che precede l'ingresso sul terreno di gioco. Pochi i tifosi della Roma che affollano le tribune dello stadio Olimpico. 

12.18 Squadre che stanno rientrando negli spogliatoi per gli ultimi preparativi in vista del match: poco meno di un quarto d'ora al fischio d'inizio di Rizzoli! 

Il momento della fasciatura ad Higuain

Il riscaldamento dei giallorossi

12.15 Ancora numeri della gara: la Roma non vince in casa, sommando tutte le gare ufficiali, dal 20 gennaio scorso, 2-1 all’over-time sull’Empoli, in coppa Italia; poi 4 pareggi e 3 sconfitte nelle 7 partite successive.
Nelle gare di sola serie A Roma senza vittorie interne dal 30 novembre scorso, 4-2 all’Inter; poi si contano 6 pareggi ed 1 sconfitta nelle 7 giornate seguenti.
Il Napoli nelle ultime 7 gare ufficiali, vittorioso una sola volta, 3-1 in casa sulla Dinamo Mosca, Europa League, lo scorso 13 marzo; nel mezzo 4 pareggi e 2 sconfitte campane. 

12.12 PALLONATA AL POLSO PER HIGUAIN: LO STAFF MEDICO DEL NAPOLI STA VALUTANDO LA SITUAZIONE! NON SEMBRA IN DUBBIO PER LA GARA MA E' MOLTO SOFFERENTE! 

12.10 Momento toccante per Federico Balzaretti: torna in campo dopo 18 mesi e viene acclamato dall'Olimpico con un boato. Visibilmente emozionato l'ex terzino di Juventus e Palermo tra le altre. 

Il riscaldamento del Napoli (prima foto) e della Roma (sotto). 

Baldissoni ai microfoni di Sky: "Doumbia e Ibarbo? Sfortunatamente Ibarbo ha avuto una ricaduta dall'infortunio, mentre Doumbia doveva riprendere la forma dopo la sosta del campionato russo. Per entrare in un campionato competitivo devono essere al massimo e non lo sono mai stati. Iturbe? Ha segnato anche in Champions, poi l'infortunio l'ha condizionato, comunque è giovane ed ha sofferto il cambio di realtà da Verona a Roma". 

12.05 La sfida in numeri: 
135 sfide in Serie A tra Roma e Napoli: 47 successi giallorossi, 40 degli azzurri e 48 pareggi. 
La Roma è rimasta a secco di gol nelle ultime due sfide con il Napoli, dopo aver trovato quattro volte la rete nelle precedenti due gare. I giallorossi hanno segnato due gol in ognuna delle ultime tre sfide casalinghe con il Napoli. 
I campani hanno trovato la vittoria solo una volta nelle ultime 12 sfide di campionato con la Roma all’Olimpico (sette vittorie per i giallorossi, quattro pareggi). 

12.00 Aggiornamenti dall'esterno dello stadio: tutto tranquillo all'esterno dell'Olimpico. Si temeva qualche rappresaglia da parte delle due tifoserie dopo gli episodi della scorsa finale di Coppa Italia. 

11.55 Ecco le formazioni delle due squadre a confronto.

Mentre le squadre si apprestano ad entrare in campo per il classico riscaldamento pregara, iniziamo il nostro giro negli spogliatoi, iniziando da quello del Napoli. Ecco la maglia del Pipita Higuain, pronta ad essere indossata. 

11.45 Proviamo ad interpretare le scelte di Benitez, che ripropone il Napoli che giocò sempre all'Olimpico, vincendo, contro la Lazio. De Guzman centralmente farà più quantità ed equilibrio rispetto ad un Hamsik o Gabbiadini, oltre ad offrire, in ripartenza, qualche verticalizzazione, che sarà, probabilmente opera di Jorginho e Mertens. L'arma da sfruttare degli azzurri sarà, dunque, la ripartenz

11.40 Ancora una volta Benitez cambia il Napoli e stravolge quasi tutto. C'è Mertens, ma non ci sono nè Hamsik, nè Gabbiadini, bensì De Guzman centrale. Britos al posto di Koulibaly in difesa. Jorginho a centrocampo. 

Napoli (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; Jorginho, David Lopez; Callejon, De Guzman, Mertens; Higuain

11.35 Naingollan ai microfoni di Sky: "La sosta è servita per ricaricare le batterie. Sappiamo qual è l'obiettivo e siamo pronti a sbloccarci. Non è decisiva, ci sono altri scontri diretti. L'importante è iniziare bene e riprendere fiducia, per poi vincere più partite possibile da qua alla fine. In casa possiamo metterli in difficoltà se giochiamo come sappiamo". 

11.30 In attesa della formazione scelta da Benitez è Jorginho a suonare la carica. "Conosciamo l'importanza di questa partita, daremo tutto per conquistare la vittoria". Queste le sue parole che si leggono dal profilo ufficiale twitter del Napoli. 

11.22 Garcia preferisce Astori a Yanga-Mbiwa e soprattutto Iturbe ad Ibarbo. Queste le due scelte che erano in dubbio alla vigilia della sfida che l'allenatore francese ha sciolto da pochi minuti. A breve l'undici del Napoli.

11.15 Arriva l'ufficialità dell'undici scelto da Rudi Garcia. Scopriamolo assieme:

Roma (4-3-3): De Sanctis; Torosidis, Manolas, Astori, Holebas; Pjanic, De Rossi, Nainggolan; Florenzi, Ljajic, Iturbe. 

11.10 Il profilo Vine della Roma ci offre una panoramica dell'Olimpico ad un'ora e venti dal match. 

11.00 La gara di cartello della ventinovesima giornata del campionato di Serie A offre un aperitivo dell'ora di pranzo da gustare e assaporare fino in fondo, per vedere sia chi uscirà dalla crisi, ma anche per capire quale delle due squadre è più attrezzata per rincorrere un poso in Champions. Buongiorno amici lettori di Vavel Italia e benenuti alla diretta testuale di Roma-Napoli. Dallo stadio Olimpico di Roma, Andrea Bugno e Vavel Italia vi racconteranno le emozioni della sfida valevole per una fetta di qualificazione alla prossima Champions League. 

La Roma di Garcia, oltre al vantaggio in termini di classifica, ha, sull'altro piatto della bilancia, un solo obiettivo su cui puntare: il secondo, o male che vada, il terzo. Mantenere la qualificazione alla prossima Champions League è la conditio sine qua non il progetto Roma non può decollare. Dieci finali, dieci partite che separano i giallorossi dall'obiettivo minimo di inizio stagione. 

Dentro o fuori: la partita dell’Olímpico di domani all'ora di pranzo rappresenta la prima finale per il Napoli di Rafa Benitez. La prima di una lunga serie di sfide più che decisive, che "parranno la nobilitate" della squadra partenopea, in Italia come in Europa. Roma, Lazio (Coppa Italia), Fiorentina, Wolfsburg. Dieci giorni per capire il destino della squadra partenopea e se la stagione potrà essere definita un successone o un fiasco clamoroso. 

La Roma di Garcia parte da un rassicurante vantaggio in classifica (+6), che potrebbe far giocare i giallorossi per due risultati su tre. Tuttavia, la Roma corre anche sulla Lazio, ad una lunghezza di distanza dai cugini di Trigoria, e soffia col proprio fiato sul collo dei romani, obbligati dunque a vincere. La maledizione Olimpico sembra però condannare la squadra di Garcia, che non vince in casa in pratica da quasi un girone fa. Le ultime due vittorie sono arrivate a Cagliari e Cesena, che però non hanno messo fine ad una serie infinita di pareggi e delusioni che caratterizzano il campionato e la stagione in generale dei giallorossi. 

Il Napoli di Benitez, invece, arriva da una brusca frenata nell'ultimo mese, dopo una rincorsa tra gennaio e febbraio che sembrava essere decisiva ai fini del raggiungimento del secondo posto. Un calo che potrebbe anche essere fisioliogico, dovuto ad una preparazione mirata a chiudere al meglio i due mesi che ci separano dalla fine delle ostilità stagionali, che vedono i partenopei impegnati su tre fronti e in tutti e tre i casi, da protagonisti. Tuttavia, l'obiettivo dichiarato è quello del secondo posto, che garantirebbe continuità al progetto De Laurentiis (con o senza Benitez) attraverso i ricavi e gli introiti della Champions. 

ROMA - Garcia deve fare a meno di Keita e Gervinho ma soprattutto di Totti, che non sarà della partita dopo due settimane vissute tra terapie e riposo fisico. In attacco si va verso il tridente Ibarbo-Ljajic-Florenzi (favorito su Iturbe), con quest'ultimo che potrebbe slittare in luogo di Torosidis qualora Garcia decidesse per un atteggiamento meno attendista. A centrocampo scelte obbligate con Pjanic, De Rossi non al meglio e Nainggolan. In difesa Astori favorito su Yanga-Mbiwa, in coppia con Manolas, con Torosidis e Holebas ai lati. L'ex De Sanctis in porta. 

NAPOLI - Benitez deve fare a meno di Inler squalificato, ma ha recuperato Gargano anche se non si esclude la presenza di Jorginho in coppia con Lopez come all'andata. In attacco i ballottaggi che lo spagnolo scioglierà soltanto nell'immediata vigilia del match: Callejon, Gabbiadini e Hamsik si giocano i due posti sulla fascia destra e centralmente, mentre a sinistra Mertens sembra in vantaggio su De Guzman, ma come ha riferito Benitez in conferenza stampa, occhio ad Insigne, alle spalle di Higuain (tornato ieri dagli Stati Uniti in forma e arruolabile). In difesa confermati Maggio, Albiol, Koulibaly e Ghoulam, con l'oramai solita presenza tra i pali di Mariano Andujar. 

ROMA (4-3-3): De Sanctis; Torosidis, Manolas, Astori, Holebas; Pjanic, De Rossi, Nainggolan; Ibarbo, Ljajic, Florenzi. All. Garcia

NAPOLI (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Lopez, Gargano; Callejon, Gabbiadini, Mertens; Higuain. All. Benitez

Garcia in conferenza stampa ha cercato di trasmetterre allegria e ottimismo: "Mi auguro che sia una bella gara, in campo e in tribuna. Noi siamo pronti per vincere e per tornare a fare grandi cose. Totti e Gervinho, assenze pesanti? Non voglio rischiare il Capitano, anche perché il campionato non finisce domani e abbiamo ancora 9 partite in cui dobbiamo sfruttare il vantaggio di non avere più le coppe per riuscire ad arrivare in Champions". Per quanto riguarda Gervinho: "Ho ancora tante possibilità: Ljajic, Ibarbo, Florenzi, Doumbia, Iturbe e Verde. Sia Ibarbo che Doumbia hanno lavorato tanto e sono vicini al 100%, mentre Iturbe, sia in gara che in allenamento, mette sempre il 200%. Metterò in campo un tridente o un'altra scelta tattica, ma saranno giocatori complementari. Valuterò anche in base al Napoli, che qualche gol lo concede". Come sta la squadra. "La squadra sta bene. Ho visto intensità e voglia, i giocatori hanno lavorato duramente e faranno di tutto per vincere perchè hanno piacere a giocare certe partite. Nonostante la frenata di questi mesi siamo ancora secondi. Significa che abbiamo fatto sei mesi alla grande ma nessuno lo sottolinea abbastanza. Higuain? E' un fuoriclasse, ma non c'è solo lui. Noi dobbiamo difendere in 11 e preoccuparci di tutto il Napoli. Higuain alla Roma? Abbiamo ottimi giocatori, ci sarà tempo per parlare di mercato".

Rafa Benitez invece è consapevole dell'importanza della sfida e non sottovaluta affatto il cattivo stato di forma della Roma: "E' importante, siamo d'accordo. Mancano tante partite e tanti punti. Sappiamo che alla fine abbiamo partite che si possono vincere ma è anche importante farlo adesso, in questi mesi. Quanto sia importante non lo so ma sia per noi che per loro è fondamentale fare punti". Obiettivo Champions. "Con la Roma sarà una sfida da Champions. Ci possiamo avvicinare e quindi siamo motivati ma dobbiamo stare attenti perché mancano ancora parecchie partite. Dobbiamo ancora affrontareRoma, Fiorentina, Samp e Lazio. Gli scontri diretti decideranno tutto. Poi abbiamo pure la Coppa Italia e l'Europa League, siamo fortunati di essere su tre fronti". Condizione fisica. Benitez si sofferma poi sulla situazione di tre suoi giocatori: "Higuain? Lui è a posto, è arrivato in ritardo ma oggi va molto meglio. E' preparato così come la squadra. Insigne mi sta positivamente impressionando, ha lavorato bene e quindi per noi è un valore aggiunto. Fisicamente sta bene, anche se la partita non è come l'allenamento ma sta molto meglio. Così come Zuniga".

C'eravamo tanto amati, anzi no: ci amiamo ancora. Rafa Benitez e Rudi Garcia sono da sempre grandi amici. Lo dicono i fatti, lo dice la storia, da quando il francese andò a Valencia dopo essere stato esonerato dal Saint Etienne a studiare i metodi di allenamento di quello che poi diventò uno dei suoi maestri. Un incontro che gli ha cambiato la vita, come lui stesso ha poi dichiarato nella sua autobiografia, che in una frase racchiude un pensiero dello spagnolo sulla carriera di un allenatore che colpì subito il giovane allievo: “Anche se sarà influenzato da uno o più allenatori, è tuttavia impossibile ripetere ciò che hanno fatto gli altri. Tocca a lei, e soltanto a lei, creare il suo sistema”. Quindici anni dopo, tante esperienze dopo, Benitez e Garcia si ritrovano ancora una volta contro, dopo Lille, dopo Liverpool e dopo le sfide di questi due anni tra Napoli e Roma. I precedenti parlerebbero a favore del maestro spagnolo, anche se l'allievo francese può vantare due vittorie nei due incontri giocati all'Olimpico (2-0 in campionato e 3-2 in Coppa Italia).

Il centrocampo della Roma era stato da sempre identificato come la chiave di Volta della squadra di Garcia, l'anima della squadra, la marcia in più, nel bene come nel male. Miralem Pjanic era il direttore di un'orchestra che incantava tutta Italia e non solo. Alla vigilia della sfida decisiva per le sorti del secondo posto, ma anche della lotta per il terzo contro il Napoli, Pjanic ha parlato alla Repubblica presentando il match e analizzando le difficoltà e come uscire dalla crisi. "Siamo entrati in una spirale negativa. Le abbiamo provate tutte, ma una volta nel tunnel non è facile uscirne. Dopo l’anno scorso la gente si aspettava che la squadra girasse, è venuta meno la fiducia, la piazza s’è innervosita. Poi qui basta poco, appena qualcosa va male tutto diventa una tragedia. Lazio? Quegli altri non esistono. Voglio arrivare davanti a loro, così l’80% della gente sarà felice". Napoli ed il Napoli non rievocano grandi ricordi alla Roma, anche se a Miralem si. Lo scorso anno, proprio all'Olimpico, proprio in campionato, il mediano mise a referto la prima doppietta italiana proprio contro Benitez ed i partenopei. Ecco il suo ricordo: "Era la mia prima doppietta in Italia, bellissimo. Ora sarà tutto diverso, uno scontro diretto contro un’ottima squadra, starà a noi cercare di vincere, vogliamo allontanare le concorrenti".

Alla radio ufficiale del Calcio Napoli, l'ex attaccante della Sampdoria di Mihajlovic (allenatore che potrebbe ritrovare l'anno prossimo in Campania), Manolo Gabbiadini s'è lasciato andare alle solite poche parole, anche se piuttosto significative, con le quali ha spiegato i motivi del suo precoce ambientamento, analizzato il momento della squadra ed il futuro dei partenopei. "I primi 90 giorni di Gabbiadini a Napoli? Bene, ho trovato subito spazio in campo e anche qualche gol, non poteva andare meglio. Ero a conoscenza dell'affetto dei tifosi ma non immaginavo fosse cosi, ma bisogna provarle per capire tutto questo. Cosa penso dei napoletani? Sono un ragazzo tranquillo, mi piace stare a casa guardando la tv e qualche film, non vivo troppo la città. Ho visto il centro e qualche cosa, sicuramente Napoli è favolosa". L'attenzione e le domande si spostano sulla gara di sabato. Crocevia se ce n'è uno della stagione, quella in Serie A, della squadra di Benitez:"Vedremo sul campo, inutile dirlo qui perchè rimangono solo chiacchiere, voglio dimostrare sul campo. Da qui alla fine tutte saranno partite fondamentali, servono tre punti e dovremo fare di tutto. Se sarò titolare? Abbiamo tantissime partite nel giro di un mese, il mister è bravo nella rotazione e sa chi mandare in campo. Benitez? Sono qua da poco ma ho già capito come lavora, sono entrato nei suoi schemi ed è veramente bravo. Higuain? Lui è un grandissimo giocatore, sa adattarsi con qualsiasi tipo di compagno, anche gli altri sono ottimi ragazzi e bravi compagni. La festa a sorpresa per Zapata? Questa è la forza del gruppo, in questo si vede l'unione della squadra. In altre compagini questo non te lo permettono".

Per l'occasione è stato scelto il miglior arbitro italiano, Nicola Rizzoli, che torna ad affrontare il Napoli dopo le sue dichiarazioni a difesa dell'arbitraggio di Calvarese in occasione dell'ultima, contestatissima, partita contro l'Atalanta prima della sosta per le Nazionali. Una polemica che a distanza di due settimane torna d'attualità dopo le parole del fratello-manager di Higuain, che si è sfogato su Twitter contro le parole dell'arbitro bolognese. 

Questa la designazione completa:

ROMA – NAPOLI, Sabato 4 Aprile ore 12.30. Arbitra RIZZOLI 
Guardalinee: NICOLETTI – PADOVAN 
IV: DE LUCA ADD1: IRRATI ADD2: GERVASONI